cinico POGROM ODESSA

shalom ] CHI HA SCELTO DI NON SUPPORTARE ISRAELE? [ lui ha scelto la guerra mondiale nucleare! So che non riuscite a capire una logica, ma, io credo che, voi dovreste fidarvi di Unius REI dopo tutto quello che lui ha fattoed ha sofferto per voi: i peccatori!

USA SONO I SATANISTI, CINESI (falsi nemici) E SAUDITI ANCHE: HANNO DECISO DI TRASCINARE IL GENERE UMANO NELLA WW3 ] “Il crollo del prezzo del petrolio ha cause politiche ed è diretto contro alcuni Paesi", in nessun MODO LA ARABIA SAUDITA AVREBBE POTUTO FARE, QUESTA OPERAZIONE BRUTALE E CRIMINALE, cioè, DI FAR CROLLARE IL PREZZO DEL PETROLIO, SENZA IL PERMESSO DEGLI USA! PERCHé COLPIRE LE ECONOMIE DEL NEMICO è UN ATTO DI GUERRA MONDIALE PREVENTIVO! ECCO PERCHé, LA ARABIA SAUDITA CHE HA VOLUTO FARE DEL MALE A TUTTI I PAESI DEL MONDO, DEVE ESSERE PUNITA! 22.01.2016(Il presidente ecuadoriano Rafael Correa denuncia lo sfruttamento politico del prezzo dell'oro nero contro alcuni paesi. La diminuzione del prezzo del petrolio ha contratto in maniera significativa le entrate del Paese, aggravandone la situazione economica. Correa si sarebbe più volte rivolto all'OPEC, di cui l'Ecuador fa parte, per chiedere una riduzione delle estrazioni di oro nero, al fine di stabilizzarne il prezzo. Invano. "Una lieve riduzione delle estrazioni potrebbe comportare un aumento significativo del prezzo, perché non farlo? Sono fermamente convinto che il crollo del prezzo del petrolio è uno strumento geopolitico atto ad arrecare un danno ad alcuni paesi", ha dichiarato il leader ecuadoriano. Anche il Venezuela sta affrontando grosse difficoltà economiche a causa di un ridotto afflusso di petrodollari, e intende chiedere aiuto all'Algeria, all'Ecuador e alla Russia per organizzare una riunione urgente dell'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, sebbene Mosca non ne faccia parte. Nell'ultimo anno e mezzo il prezzo del petrolio è sceso di quasi 4 volte, da 115 dollari al barile a meno di 30: http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1941741/presidente-ecuador-crollo-prezzi-petrolio.html#ixzz3y0nUjRvc

se l'obiettivo è sterminare 5 miliardi di persone? La Cina si può accordare con USA per farlo, E FINGERE DI COMBATTERSI RECIPROCAMENTE. Combattendosi reciprocamente? è soltanto una STRATEGIA SPA FMI, SPA ROTHSCHILD BANCA MONDIALE! ma, IL VERO OBIETTIVO è DISINTEGRARE: ISRAELE EUROPA E RUSSIA!
Regno Israele
CHE SIGNIFICA? IN CASO DI NECESSITà? TUTTI POSSONO BENEDIRE A TUTTI! Prete anti-migranti non benedice salma marocchina. La replica: 'Non è vero' La donna era morta nel crollo della palazzina di Arnasco, MA UNA BENEDIZIONE NON SI PUò NEGARE A NESSUNO; ANCHE PERCHé QUESTA è UNA DELLE SETTE MISERICORDIE CORPORALI! IN CASO DI MORTE O DI MATRIMONIO? TUTTE LE RELIGIONI SONO UGUALI! lol. ovviamente con eccezione dei locali dove si fanno orgie, dei satanisti e dei massoni, ovviamente!
Regno Israele
REGIME MASSONICO USUROCRATICO BANCHE CENTRALI: BILDENBERG HANNO INTENZIONALMENTE DEPAUPERATO, DEVITALIZZATO: LA AZIENDA ITALIA, DISTRUTTO L'INDUSTRIA, COSTRETTO ALLA FUGA I CAPITALI? ORA SENZA SOVRANITà MONETARIA? SIAMO TUTTI SPACCIATI! [ DIARIO DI UN SACCHEGGIO ] pubblicato in data 21 gen 2016 Improvvisamente sembra che i mercati finanziari assieme alle autorità sovranazionali europee si siano accorti tutti all’unisono che la montagna di crediti in sofferenza che detiene il sistema bancario italiano, ormai oltre i 350 miliardi di euro, è diventata insostenibile e pertanto in pochi giorni si è dato avvia ad un sell-off generalizzato sui titoli azionari italiani con punte di drammaticità per due istituti di credito, Banca MPS e Carige. Questi ultimi considerati tra i più rischiosi. Durante la seduta di borsa del 20 Gennaio Borsa Italia ha subito una flessione di quasi cinque punti percentuali, la peggiore negli ultimi tre anni e tra le peggiori nell’ultimo decennio. Solo MPS ha chiuso con un teorico di oltre venti punti di flessione. Banco Popolare meno undici, Unicredito meno otto, Intesa San Paolo meno sei e cosi via sino addirittura a Saipem con un meno dieci. Vederete che cosa accadrà a Veneto Banca e Popolare di Vicenza quando saranno quotate. Le sofferenze bancarie sono costantemente e progressivamente aumentate dal 2009, non è una novità la loro dimensione. Questa dinamica è conseguenza del costante deterioramento del tessuto imprenditoriale italiano, sempre più aziende chiudono, sempre più aziende vanno in affanno per l’oppressione fiscale, sempre più capitali e risorse vanno al’estero cercando un rifugio dalla Morte Nera ossia il sistema buro-partitico italiano. Il governo mediante il Ministero della Propaganda continua la sua interrotta opera per preservare lo status quo mediante annunci e proclami sul buono stato di salute del Paese. Addirittura adesso si parla non più di crescita ma di ripresa. Penso immaginate di che presa stiamo parlando. Da quando è esploso il bubbone finanziario con i subprime nel 2008 negli USA ed il contagio si è diffuso in tutto il mondo, i media di regime e gli interlocutori politici di allora si sono subito precipitati a rincuorare contribuenti e risparmiatori italiani: tranquilli, tutto a posto, le nostre banche non sono come quelle americane o inglesi, noi non rischiamo il contagio. In un certo senso questo aveva una sua valenza di obbiettività, il sistema bancario italiano non è stato più di tanto colpito dallo tsunami dei subprime. Per questo motivo non ha fatto ricorso ai possibili aiuti allora percorribili dalle autorità sovranazionali diversamente da quanto hanno fatto invece banche spagnoli, olandesi, inglesi e germanesi, ognuna con proprie criticità riconducibili proprio agli stretti rapporti con il mondo anglosassone. Nel 2009 i crediti deteriorati in portafoglio alle sei grandi banche italiane erano meno di cento miliardi. Sono passati cinque anni e questo importo ormai è quasi quadruplicato. Cosa è successo ? Semplice, l’Italia ha fatto i conti gli effetti collaterali della crisi finanziaria ossia quella economica, quella che ha colpito negli anni successivi le piccole imprese e le famiglie a causa del credit crunch, dell’aumento dell’oppressione fiscale e dei fenomeni di delocalizzazione sia esogena che endogena. Morale: il Paese si è strutturalmente indebolito, ha perso risorse, capacità di produrre ricchezza e molta di questa ricchezza è stata spesa per continuare ad esistere o è stata trasferita altrove. Le banche pertanto hanno cominciato a incassare insoluti e default patrimoniali ossia incapacità di sostenere i debiti precedentemente contratti da parte di tutti: imprese, famiglie e privati. Non basterà una bad bank per risolvere il tutto. Magari la bad bank attenua per qualche semestre la pressione alle vendite e prova a far ritornare il sereno in borsa. Ma nel lungo termine in assenza di una strategia industriale per il Paese abbandonato ormai alla genialità di qualche piccolo e grande imprenditore che continua a fare il Don Chisciotte, non vi è altro che un lento e costante impoverimento generalizzato, affiancato pericolosamente da un’immigrazione extracomunitaria povera e priva di mezzi di sostentamento. Non ho dubbi chi pagherà tutto questo nei prossimi anni: pensionati e risparmiatori. Solo levando a queste due tipologie di contribuenti si potranno drenare velocemente e facilmente risorse (temporaneamente) per sostenere il mostro famelico della spesa pubblica. La crisi bancaria trova comunque anche fondamento nella caratteristica strutturale del tessuto della microimpresa italiana ossia la quasi fisiologica sottocapitalizzazione. Il piccolo imprenditore di turno non appena si è trovato in contrasto con la propria banca, che per anni gli ha fatto da unico soggetto finanziatore, è andato in crash finanziario non avendo altri canali a cui attingere risorse o capitale di rischio. In sostanza noi italiani stiamo vedendo e vivendo una metamorfosi (letale) di quasi tutto il nostro tessuto imprenditoriale. Non voglio pensare a chi ha figli in tenera età e a quale destino occupazionale saranno catapultati. Il 2016 sarà l’anno horribilis per tutto il sistema bancario italiano, sia per come si trasformerà, pensiamo solo a operazioni di fusioni obbligate e forzate dagli organismi di vigilanza bancaria o ai cambi di assetto proprietario che avranno alcune banche di rilevanza nazionale, e sia per come verrà alla ribalta (se non addirittura esploderà) il bubbone ancora nascosta del credito cooperativo. Ne abbiamo già parlato anche in altre occasioni circa 1/3 dei crediti cooperativi avrà necessità di una manovra di sostegno o di una super bad bank visto il suo stato di salute attuale. L’Italia è priva di una cabina di regia, non naviga nemmeno a vista, non c’è proprio nessuno dentro la sala di comando che faccia o sappia fare qualcosa. Entro cinque anni ci renderemo conto che il torpore fisiologico a cui ci ha condotto il PD grazie agli ultimi due governi fantoccio ha dato avvio al saccheggio impunito ai danni di più parti sociali. La classe operaia che deve accettare ora una discesa indiscriminata dei salari a causa della concorrenza (volutamente prodotta) di migranti economici disposti a tutto pur di lavorare accettando qualsiasi forma di ristoro economico. Il mondo della piccola media impresa destinato alla polverizzazione, niente si è fatto e niente si farà mai per loro, rimarranno in vita solo pregevoli eccellenze le quali tuttavia sul piano quantitativo non possono dare un contributo sostanziale al Paese. Le famiglie italiane con prole in età adolescente che vedono per la stessa solo l’emigrazione in altre nazioni come l’unica opportunità di sopravvivenza economica. Il popolo dei risparmiatori e dei proprietari di immobili spremuti oltre ogni limite e trattati come un bancomat nella menzognera propaganda catto-comunista di colpire le rendite finanziarie ed i grandi capitali. La stampa italiana, quasi tutta asservita ormai al Ministero della Propaganda, non si sofferma in questo momento a fare i conti al danno che è stato cagionato al Paese da un governo immobile innanzi ad un’aggressione finanziaria verso una banca (derelitta) in cui proprio lo Stato è diventato con il tempo il primo azionista di riferimento. In altre nazioni si sarebbero congelate le quotazioni, nel puro interesse nazionale, protetto l’asset in cui si è dovuto investire in precedenza per evitare una Lehman italiana, anziché permettere il crollo orchestrato delle quotazioni, unitamente anche a quello di altre banche italiane, prese di mira nuovamente da raider e speculatori perfettamente a conoscenza di come in cabina di regia non ci sia nessuno in grado né di ostacolarli (caso mai il contrario) e tanto meno di comprendere ex ante il loro operato.
Regno Israele
Caroline Glick shut down the debate with this bombshell speech
http://www.israelvideonetwork.com/caroline-glick-shut-down-the-debate-with-this-bombshell-speech/
Regno Israele
ISIS destruction of oldest Christian Monastery shows Church must wake up. Quante sono le Chiese che hanno DISTRUTTO: IN TUTTA LA LEGA ARABA, DA QUANDO è VENUTO IL LORO MALEDETTO PROFETA? 99,999%!!! Satellite photos obtained by The Associated Press confirm what church leaders and Middle East preservationists had feared: The oldest Christian monastery in Iraq has been reduced to a field of rubble, yet another victim of the Islamic State group's relentless destruction of heritage sites it considers heretical. St. Elijah's Monastery stood as a place of worship for 1,400 years, including most recently for U.S. troops. In earlier millennia, generations of monks tucked candles in the niches, prayed in the chapel, worshipped at the altar. The Greek letters chi and rho, representing the first two letters of Christ's name, were carved near the entrance. This month, at the request of the AP, satellite imagery firm DigitalGlobe tasked a high resolution camera to grab photos of the site, and then pulled earlier images of the same spot. Before it was razed, a partially restored, 27,000-square-foot stone and mortar building stood fortress-like on a hill above Mosul. Although the roof was largely missing, it had 26 distinctive rooms including a sanctuary and chapel. One month later photos show "that the stone walls have been literally pulverized," said imagery analyst Stephen Wood, CEO of Allsource Analysis, who pinpointed the destruction between August and September 2014. "Bulldozers, heavy equipment, sledgehammers, possibly explosives turned those stone walls into this field of gray-white dust. They destroyed it completely," he said from his Colorado offices. Watch Here
On the other side of the world, in his office in exile, in Irbil, Iraq, Catholic priest Rev. Paul Thabit Habib, 39, stared in disbelief at the before- and after- images. "Our Christian history in Mosul is being barbarically leveled," he said in Arabic. "We see it as an attempt to expel us from Iraq, eliminating and finishing our existence in this land." The Islamic State group, which now controls large parts of Iraq and Syria, has killed thousands of civilians in the past two years. Along the way, its fighters have destroyed whatever they consider contrary to their interpretation of Islam. St. Elijah's joins a growing list of more than 100 religious and historic sites looted and destroyed, including mosques, tombs, shrines and churches. Ancient monuments in the cities of Nineveh, Palmyra and Hatra are in ruins. Museums and libraries have been pillaged, books burned, artwork crushed — or trafficked. U.S. troops and advisers had worked to protect and honor the monastery, a hopeful endeavor in a violent place and time. "I would imagine that many people are feeling like, 'What were the last 10 years for if these guys can go in and destroy everything?'" said U.S. Army reserve Col. Mary Prophit, who was deployed there in 2004 and again in 2009. Built in 590, tragedy struck at St. Elijah's in 1743, when as many as 150 monks who refused to convert to Islam were massacred by a Persian general. In 2003 St. Elijah's shuddered again — this time a wall was smashed by a tank turret blown off in battle. Iraqi troops had already moved in, dumping garbage in the cistern. The U.S. Army's 101st Airborne Division took control, painting over ancient murals and scrawling their division's "Screaming Eagle," on the walls. Then a U.S. military chaplain, recognizing its significance, began a preservation initiative. Source: News Max
Regno Israele
Tendrá que cavar 8 horas diarias en un huerto lo que le reste de vida. ¿Su delito? Ser cristiano en Corea del Norte. Te hablo de Hyeon Soo Lim. El régimen de Pyongyang le acusa de “acciones contra el Estado” y de crear un “estado religioso”. Bla, bla, bla. ¿Vamos a quedarnos con los brazos cruzados?
http://citizengo.org/es/pr/32469-corea-del-norte-mayor-perseguidor-cristianos
A Soo Lim se le impide hablar con el resto de presos y no se le ha facilitado la Biblia que ha pedido. Desgraciadamente no es el único caso. A finales de 2015 fueron detenidos otros dos cristianos acusados de “espionaje” para Corea del Sur. Aunque parezca increíble, Corea del Norte encabeza la lista de países que persiguen cristianos. Más que Irak, Pakistán o Egipto… Ya es hora de ponerles freno:
http://citizengo.org/es/pr/32469-corea-del-norte-mayor-perseguidor-cristianos
A mediados de diciembre pasado una resolución de Naciones Unidas denunció la violación de los derechos humanos: torturas, infanticio, asesinato, restricciones a la libertad de prensa, expresión, asociación, reunión y religiosa. El asunto ya ha sido remitido a la Corte Penal Internacional. Así de grueso… ¿Cuál ha sido la respuesta de Corea del Norte? Anunciar su cuarta prueba nuclear. Maniobra de distracción… Lo que hace falta es que se tomen medidas efectivas. Y eso pasa porque dichas violaciones de los derechos humanos no les salgan gratis. China, Rusia y Corea del Sur deberían de condicionar sus acuerdos económicos a avances concretos y medibles en materia de derechos humanos. Por lo mismo, las conversaciones a seis bandas sobre Corea del Norte que actualmente mantiene con Estados Unidos, China, Rusia, Japón y las dos Corea deberían de estar igualmente condicionadas. Y los países cooperantes también deberían de condicionar su ayuda a avances concretos y medibles en materia de derechos humanos. Esto es lo que estamos pidiendo a los responsables de las conversaciones a seis bandas, los únicos capaces de lograr que la situación de Corea del Norte mejore. ¿Quieres sumarte ahora?
http://citizengo.org/es/pr/32469-corea-del-norte-mayor-perseguidor-cristianos
Los ciudadanos de Corea del Norte, especialmente los cristianos, ya han sufrido lo suficiente. Gracias por tu solidaridad. PD. Por favor, no dejes que los masacren. ¡Tenemos que hacer algo por nuestros hermanos de Corea del Norte YA! Por favor, firma y comparte. PD2. El próximo mes de febrero me iré a Irak a colaborar con los cristianos perseguidos. Si eres creyente, te ruego que reces por mi y por el proyecto. Ya te contaré más detalles.
Regno Israele
king SALMAN Saudi ARABIA ] tu smetti di fare volare i coltelli, e di fare accadere risse: in casa tua, perché i FARISEI CANNIBALI? è la scusa che, loro vanno cercando, pur di non venire in Arabia SAUDITA! Ma se devi tagliare loro la testa o se devi trattarli bene? questo lascio a te deciderlo!
Regno Israele
io ho visto islamici fare manifestazioni, anche, in Europa, e anche in modo violento, e su alcuni cartelli era scritto: "noi fermeremo le crociate!" Salman demenza senile, LUI ha detto: "che, ci sono cristiani che fanno crociate contro i musulmani? dove?" ECCO PERCHé, QUESTI PAZZI DI LEGA ARABA BRUCIANO LE CHIESE, E UCCIDONO I MARTIRI CRISTIANI da oltre 30 anni! CHIARAMENTE, IN QUESTO MODO, ADESSO ARRIVERANNO A FARE IL GENOCIDIO ANCHE IN EUROPA, è SOLTANTO QUESTIONE DI TEMPO! ECCO PERCHé, ISLAM CORANICO SHARIA PRODUCE MALATI MENTALI, ED ASSASSINI SERIALI: IPOCRITI TOTALI COME ERDOGAN! MA QUESTA MOSTRUOSITà ISLAMICA NON ESISTEREBBE NEL MONDO SE LA CIA NON LA AVESSE SOLLEVATA!
Regno Israele
The collapse of the free world as we know it? (Graphic Footage) PERCHé TUTTE I GOVERNI DEL MONDO NON PROTESTANO CONTRO SHARIA, DELLA LEGA ARABA, PUò AVERE UNA SOLA SPIEGAZIONE: HANNO DECISO DI STERMINARE I LORO POPOLI!
http://www.israelvideonetwork.com/the-collapse-of-the-free-world-as-we-know-it-graphic-footage/
Regno Israele
Arab terrorist murders woman in front of her children in her home in Otniel. ONU HA LEGITTIMATO IL TERRORISMO, PERCHé HA LEGITTIMATO LA SHARIA. An Israeli woman was murdered in a stabbing attack late Sunday afternoon in Otniel, a town in the southern Har Hevron region of Judea. The woman has since been identified as 39-year-old Dafna Meir, a mother to six children, two of them foster children. She waas initially critically wounded in the attack and succumbed to her wounds shortly after. The Arab terrorist who carried out the attack succeeded in breaking into the town, entering the woman's home and murdering her before fleeing the scene. The woman, who works as a nurse, fought with the terrorist at the entrance to her home as her children were nearby, according to testimony. The children did not see the attack but heard her shouts and came running, and then called up security forces to hunt the murderer. Security forces are currently pursuing the terrorist, aided by a helicopter, and residents of the town were asked to stay in their homes during the manhunt. The IDF has clarified that the terrorist is no longer in the town. Watch Here
Witnesses of the attack have said the terrorist worked in the town and used his familiarity with the community to carry out the attack. Noam Bar, a senior Magen David Adom (MDA) paramedic, said, "the sight was difficult, we saw an unconscious woman aged around 40, who was not breathing and had no pulse." "She suffered from stab wounds to her upper body; we performed continued resuscitation but in the end we were forced to pronounce her death," said Bar. Former Interior Minister Eli Yishai, chair of the Yachad party which narrowly failed to enter the Knesset, responded to the murder by blaming the radical leftist groups B'Tselem and Breaking the Silence. "I am shocked by the murderous attack in Otniel. The cruelty of the murderers knows no bounds," said Yishai. "Again we come across the face of uninhibited evil. An awful murder of a Jewish woman hy''d in her private home, with her only 'sin' being that she was an Israeli Jew." "The struggle against incitement needs to be escalated. The Palestinian incitement at the side of the Israeli (incitement) managed by leftist organizations B'Tselem and Breaking the Silence is responsible for another despicable murder. God will avenge her blood." The attack came just minutes after a stabbing was thwarted at the western gate of Kiryat Arba, which leads to Hevron. In that incident, a female Arab terrorist was apprehended with a knife in her handbag before she was able to inflict any wounds. Source: Arutz Sheva
Regno Israele
come è possibile che, un nazismo islamico SHARIA LEGA ARABA, 100 volte peggiore del nazismo di Hitler: possa esistere in diritti umani ONU? questo satana bush UE NATO USA FED SPA FMI, e tutte le nazioni bestie del mondo? LORO ME LO DEVONO SPIEGARE! Muslim Human Rights Activist Visits Israel, Says Islam Must Be Reformed. Jan 17, 2016. Council for Muslims Facing Tomorrow, Pew Research Institute, “To cure the disease, you first need to call it by the name. This has not yet happened with radical Islam because of political correctness. Israel seems to be the only community where people get it,” says Raheel Raza.
Muslim human rights activist, Raheel Raza, was recently in Jerusalem to present her new documentary, “By the Numbers: The Untold Story of Muslim Opinions and Demographics.”
“To cure the disease, you first need to call it by the name. This has not yet happened with radical Islam because of political correctness. Israel seems to be the only community where people get it,” said Raza in a talk organized by the International Legal Forum on Tuesday night last week. Her new documentary is based on the results of Pew Research Institute polls that study beliefs and opinions among Muslims all over the world. Raza, who narrates the film, points to Pew Research polls that show the majority of the world’s Muslims, 53 percent, want Shariah law to be the official law of their countries. About 39 percent of world’s Muslims – 365 million people – believe that honour killing may be a justified punishment for a woman who had extra-marital sex. Around 27 percent, 237 million people, believe that apostates should be executed. Other figures from the polls show that 42 percent of French Muslims and 35 percent of British Muslims aged 18-29 believe suicide bombings against non-Muslims can be justified.
The Western world does not realize the danger posed by these figures, believes Raza. “Our society has evolved to the point where we can have a civilized debate about anything, except maybe the most important issue of our time – the rise of radical Islam,” she said. Raza said she wants not only to raise awareness about radical Islam in the Western world, but also to communicate to Muslims the ideas of love and peace inherent in Koran. “Islam needs to be taken to the 21st century. Thus, the concept of armed jihad was perhaps appropriate in the 7thcentury, but today it has to be denounced by our religion.” “We need to differentiate between the spiritual message of Koran and radical Islam which is about politics, not about God,” she said. With a crisp sense of humor, Raheel Raza mentioned that she receives threats for her activity, including death threats, “not really often – maybe once a week.” Raza herself was born in Pakistan and moved with her family to Canada in 1989. She has been advocating for gender equality, women’s rights and interfaith dialogue for more than 20 years and has written two books about the dangers posed by radical Islam. She is also the President of the Council for Muslims Facing Tomorrow. “The Jewish community, especially Israeli Jews, is I think the only community that gets the point,” Raza said. By: TPS News
Musulmano Attivista per i diritti umani Visite Israele, dice l'Islam deve essere riformato. 17 gennaio, 2016. Consiglio per i musulmani Facing Tomorrow, Pew Research Institute, "Per curare la malattia, è necessario prima di chiamarlo con il nome. Questo non è ancora avvenuto con l'Islam radicale, a causa della correttezza politica. Israele sembra essere l'unica comunità dove le persone si ", dice Raheel Raza. Musulmano attivista dei diritti umani, Raheel Raza, è stato recentemente a Gerusalemme per presentare il suo nuovo documentario, "con i numeri:. The Untold Story dei pareri musulmani e demografici" "Per curare la malattia, è necessario prima di chiamarlo con il nome. Questo non è ancora avvenuto con l'Islam radicale, a causa della correttezza politica. Israele sembra essere l'unica comunità dove le persone si ", ha detto Raza in un discorso organizzato dal Forum Legale Internazionale nella notte di Martedì della scorsa settimana. Il suo nuovo documentario si basa sui risultati di sondaggi del Pew Research Institute che studiano le credenze e opinioni tra i musulmani di tutto il mondo. Raza, che narra il film, indica i sondaggi del Pew Research che mostrano la maggioranza dei musulmani di tutto il mondo, il 53 per cento, vuole la legge della Sharia sia la legge ufficiale dei loro paesi. Circa il 39 per cento dei musulmani del mondo - 365 milioni di persone - credono che il delitto d'onore può essere una punizione giustificata per una donna che ha fatto sesso extra-coniugale. Circa il 27 per cento, 237 milioni di persone, credono che gli apostati devono essere eseguiti. Altre figure dai sondaggi mostrano che il 42 per cento dei musulmani francesi e il 35 per cento dei musulmani britannici di età compresa tra 18-29 credono attentati suicidi contro i non musulmani possono essere giustificati. Il mondo occidentale non si rende conto della pericolosità di queste cifre, crede Raza. "La nostra società si è evoluta al punto in cui possiamo avere un dibattito civilizzato di nulla, tranne forse la questione più importante del nostro tempo - l'ascesa dell'Islam radicale", ha detto. Raza ha detto che vuole non solo per aumentare la consapevolezza circa l'Islam radicale nel mondo occidentale, ma anche per comunicare ai musulmani le idee di amore e di pace inerenti Corano. "L'Islam deve essere presa al 21 ° secolo. Così, il concetto di jihad armato era forse il caso in 7thcentury, ma oggi deve essere denunciato dalla nostra religione "." Abbiamo bisogno di distinguere tra il messaggio spirituale di Corano e l'Islam radicale, che si tratta di politica, non di Dio " ha detto. Con un senso dell'umorismo croccante, Raheel Raza ha detto che lei riceve minacce per la sua attività, tra cui minacce di morte, "non proprio spesso -. Forse una volta alla settimana" Raza lei stessa è nata in Pakistan e si è trasferito con la sua famiglia in Canada nel 1989. è stato sostenendo per l'uguaglianza di genere, i diritti delle donne e il dialogo interreligioso per più di 20 anni e ha scritto due libri sui pericoli posti dall'Islam radicale. Lei è anche il presidente del Consiglio per i musulmani Facing Tomorrow. "La comunità ebraica, gli ebrei israeliani in particolare, è credo che l'unica comunità che ottiene il punto", ha detto Raza. Di: TPS Notizie
Regno Israele
EU Inaugurates Palestinian Police Stations as Step Towards ‘Two State-Solution’. E QUALE STATO CI POTREBBE ESSERE SE IO SONO IL REGNO DI DIO DI ISRAELE E PALESTINA? DEVE ESSERE DISTRUTTA LA SHARIA E LE BANCHE CENTRALI OPPURE VI DOVETE FARE QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
Regno Israele
China Announces Support for a Palestinian State with Capital in Jerusalem. ] IO HO SEMPRE AVUTO MOLTI ELEMENTI, PER PENSARE CHE, LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE FOSSE STATA PIANIFICATA CONCORDATA A TAVOLINO TRA USA E CINA: DA MOLTI ANNI FA, PER LA DISTRUZIONE DI: ISRAELE, EUROPA E RUSSIA! MA, IO ORA SONO VERAMENTE, CONVINTO DI TUTTA QUESTA IMPOSTURA E TRADIMENTO CINESE! [ China has called for the establishment of a Palestinian state along the pre-1967 borders, with “East Jerusalem” as the capital. China is the latest country to join the call for a Palestinian state with the demand that Israel give away land liberated during the 1967 Six Day War, including the strategic Golan Heights, the biblical heartland of Judea and Samaria, the Golan Heights as well as eastern Jerusalem – the holiest city in Judaism – which would be the designated capital. “China firmly supports the Middle East peace process and supports the establishment of a State of Palestine enjoying full sovereignty on the basis of the 1967 borders and with East Jerusalem as its capital,” Chinese President Xi Jinping stated Thursday in Cairo during his first address ever to the Arab League, RT reported. He also announced a $7.6 million grant for a solar power station to improve the lives of the Palestinians. Prime Minister Benjamin Netanyahu has repeatedly invited Palestinian Authority President Mahmoud Abbas to restart negotiations towards a two-state solution, but to no avail. In June, China made an official request that its citizens employed in Israel not work in Judea and Samaria. China and Israel have been cooperating extensively in trade and innovation. Recently, for example, the start-up nation was recognized in Shanghai as this year’s country of honor at a prestigious innovation forum. By: United with Israel Staff. La Cina ha chiesto l'istituzione di uno stato palestinese lungo i confini precedenti al 1967, con "Gerusalemme Est" come capitale. La Cina è l'ultimo paese ad aderire alla richiesta di uno Stato palestinese con la richiesta che Israele dà via terra liberata durante la guerra del sei giorni del 1967, tra cui la strategica alture del Golan, il cuore biblico di Giudea e Samaria, le alture del Golan, nonché orientale Gerusalemme - la città santa del giudaismo - che sarebbe la capitale designata. "La Cina sostiene fermamente il processo di pace in Medio Oriente e sostiene la creazione di uno Stato di Palestina godendo piena sovranità sulla base dei confini del 1967 e con Gerusalemme Est come sua capitale," il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato Giovedi al Cairo durante il suo primo discorso mai alla Lega Araba, RT ha riferito. Ha inoltre annunciato una sovvenzione di 7.6 milioni di dollari per $ una centrale solare per migliorare la vita dei palestinesi. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha più volte invitato il presidente dell'Autorità palestinese Mahmoud Abbas a riprendere i negoziati verso una soluzione a due Stati, ma senza alcun risultato. Nel mese di giugno, la Cina ha chiesto ufficialmente che i suoi cittadini impiegati in Israele non lavorare in Giudea e Samaria. Cina e Israele hanno collaborato ampiamente nel commercio e innovazione. Recentemente, ad esempio, la nazione di start-up è stato riconosciuto a Shanghai come paese quest'anno d'onore a un forum di innovazione di prestigio. By: Unito con Israele Personale
Regno Israele
Mother of Six Brutally Murdered by Terrorist Inside Her Own Home. A mother of six was the victim of a brutal terror attack Sunday – the 28th fatality since the upsurge of Palestinian violence that began mid-September. The 39-year-old woman brutally slaughtered in her own home in Judea late Sunday afternoon was identified as Dafna Meir, a mother of six, including two foster children, ages 4 to 17. Meir was also a dedicated nurse at Soroka University Medical Center in Be’er Sheba. “In the name of all Israelis, I want to give strength to all the children of the family. All of us are hurting and share in the painful grief. We will find the terrorist, and he will pay the full price for this heinous murder,” Prime Minister Benjamin Netanyahu stated on his Facebook page. The Palestinian terrorist broke into her home and stabbed her to death in the presence of one of the children; two others were at home as well. First responders tried in vain to save her life. “It was a difficult sight,” said Noam Bar, a senior Magen David Adom (MDA) paramedic. “We saw a woman, about 40 years old, unconscious, not breathing and without a pulse. She had penetration wounds in her upper body. We performed prolonged resuscitation attempts.” The terrorist was an employee in the small Jewish community and this enabled him to enter Otniel and carry out the barbaric attack. The funeral will take place Monday morning at Har Hamenuchot cemetery in Jerusalem. As of Sunday night, the search is still continuing for the terrorist. The community remains in lockdown. “We will not rest until we settle accounts with the terrorist, wherever he is,” Defense Minister Moshe Ya’alon declared. “Today’s murder at Otniel teaches us yet again what a cruel enemy we are up against.” By: Terri Nir, United with Israel
Regno Israele
Netanyahu reacted with fury over the US ambassador’s criticism of Israeli policy vis-a-vis the Palestinians, especially at the height of Palestinian terror. The US ambassador to Israel criticized Israeli policy in Judea and Samaria at a high-profile security conference Monday, a rare public rebuke that drew an angry response from Prime Minister Benjamin Netanyahu. Ambassador Dan Shapiro said that Washington was “concerned and perplexed” over Israel’s strategy of building “West Bank settlements.” Speaking to the annual conference of the Institute for National Security Studies, a top Israeli think tank, he claimed that Israel’s “continued expansion of settlements” raises questions about Israel’s intentions and its stated commitment to establishing an independent Palestinian state. Shapiro added that Israel had also legalized some outposts despite pledges to the United States not to do so. As Israel’s closest friend, the United States is steadfast in its support for Israel, but it was also its role to call Israel out on its errors, Shapiro said. He alleged that Israel restricts Palestinian economic development in the PA-run territories and bemoaned what he called an inadequate response to “settler” violence.
Regno Israele
TUTTO IL SESSO CHE NON è FINALIZZATO AL MATRIMONIO? è PER LA PORCINAIA! IL SESSO è UN ARMA POTENTE PER COSTRUIRE LA SOCIETà, MA è ANCHE UN ARMA POTENTE PER DISTRUGGERLA! VOI SIETE I PRIMI PORCI A CUI ROTHSCHILD TOGLIERà OGNI COSA DURANTE LA GUERRA MONDIALE, PERCHé è IN QUESTO MODO CHE IL FONDO MONETARIO SI RIGENERA! 2016 es el año de la bisexualidad. El lobby de género ha proclamado 2016 como el año internacional de la bisexualidad. Una de las entidades en España, Arcópoli, ha iniciado una recogida de firmas para pedir a la Real Academia de la Lengua que cambie la definición de “bisexual” en el Diccionario de la Lengua Española. Los activistas no quieren que el Diccionario siga definiéndolo como una persona hermafrodita, o que alterna en sus prácticas sexuales con personas de su mismo sexo y del otro. Piden que se recoja literalmente su propia definición: “La persona cuya orientación sexual está enfocada hacia otras de sexo o género igual o diferente al propio, no necesariamente al mismo tiempo ni del mismo modo o con la misma intensidad.” El presidente de la Academia, José Manuel Blecua, y su director, Darío Villanueva, han respondido que el Diccionario no puede modificarse cada vez que un grupo de interés lo pide. La última edición es de 2015. [VozPopuli]
2016 è l'anno della bisessualità. La lobby di genere ha proclamato il 2016 come Anno Internazionale della bisessualità. Uno dei soggetti in Spagna, Arcópoli, ha avviato una petizione per chiedere la Royal Academy of Language per cambiare la definizione di "bisessuale" nel dizionario della lingua spagnola. Gli attivisti vogliono che il dizionario non continua definendolo come una persona ermafrodita, o alternata nelle loro pratiche sessuali con persone dello stesso sesso o l'altro. Letteralmente chiesto di scegliere la propria definizione: "Una persona il cui orientamento sessuale è focalizzata sulla altri di pari o di sesso o di sesso diverso dal proprio e non necessariamente allo stesso tempo o nello stesso modo o con la stessa intensità." Il presidente dell'Accademia Jose Manuel Blecua, e il suo direttore, Dario Villanueva, ha risposto che il dizionario non può essere modificato ogni volta che un gruppo di interesse chiede. L'ultima edizione è a partire dal 2015. [VozPopuli
Regno Israele
IL PAPA FRANCESCO LO HA DETTO: "IN NESSUN MODO, NOI POSSIAMO PARIFICARE LE UNIONI CIVILI ALLA FAMIGLIA NATURALE: SENZA DISTRUGGERE I FONDAMENTI DELLA SOCIETà E LA GERARCHIA DEI VALORI ETICI E MORALI!" Unioni Civili: Renzi, per Pd riforma irrinviabile - LA DIRETTA. Riunione del partito dopo le tensioni sul tema, i verdiniani ma anche l'Ue
Regno Israele
se le decisioni politiche non sono prese in modo collegiale poi, una UE dei popoli non esiste più! IL KOSOVO APPARTIENE ALLA SERBIA E NON SI PUò ESSERE STRAPPATO, PERCHé ALLORA LA GUERRA CHE LA NATO HA FATTO RISULTEREBBE UNA GUERRA DI TIPO IMPERIALISTICO... ED è QUESTA LA VERITà, TUTTO VIENE FATTO PERCHé LA GUERRA MONDIALE CONTRO LA RUSSIA è STATA DECISA E DEVE QUINDI ESSERE REALIZZATA! "Il Kosovo non è uno Stato a tutti gli effetti, qui funziona molto difficilmente l'economia, c'è una frammentazione politica. Prima di prendere decisioni simili, la UE si è sempre consultata con tutti i Paesi membri. Nel caso del Kosovo è stata fatta un'eccezione. Le consultazioni non sono avvenute perché era evidente che alcuni Paesi non riconoscono il Kosovo, pertanto non avrebbero sostenuto questa decisione. In altre parole, l'Unione europea ha agito in elusione delle proprie norme", — ha detto Irina Rudneva.
Secondo l'analista, l'Unione Europea persegue obiettivi specifici. Tuttavia l'ingresso nella UE del Kosovo potrebbe avere conseguenze negative. "Il Kosovo può diventare la bomba ad orologeria all'interno della UE. Quello che fa oggi l'Europa può essere spiegato da una sola cosa: agisce su mandato degli Stati Uniti, cercando di impedire il ritorno del Kosovo all'interno della Serbia. Di recente le azioni dell'Europa sono scandite dagli ordini che arrivano dagli Stati Uniti. Gli USA sono interessati alla destabilizzazione dell'Europa e della regione in particolare. Si costruiscono e rafforzano le basi, la regione viene armata e supportata finanziariamente. Per tenere sotto controllo questa regione, viene integrata nell'Unione Europea", — ritiene Irina Rudneva: http://it.sputniknews.com/politica/20160122/1943275/USA-Balcani-Serbia-Bruxelles.html#ixzz3xzy5t1OA
Regno Israele
c'è sempre più gente maligna: nella nostra società, che stanno diventando tutti come ciniche troie: le figlie del regime massonico Bildenberg: il relativismo il pensiero debole! questa è TUTTA LA LOGICA DEL PERVERTIMENTO DEMONIACO: "DISTRUGGERE DEFINITIVAMENTE LE RADICI EBRAICO CRISTIANE DELL'OCCIDENTE!", ISLAM E DEVITALIZZAZIONE DA DEBITO spa Banche Centrali, IDEOLOGIA GENDER DARWIN SODOMA, MAFIE MASSONICHE, NWO OCCHIO DI LUCIFERO, SU PIRAMIDE TORRE DI BABILONIA, GEZABELE SECOND IN UK! QUESTA è TUTTA UNA FOLLIA CRIMINALE DEI PIù GRANDI SPECIALISTI MASSONI DI INGEGNERIA SOCIALE DELLA STORIA DI SATANA! Washington pronta ad aiutare l'Europa nella crisi dei rifugiati. 22.01.2016 Nel corso di una conversazione telefonica tra Washington e Berlino, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha promesso al cancelliere tedesco Angela Merkel un aiuto “sostanziale” per alleviare la crisi migratoria: http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1942157/usa-aiuto-europa-crisi-rifugiati.html#ixzz3xzvSgWVL
Regno Israele
COME E QUANDO GLI USA VERRANNO RASI AL SUOLO! I SATANISTI SBRUFFONI! Russia, le forze aeree hanno ricevuto 10 bombardieri strategici modernizzati. 22.01.2016. Le forze aerospaziali della Russia hanno ottenuto 10 modernizzate bombardieri strategici modernizzati missilistici. Lo ha dichiarato al canale televisivo "Rossiya 24" il comandante dello Stato Maggiore dell'esercito russo, il generale Valery Gerasimov. "Abbiamo ottenuto due nuovi incrociatori missilistici strategici per la Marina: "Alexander Nevsky" e "Vladimir Monomakh". Dall'industria aerospaziale abbiamo ricevuto 10 bombardieri strategici modernizzati: si tratta di "Tu-160", "Tu-95" e "Tu-22"," — ha detto. I "Tu-95MS" insieme con i "Tu-22M3" e "Tu-160" costituiscono oggi la base del dell'Aviazione strategica a lungo raggio. Complessivamente l'Aviazione russa ha circa 120 bombardieri "Tu-22M3", 64 "Tu-95MS" e 16 "Tu-160". Questi modelli rimarranno in servizio fino al 2020-2030, dopodichè dovranno essere sostituiti da bombardieri di nuova generazione, sviluppati nell'ambito del progetto PAK DA (Complesso di prospettiva aviario dell'Aviazione a lungo raggio). http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1939291/Sicurezza-Difesa-Esercito.html#ixzz3xzt3BhbB
uniusrei lorenzojhwh
Servizi segreti USA non cessano provocazioni vs lavoratori Ambasciate della Russia. ] NON SO COME, CI SI POSSA ASPETTARE DEL BENE DAI SACERDOTI DI SATANA, FINCHé, LORO NON OTTERRANNO LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE A NOME DI FED SPA FMI? NON SI SENTIRANNNO SODDISFATTI! DOPOTUTTO NON CREDO CHE MORIRE IN ANTICIPO, IN PECCATO MORTALE SIA CONVENIENTE, PER LORO.. PERCHé HANNO VISTO TROPPI FILM IN CUI SONO SEMPRE E SOLO GLI ALTRI A MORIRE, PER COLPA LORO, E NON PENSANO CHE è ARRIVATO IL MOMENTO CHE, SAREMO NOI CHE, NOI VEDREMO MORIRE PROPRIO LORO! ANCHE PERCHé C'è IL PROVERBIO CHE DICE: "NON RIDE SEMPRE LA MOGLIE DELL'ASSASSINO!" E LA CIA NATO? è LA TROIA MOGLIE DI SATANA! [ 22.01.2016 I servizi segreti americani non fermano le provocazioni contro i lavoratori russi nelle missioni diplomatiche, non solo negli Stati Uniti, RIA Novosti riporta le parole della portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. "E' noto che gli Stati Uniti hanno scatenato la campagna di sanzioni contro la Russia e che gli Stati Uniti hanno lanciato una propaganda russofobica su larga scala in tutto il mondo, cercando di deviare la responsabilità per il sostegno al colpo di stato armato in Ucraina e per la sanguinosa guerra nel Donbass", — ha dichiarato. "I servizi segreti americani non fermano le provocazioni contro i lavoratori russi nelle missioni diplomatiche, non solo negli Stati Uniti," — ha aggiunto. Come sottolineato dalla Zakharova, con la decisione di revocare l'accreditamento a 5 consoli onorari della Federazione Russa negli USA, l'amministrazione del presidente Barack Obama "prosegue il corso per limitare le relazioni con il nostro Paese." In precedenza Washington aveva ritirato l'accreditamento di 5 consoli onorari della Federazione Russa negli Stati Uniti: in California, nello Utah, nel Minnesota, in Florida e a Portorico: http://it.sputniknews.com/politica/20160122/1942588/Zakharova-Obama-Propaganda-Ucraina-Donbass.html#ixzz3xzmsTits
Regno Israele
ECCO CHI è IL VERO RESPONSABILE DELL'ECCIDI ISLAMICO DI MARTIRI CRISTINI NEL MONDO! GEZABELE SECOND UK ] [ processo decisionale della coalizione a guida saudita. Tuttavia ha sottolineato che la Gran Bretagna fornisce formazione, consulenza e aiuto ai paesi che osservano le norme del diritto internazionale e continuerà a farlo. Stiamo parlando dell'Arabia Saudita? http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1941876/yemen-cameron.html#ixzz3xzjFPVtz
Regno Israele
Nella casa dei Saud volano i coltelli (non è una metafora) 22.01.2016(aggiornato 15:32 22.01.2016) Il principe della Corona Mohammed bin Nayef, attualmente ministro dell’interno, ha tenuto colloqui segreti con i capi tribali del paese per prevenire la salita al trono del principino “impulsivo” Mohammed bin Salman, il favorito figlioletto del regnante Salman, 29 anni. è quanto ha rivelato "un importante attivista dei media saudita" all'agenzia persiana Fars. Bin Nayef, 56 anni, ha cominciato a prendere i contatti con i capi delle kabile avendo saputo che il re saudita avrebbe deciso di lasciare il trono al suo viziatissimo Bin Salman. Salman bin Abdulaziz Al Saud, il re dell'Arabia Saudita (Errori di politica e prezzi del petrolio stanno polverizzando l'Arabia Saudita, Già il paparino — che soffre di demenza — ha nominato costui vice-primo ministro nonché ministro della difesa; il favorito giovanotto, per diventare principe ereditario al posto dell'odiato zio Bin Nayef, ha messo in atto uno sfrenato attivismo politico: ha scatenato la guerra in Yemen, ha decapitato il rispettato sceicco Nimr al-Nimr insieme ad altri 46 per rompere di brutto con Teheran (la bestia nera della Casa), ha intrapreso il ribasso del greggio per distruggere l'Iran e Putin (e gli americani) in quanto concorrenti, profonde mezzi per i jihadisti dell'ISIS (Daesh) per distruggere Assad e l'Iraq; in queste imprese ha rovinato le finanze della monarchia wahabita, ma — pare acquistato un certo favore popolare. E' sempre stato lui che, secondo credibili voci, il 25 settembre scorso provocò l'immane calca con strage di La Mecca, avendo deciso di passare con il suo convoglio di centinaia di limousines e la sua modesta scorta di 200 soldati e 150 poliziotti, ordinò di chiudere due delle tre corsie in uso ai pellegrini per la cerimonia della lapidazione di Satana: da 700 a 4 mila morti, secondo le stime variabili, della folla spinta di lato e accalcata in uno spazio minimo, senza via d'uscita. Insomma, un tipo da far sembrare il dittatore nord-coreano Kim Jong Un, al confronto, un posato statista. Non è dunque strano che i principe ereditario Bin Nayef, 56 anni, avendo deciso di sbarrare il passo alle ambizioni del nipote, abbia preso accurate precauzioni: cambia d'improvviso percorsi e incontri programmati, metodi e composizione delle sue guardie del corpo; di rado visita la reggia; ancor più di rado dorme nei suoi (numerosi) palazzi, ma sta piuttosto nella magione del padre, situata in un'isola del Mar rosso, debitamente fortificata e molto munita di personale. Si sposta per lo più in elicottero e senza preavviso; se deve spostarsi su strada, si fa' accompagnare da autoblindo e un'ottantina di fedelissimi armati. Passa il tempo ad ascoltare e telefonate della reggia, che gli vengono debitamente intercettate (è ministro dell'Interno, dopotutto). E fa' bene, perché i principi rivali che aspirano a occupare il suo posto sono più d'uno. E'una bella famiglia, casa Saud; volano i coltelli, e non è una metafora. Bin Nayef del resto è principe ereditario solo da aprile, quando il re Salman, appena salito al trono, ha licenziato il principe ereditario del precedente re, Muqrin bin ‘Abd al-‘Aziz Al Sa'ud (70 anni), suo mezzo fratello (ma figlio di una yemenita), nominando suo successore (quando Allah vorrà) appunto Mohamed bin Nayef, nipote diretto del fondatore della dinastia, Ibn Saud.
Salman bin Abdulaziz Al Saud, il re dell'Arabia Saudita. Adesso Salman il demente pensa di mettere sul trono il figlio a cui le ha date tutte vinte, che sta conducendo "la politica di interventismo impulsivo" (la frase è in un rapporto del BND, i servizi tedeschi) che ha reso notevole il regno wahabita in questi ultimi mesi: col risultato fra l'altro di irritare Washington — che vuole diventare un venditore di greggio e gas da scisti, quindi un concorrente — e non lo sta appoggiando né nelle ostilità contro Teheran (che il saudita non osa attaccare in una guerra diretta: perderebbe), né nell'invasione contro gli Houti dello Yemen. Anche questa guerricciola non sta andando bene per l'impulsivo di papà. Domenica passata gli yemeniti hanno centrato con un missile Tochka un centro operativo a M'rib uccidendo 120 mercenari di diverse nazionalità, 9 ufficiali sauditi e 11 degli emirati, nonché 11 stranieri della Blackwater — oltre a 6 elicotteri Apache e 4 Black Hawk; un disastro insomma per l'esercito (se così si può chiamare) del figlio prediletto, anche se il materiale è subito stato riacquistato dagli Usa. Soldati sauditi. Yemen, coalizione a guida saudita annuncia fine cessate il fuoco. Poco prima, una fonte dei combattenti yemeniti aveva annunciato di aver ucciso un ufficiale britannico della Blackwater nella regione di Al Wazaya in provincia di Taiz", senza rivelare l'identità del morto. Nella stessa provincia, qualche tempo prima i guerriglieri avevano annunciato d aver ucciso altri mercenari Blackwater, fra cui un americano e un francese, nella loro base a Zobab. Il 23 dicembre, due britannici, un americano e un sudafricano erano caduti in una incursione sferrata a Zobab; il 9 dicembre, nella base di Al-Amri presso Bab el Mandeb erano stati uccisi 14 uomini della Blackwater, fra cui un britannico, un francese, un australiano, e sei colombiani. Così s'è saputo che gli Emirati, che partecipano alla guerra contro gli Houti su ordine dei sauditi, avevano ritirato le loro truppe (chiamiamole così: evidentemente non hanno trovato la guerra così facile come credevano) rimpiazzandole con mercenari latino-americani: 450 colombiani ma anche cileni, salvadoregni e panamensi, poveretti, reclutati dalla Blackwater che fa' da consulente speciale a questi principini. Le perdite, come si vede, sono ingenti — troppo, per una forza mercenaria abituata a guadagna bene sparacchiando in Iraq alle auto che passano — sicché sembra che nella guerra siano fatti entrare, a pagamento, oltre a gente del Califfato, anche sudanesi ed eritrei. Secondo molte voci, la dinastia regnante saudita è nel panico. E sono cominciate le congiure di palazzo. http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1941169/arabia-saudita-re-principe.html#ixzz3xz6SwIcg
Regno Israele
Kiev non ha rispettato quanto deciso il 13 gennaio dal Gruppo di contatto. Kiev è incapace di rispettare gli ordini di un cessate il fuoco nell'Est Ucraina, nonostante gli accordi sulla riconciliazione presi nell'ambito del Gruppo di contatto il 13 gennaio. Lo ha affermato l'inviato russo presso l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), Alexander Lukashevich in una nota. "Sfortunatamente il rappresentante dell'Ucraina, usando una retorica anti-russa, ha solo tentato di trovare scuse per l'incapacità delle autorità di Kiev di rispettare il complesso di misure — ha sottolineato Lukashevich —. Nessuno può essere ingannato da ciò. È completamente chiaro che la palla è nel campo dell'Ucraina". Secondo l'alto funzionario russo "Kiev non è stata in grado di adempiere agli ordini del cessate il fuoco, nonostante gli accordi raggiunti il 31 gennaio dal Gruppo di contatto". Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20160122/1939755/ucraina-incapace-rispettare-accordi-minsk-osce.html#ixzz3xz4mN9PH
Regno Israele
POICHé PER LA BIBBIA IL GAY è UN PECCATORE; DEGNO DI PENA DI MORTE COME UN ADULTERO, ECC... , MA, TUTTI SIAMO DEI PECCATORI: IN QUALCHE MODO PERCHé NON TUTTI I NOSTRI PENSIERI SONO PURI! QUINDI PRIMA DI INIZIARE UN MINISTERO LITURGICO NOI CI IMPEGNIAMO NELLA CONVERSIONE, CONDANNIAMO OGNI FORMA DI PECCATO E CI PONIAMO IN COMUNIONE CON LA PAROLA DI DIO! MA NEL CASO IN CUI UNO SIA RICONOSCIUTO PUBBLICAMENTE UN PECCATORE, RECIDIVO ED IMPENITENTE, INCALLITO E IDEOLGICO GENDER DARWIN SODOMA, E LA SUA VITA SIA UNA OSTINATA NEGAZIONE DELLA PAROLA DI DIO CHE ANDRà A LEGGERE, LUI NON DOVREBBE MAI ANDARE A LEGGERE SUL PODIO LA PAROLA DI DIO, CHE LO HA CONDANNATO: PERCHé CERTO UN ANGELO GLI FARà DEL MALE E LUI MORIRà PREMATURAMENTE! PRIMA EMENDI IL SUO PECCATO, E POI, VADA A LEGGERE LA PAROLA DI DIO! Israele, rabbino: gay può leggere la Torah. Baruffa in una sinagoga scatena polemiche. NON PUò UN RABBINO ESSERE CORROTTO FINO A QUESTO PUNTO E DIRE! Ma nei suoi studi il rabbino Zarki dice di non aver trovato da nessuna parte che gli omosessuali debbano essere ostracizzati, o che sia loro vietato pregare assieme alla loro congregazione, PERCHé è VERO CHE I PECCATORI POSSONO PREGARE NELLA ASSEMBLEA MA è ANCHE VERO CHE NON POSSONO ANDARE SUL PODIO A LEGGERE LA PAROLA DI DIO!
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2016/01/20/-borsa-milano-apre-pesante-ftse-mib-28-_9805204e-975a-4834-8cc2-6a6a6d7014b1.html
Regno Israele
SE HANNO FATTO UNA STATUA A LENIN O A GARIBALDI E CAVOUR, POI, SPERO CHE NESSUNO FACCIA UNA STATUA PER ME! Putin liquida Lenin. 'Le sue idee hanno distrutto la Russia' Il presidente Putin ha criticato aspramente le idee - e i risultati - del padre della rivoluzione russa Vladimir Lenin, che secondo il leader del Cremlino hanno portato alla distruzione della "Russia storica". "Gestire l'andamento del proprio pensiero è giusto, solo che questo pensiero deve portare a risultati corretti e non a quelli di Lenin", ha detto Putin durante un incontro coi vertici dell'accademia delle Scienze della Russia. "E' stato proprio questo modo di pensare che ha portato al crollo dell'Unione Sovietica". "La rivoluzione mondiale - ha chiosato Putin rispondendo al capo dell'Istituto Kurciatov, che aveva citato una poesia di Pasternak su Lenin - non ci serviva".
Regno Israele
CHI HA PORTATO I TERRORISTI ISLAMICI IN SIRIA? TURCHIA ARABIA SAUDITA ED USA: SONO I RESPONSABILI DI QUESTA TRAGEDIA IMMANE E CATASTROFICA: CHE DIO LI RICOMPENSI!! 17 bambini vittime dei 2 naufragi Grecia, 34 i morti in naufragio Kalolimnos
Regno Israele
NON so come potrebbe funzionare la democrazia con voi, se il sangue dei martiri cristiani viene soffocato: impunemente dalla comunità internazionale, se la mancanza di reciprocità della LEGA ARABA e il suo nazismo sharia, generano casi quotidiani di violenza che, io osservo come osservatorio del martirio dei cristiani da oltre 25 anni! CERTAMENTE IO ANDRò A RIMUOVERE IL VOSTRO CODICE DAL MIO SITO WEB IN OGGETTO E CI VEDIAMO NEL GIORNO DEL GIUDIZIO UNIVERSALE! distinti saluti Lorenzo Scarola ----Messaggio originale-- Da: feedback@sharethis.com Data: 21/01/2016 2.42 A: <lorenzo_scarola@fastwebnet.it>  Ogg: Re: non funziona nel mio blog! Type your response ABOVE THIS LINE to reply  lorenzo_scarola@fastwebnet.it Subject: http://evolutionxtalmud.blogspot.it/ “Rules of Conduct .. In order to make the ShareThis Applications and Websites accessible and a positive experience for all users, and to protect the rights of others (e.g., their rights of privacy and other legal rights), You agree to abide by the following rules of conduct. You may not submit, offer links from, share, post or transmit through the ShareThis Applications, Websites, and/or related services any material, or otherwise engage in any conduct that:The page you submitted to our support page for assistance was http://evolutionxtalmud.blogspot.it/ This page contains graphic imagery, including death and mutilation. This is a breach of our Rules of Conduct under Section C outlined above. Moreover, the caption on one of these photos reads: ‘Next time you try to excuse Muslim behavior, remember this is Islam’. This is a breach of those same Rules of Conduct, as explained in Section D above. At this time, we cannot offer support to your website. We would also remind you that any users found to be using ShareThis tools to share the images contained on your website would also be found in breach of our Terms of Service. If you would like to appeal, you can reach out to us directly at support@sharethis.com and we would be happy to review your case. At this time though, we must ask you to remove our tools from your website. As a courtesy, we offer you 7 days to respond, appeal or update the content of your website. In the absence of a reply or a successful appeal, we will delete your ShareThis account in 7 days. Sincerely, Kathryn ShareThis Support
Regno Israele
ecco le 50 NAZIONI DI TERRORISTI PALESTINESI SHARIA DELLA LEGA ARABA Cari abbonati, Dossier di approfondimento gennaio 2016 Allegati: 2016_09_Dossier WWList gen2016.pdf (582K) ecco per voi il 9° numero del Dossier di approfondimento di Porte Aperte, questa volta dedicato alla World Watch List 2016, la lista dei primi 50 paesi dove la fede costa di più. Si tratta di un approfondimento rispetto al comunicato che trovate online o che è stato distribuito ai media in Italia. Troverete trend, analisi e cifre sulla persecuzione che non trovate altrove. Vi ricordiamo che il dossier si aggiunge ai 6 numeri della rivista cartacea che ricevete per posta normale. Speriamo vivamente che vi possa essere utile per conoscere più in profondità la realtà della Chiesa perseguitata.
Regno Israele
Grazie per aver firmato: ora agiamo tutti assieme per inondare i social media con questa campagna così che ogni impiegato di Yahoo conosca questo lato oscuro della sua azienda e l’Amministratrice Delegata Marissa Mayer capisca che ci aspettiamo che agisca al più presto per bloccare la vendita dell’avorio su tutti i siti Yahoo. Usa i pulsanti qui a destra per lasciare un commento su Facebook e twittare a lei e a Yahoo! Questi alcuni spunti su cosa dire, ma ricorda che i messaggi personali e autentici sono sempre più efficaci: È scioccante scoprire che un’azienda come Yahoo sfrutta il mercato dell’avorio contribuendo al massacro e all’estinzione degli elefanti. Il mercato dell’avorio uccide 100 elefanti al giorno: questi giganti gentili si estingueranno se non fermiamo il massacro. Siete una delle aziende leader nel campo della tecnologia, avete la responsabilità di prendere una posizione forte e smettere al più presto di avere un ruolo in questo crudele mercato. http://www.avaaz.org/it/yahoo_ivory_pa_imp/
Regno Israele
Cari avaaziani, il commercio dell’avorio sta portando gli elefanti all’estinzione e Yahoo ci fa affari da capogiro vendendo collanine e gingilli in aste online in Giappone! Abbiamo l’occasione per mettere fine a questo traffico ma dobbiamo agire ora. Google, Amazon e altri grandi siti si rifiutano di vendere l’avorio mentre Yahoo è uno dei pochi grandi negozi online rimasti, ma con la giusta pressione possiamo farli smettere. L’azienda sta perdendo i suoi migliori dipendenti e sta offrendo milioni per convincerli a rimanere. Uno scandalo internazionale può aggravare la crisi e di fronte a questo rischio potrebbero decidere di smettere di lucrare sulla vita degli elefanti. Il mercato dell’avorio uccide 100 elefanti al giorno: è un massacro che loro vivono con orrore perché capiscono benissimo cosa sta accadendo alla loro specie. Raccogliamo un milione di voci in difesa di queste creature meravigliose, e le faremo arrivare a tutti i dipendenti di Yahoo nel mondo così che possano pretendere una svolta dall’interno. Unisciti ora:
Regno Israele
ODIO è LA CONSEGUENZA DI UNA RELIGIONE CHE, UNICAMENTE SI RITIENE SANTA E LEGITTIMA NEL MONDO, e CHE, LA sua TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE, DIVIENE IL PIANO SEGRETO DELLA LEGA ARABA PER SOFFOCARE CON La IPOCRISIA E CON I DELITTI, TUTTI I POPOLI DEL MONDO. Netanyahu: ‘Whoever Wants to See the Truth About the Conflict Should Go to Otniel’, Netanyahu said the truth about the origins of the ongoing Israeli-Palestinian conflict derived from Palestinian hatred. “This hatred has an address: it’s the incitement of the Palestinian Authority.” During a visit to the Israeli settlement of Otniel in the West Bank, where Dafna Meir was slain on Sunday by a 16-year-old Palestinian intruder inside her home, Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu blamed “the incitement of the Palestinian Authority” — in whose jurisdiction the terrorist lives — for Palestinian attacks against Israelis. “Whoever wants to see the truth about the roots of the conflict should go to Otniel and take a look at these incited youths who come to murder people,” said Netanyahu, according to Army Radio, adding, “This hatred has an address: it’s the incitement of the Palestinian Authority.” Addressing the wave of terrorist attacks against Israelis, mostly in the Israeli settlements of Judea and Samaria but also in major Israeli cities, the Israeli Foreign Ministry released a report on Monday saying: “The current wave of terrorist attacks is part of the PA’s strategy of ‘popular resistance.’” The report noted that since September 13, and as of January 17, there have been 108 stabbings, 37 shootings and 22 car-rammings, resulting in 29 dead (including a Palestinian and foreign worker who was mistakenly identified as a terrorist) and 289 wounded. Palestinian reports say dozens of Palestinians have been killed, including many of the alleged attackers, in clashes with Israeli security forces during the same period. Defense Minister Moshe Ya’alon, meanwhile, said the current wave of terrorism “demands patience,” also according to Army Radio. “We know how to overcome it,” he added. His comments echoed remarks by IDF Chief of General Staff Gadi Eizenkot at a security conference in Tel Aviv, whose outlook on violence against the Israeli settler community was pessimistic. “The terrorism in the Judea and Samaria area has been going on for years, and one doesn’t have to be a great strategist to assume that it will continue for many more years,” he said.
Regno Israele
QUALE SEPARAZIONE, MURO DI DIVISIONE, HANNO CREATO CONTRO GLI SCHIAVI DHIMMI, CHE HANNO SUBITO IL GENOCIDIO IN TUTTA LA LEGA ARABA? QUESTA REALTà SHARIA NAZISTA DEL MONDO ISLAMICO è TROPPO NAZISTA, PER NON ESSERE MENZOGNERA IPOCRITA, CRIMINALE E INQUIETANTE, IN UNA PERISOLOSISSIMA SITUAZIONE SENZA RECIPROCITà! Pubblicato il 17 gen 2016 PA Chairman Mahmoud Abbas addressing Greek Parliament: "A racist separation fence was built and continues to be built between us and the Israelis. We do not want a fence to separate us. We want a bridge that will connect us. We are neighbors and we will be friends in the future. What can prevent this? By the way, we are absolutely not against the Jewish religion, and we cannot be against the Jewish religion. The Jewish religion is an honorable religion and we all honor it, appreciate it and recognize its sanctity. Our problem is with the Zionist occupation." [Official PA TV, Dec. 22, 2015
Regno Israele
How Abbas Lies With a Straight Face, https://youtu.be/Z0x5jCjN-Zs Palestinian Authority Chairman Mahmoud Abbas claims before the Greek parliament that he loves the Jews and wants to build physical and metaphorical bridges with them. The problem is that he is lying. When addressing the Greek parliament at the end of December, Abbas decries the “racist separation fence that was built and continues to be built.” He denies that the Palestinians are at war with the Jewish religion. He claims that they honor it, appreciate it and recognize its sanctity. He then claims that the crux of the problem is “the Zionist occupation.” He refuses to make the connection that the State of Israel is a Jewish state. Regardless of what Abbas said here, this is not what he says to Palestinians at home.
Regno Israele
chi ha iniziato, questo rito cannibalico di sanzioni assurde, che fomenta odio tri i popoli, alza muri e barriere, impoverisce crea omicidi e povertà: è stato chi ha pensato con un golpe nazista pravy sector di risolvere i problemi identitari del Paese, sommamente: i politici Europei sono i criminali: che, sotto la direzione demoniaca della CIA hanno assunto la legittimità del delitto di un GOLPE, e poi, sono proseguiti con coerenza lungo questa strada criminale! COSì CON COERENZA FINO ALLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE, CHE IL FMI SPA BCE hanno ORDINATO alla NATO di realizzare PER NASCONDERE I FALSI IN BILANCIO: del sistema monetario Banche Centrali SpA Rothschild, quindi, è SULLA UE che, RICADE IL DELITTO DI GENOCIDIO E DI NAZISMO E DI STRAGE, TUTTI I CRIMINI CHE SI STANNO CONSUMANDO IN UCRAINA OGGI ] [ L’Ucraina vuole vietare i libri russi. 21.01.2016. Il Primo Ministro ucraino Arsenij Yazenyuk ha incaricato una schiera di ministri di studiare la possibilità di introdurre il divieto di introduzione nel paese dei libri russi. Lo ha comunicato il deputato ucraino Ostap Semerak. "Il Primo Ministro ha dato l'incarico ai rispettivi ministri di esaminare la mia proposta sul divieto di introduzione sul territorio doganale ucraino prodotti editoriali stampati in Russia", ha scritto il deputato sulla sua pagina Facebook. Semerak ha sottolineato che "non si tratta del divieto della letteratura o della lingua russa, ma l'istituzione regole legittime e patriottiche per gli editori ucraini". Secondo il deputato, la letteratura russa "è più nociva delle salsicce o del sapone". La Russia dal primo gennaio 2016 ha introdotto nei confronti dell'Ucraina l'embargo alimentare. In risposta, Kiev ha introdotto contro Mosca sanzioni per una serie di prodotti che si protrarranno fino al 5 agosto o fino all'annullamento dell'embargo sui prodotti ucraini: http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1936138/ucraina-divieto-libri.html#ixzz3xwmrXqd4
Regno Israele
Governo italiano: scelte sbagliate e conti SEMPRE PIù salati. 21.01.2016( La politica italiana affronta con drammatica incoscienza le priorità delle azioni del Governo. Lo dimostra questa burrascosa settimana in cui l'ottimismo della ripresa è scosso da uno tsunami di brutte notizie. La prima è che il debito italiano non diminuisce, anzi è salito di 76 miliardi di euro. L'assurdità sta proprio qui: è noto come il debito sia, insieme al sistema della Previdenza e della Tv pubblica, una vera zavorra per lo sviluppo del Paese; eppure qualunque governo, che sia di destra, centro o sinistra, tecnico o politico, di coalizione o di pacificazione nazionale, pare dimenticarsene non appena prestato il giuramento. Grandi proclami durante le elezioni, ma poi il canovaccio è sempre quello: tassa, fai debiti e spendi. Di recente Carlo Cottarelli, ex commissario alla Spending Review dimessosi in polemica con Renzi, di fronte ad una platea di studenti aveva ammonito: Le attuali condizioni favorevoli sul mercato dei capitali sembrano aver fatto scivolare in secondo piano questo problema; e sarebbe un errore perché un dato ancora molto alto ci espone a potenziali rischi elevati. È chiaro che in determinate circostanze può risultare necessario accrescere la spesa pubblica per stimolare l'economia, ma oltre certi limiti non si può andare. È il caso dell'Italia che lo scorso anno ha fatto registrare uno dei rapporti tra debito pubblico e prodotto interno lordo più alti della sua storia: 133 per cento, un dato che ci pone al terzo posto nella graduatoria di demerito dei Paesi avanzati, alle spalle di Giappone e Grecia. Neanche a farlo apposta, i rischi paventati da Cottarelli sul "Sistema Italia" si sono puntualmente verificati, con il crollo del valore di molti titoli bancari su Piazza Affari, col timore che si inneschino altri crac a cascata con conseguenti ricadute sociali. Alla faccia del solido sistema bancario elogiato a più riprese dal Ministero dell'Economia e dalla Presidenza del Consiglio: escusatio non petita per giustificare l'iperattività dimostrata dal Governo nel campo della finanza, che ahimé non ha dato i risultati sperati. Purtroppo è impensabile che per un Paese con un indebitamento a livello record, secondo solo a quello della Grecia, si possa elaborare un piano di salvataggio come avvenuto qualche anno fa in altri Stati europei e negli USA: non solo non lo permetterebbero più le norme, ma mancherebbe persino il denaro per poterlo attuare. La situazione è figlia dell'incapacità di tagliare e razionalizzare i troppi sprechi e gli stipendifici che hanno dissanguato l'Italia dalla Prima Repubblica in avanti. Cambiano gli attori, dicevamo, ma il copione resta uguale. Ne è una dimostrazione la notizia che il Governo varerà un decreto, su proposta del Ministro dell'Economia, volto a escludere parzialmente o totalmente alcune società partecipate dalle nuove norme della riforma Madia. Per intenderci, il decreto Madia è quello che dovrebbe dare una stretta ai carrozzoni a partecipazione pubblica. Questo provvedimento, che ancora una volta affida al premier un discutibile potere di scelta soggettiva che fa il paio coi poteri autoassegnatisi in tema di Cda della RAI, relega in secondo piano l'idea di una pulizia globale del sistema e crea una zona grigia sulla quale continuerà il controllo diretto della politica e cioè quello delle mani bucate. La scelta è incomprensibile, in particolare visto che la quota interesse, complice il calo dello spread e il Quantitative Easing di Draghi, ha continuato a scendere. Basti pensare che proprio quest'ultimo intervento della Banca Centrale Europea ha fatto risparmiare in 9 mesi agli italiani 26 euro a testa per gli interessi sul debito. Se presto o tardi gli italiani salderanno il salatissimo conto delle scelte dei loro governi, tale salasso verrà pagato sul fronte delle politiche estere. Le frasi renziane tipo Non perdo la faccia per due tubi (parole riferite alla moral suasion che il Governo avrebbe dovuto mettere in atto nella realizzazione del gasdotto North Stream) e gli attacchi scomposti, come quello a Junker perchè è a rischio l'avvallo sulla Legge Finanziaria, porteranno solamente conseguenze nefaste a tutti gli italiani. E dopo il solito bluff del premier, con la richiesta di una riunione per rivedere i rapporti con la Russia, ecco che il Governo conferma di nuovo le sciagurate sanzioni, aggravando i danni all'economia reale, quantificabili in più di 2 miliardi e mezzo nel 2015. L'orchestra governativa di Renzi va avanti a suonare, mentre il Titanic Italia continua ad affondare: http://it.sputniknews.com/italia/20160121/1929993/italia-governo-sbagli.html#ixzz3xvSvjeUF
Regno Israele
Zakharova: irresponsabile la politica dell’UE nei confronti della crisi dei migranti. 21.01.2016 La politica dell’Europa nei confronti della crisi dei migranti crea pericolo per il continente. Lo ha dichiarato il portavoce ufficiale del Ministero degli Esteri Maria Zakharova tramite RIA Novosti. "Questa politica irresponsabile dell'Europa nei confronti di questa crisi, di questa catastrofe umanitaria, che è in corso, comporta una minaccia per il nostro contintente", ha detto Zakharova. Secondo lei, in questo momento l'efficacia degli sforzi dei paesi dell'UE per la risoluzione della crisi è insufficiente. Zakharova ha espresso l'opinione che la causa della crisi dei migranti consiste anche nell'assenza di una posizione concorde tra gli stati europei relativa alle misure pratiche per la risoluzione e "del difficile e crescente andamento del problema: http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1935093/zakharova-politica-ue-irresponsabile.html#ixzz3xvRiliE9
Regno Israele
Le bombe USA che sostengono il terrorismo. 21.01.2016URL abbreviato, What they say about USA. 06120, L'esito di un anno di raid americani sui paesi musulmani a caccia dei terroristi dell'ISIS è un nulla di fatto. Tante bombe lanciate e poi gli attentati di Parigi e Istanbul rivelano che nulla è cambiato. Il 12 gennaio un terrorista suicida si è fatto esplodere nel centro di Istanbul uccidendo 10 persone e ferendone altre 15. Un'altra volta ancora la Turchia è rimasta vittima della spirale di violenza e sangue. Espressioni come "un attacco malizioso" ed un "atto flagrante" usate nei titoli hanno ormai perso il loro effetto sulla gente. Due frasi nel messaggio sono particolarmente significative: "L'attentato di oggi è causato dal vuoto in Siria" e "la maggiore fonte di terrorismo è la guerra civile in Siria". Queste affermazioni non si possono discutere, ma restano i punti interrogativi. Meglio tre giorni di Russia che un anno di USA: NELLA DISTRUZIONE DI DAESH, Quali forze e quali paesi hanno causato il vuoto in Siria? Qual'era la posizione del governo turco mentre questo avveniva? Il governo turco insieme alle potenze occidentali ha contribuito alla guerra? Se potessimo tornare indietro nel tempo, appoggeremmo comunque l'opposizione in Siria? Queste domande vennero poste già a suo tempo, quando il governo ricevette delle interrogazioni in merito. Le atrocità dei terroristi non aiutano a trovare una risposta e seminano soltanto più odio. Gli USA hanno sganciato 23 144 bombe in sei paesi musulmani nel 2015. Questi paesi sono Iraq, Siria, Afghanistan, Yemen, Somalia e Pakistan. Qual'è il risultato? 25 mila militanti del Daesh uccisi negli ultimi 17 mesi. La CIA riporta che nel 2014 in totale c'erano 30 mila militanti. Il numero è ancora 30 mila. Non cambia mani. E' risaputo che i Talebani stanno crescendo e guadagnano potere in Afghanistan. Qual'è allora lo scopo dei bombardamenti degli USA se il terrorismo continua a crescere? http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1935212/terrorismo-usa-turchia.html#ixzz3xvQuEVPQ
Regno Israele
Maria Zakharova: forze estere continuano a supportare i terroristi in Siria. ARABIA SAUDITA LA DEVE SMETTERE DI FOMENTARE IL TERRORISMO MONDIALE! 18:46 21.01.2016(aggiornato 20:06 21.01.2016) URL abbreviato 11880153 Alcune forze estere continuano a fornire supporto ai terroristi in Siria, anche con le armi. Lo ha annunciato il portavoce ufficiale del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova. "Mentre tutte le parti interessate legano le speranze all'inizio di un dialogo tra le autorità sirane e l'opposizione, concreto, e come prescritto e come supponiamo, inclusivo, da parte di alcune forze estere continuano a fornire il loro supporto ai guerriglieri in Siria, compresi, cosa ancora più terribile, i gruppi terroristici, sia con le armi che con le munizioni", ha detto Zakharova durante il briefing di giovedì. "Una simile attività discredita qualsiasi dichiarazione pubblica sulla possibilità di una risoluzione della crisi in Siria in modo pacifico, vanifica gli sforzi per il sostegno del processo di pace, fondato sulla risoluzione 2254 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU", ha evidenziato il portavoce ufficiale del Ministero degli affari esteri russo.: http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1934759/zakharova-supporto-terrorismo.html#ixzz3xvP5YWFH
Regno Israele
Nato. Gli spettri della Nato incombono sulla tragedia di Ustica. 21.01.2016(aggiornato 20:07 21.01.2016) Condannati il ministero della difesa e dei trasporti per omesso controllo del traffico aereo. Il disastro fu causato con "elevata probabilità" da un missile o da una "quasi collisione" con un altro velivolo intruso. I rottami del DC-9 Itavia I-TIGI precipitato a Ustica. Ustica, ministeri di trasporti e difesa dovranno risarcire i familiari delle vittime Dopo 35 anni, i ministeri della difesa e dei trasporti italiani dovranno risarcire 12 milioni di euro a 31 familiari delle 81 vittime del disastro del Dc-9 Itavia, precipitato al largo di Ustica il 27 giugno 1980, per essere stati ritenuti responsabili per omesso controllo del traffico aereo. La responsabilità per depistaggio, a carico dell'aviazione italiana, anche se accertata, è stata dichiarata prescritta, Il tribunale civile di Palermo ha così deciso pronunciandosi, il 13 e il 19 gennaio, con tre distinte sentenze che si aggiungono a quelle già emesse nel capoluogo siciliano, alcune delle quali confermate anche in appello e in Cassazione. Secondo i giudici della terza sezione civile, il disastro fu causato con "elevata probabilità" da un missile o da una "quasi collisione" con un altro velivolo intruso, perciò da un evento esterno alla carlinga dell'aereo: http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1934574/nato-strage-ustica-compensazione-italia.html#ixzz3xvNN8bvw
Se ricevi altri due avvertimenti, il tuo account verrà sospeso. [ Avvertimento 1 ] Exodus Revealed part 4 ID video: cLk1EyoxnN8
Exodus Revealed part 1 ID video: m-KI8Rvh-xg
Exodus Revealed part 3 ID video: 0NOSgr4XEeg
Rivendicato da Questar Entertainment il 04 nov 2015
===========================
ISRAEL ] [ LOL. il mio genio: meccanico tutto fare elettrauto carrozziere? lui mi ha detto: "altro che la Chiesa, tu il meccanico dovevi fare!"] poi, ha aggiunto: "tu hai saputo che hanno tagliato la testa a Padre Pio?" IO SAPEVO COSA LUI STAVA DICENDO, A NAPOLI CI SONO 20 CHIESE DI SATANA, CHE MALEDICONO TUTTI GLI INCROCI DELLA CITTà, E CERTAMENTE LORO HANNO DECAPITATO PADRE PIO, PROPRIO COME GLI ISLAMICI SAUDITI E TURCHI DECAPITANO I MARTIRI CRISTIANI! Perché la sharia e i sacerdoti di satana della CIA? sono una sola famiglia, tutti i figli dei farisei anglo-americani! io SPERO TANTO CHE LORO NON DEBBANO UCCIDERTI FIGLIA MIA: un giorno di questi!
se l'obiettivo è sterminare 5 miliardi di persone? La Cina si può accordare con USA per farlo, E FINGERE DI COMBATTERSI RECIPROCAMENTE. Combattendosi reciprocamente? è soltanto una STRATEGIA SPA FMI, SPA ROTHSCHILD BANCA MONDIALE! ma, IL VERO OBIETTIVO è DISINTEGRARE: ISRAELE EUROPA E RUSSIA!
shalom ] CHI HA SCELTO DI NON SUPPORTARE ISRAELE? [ lui ha scelto la guerra mondiale nucleare! So che non riuscite a capire una logica, ma, io credo che, voi dovreste fidarvi di Unius REI dopo tutto quello che lui ha fattoed ha sofferto per voi: i peccatori!
=================
A Presadiretta la mamma surrogata che fa figli per i gay, Ha portato avanti gravidanze per due coppie di omosessuali italiani ] QUINDI, NOI ABBIAMO TROVATO UNA MISSIONARIA CHE, PER AMORE FA FIGLI, UTERO IN AFFITTO AI GAY: A PAGAMENTO, MA, DI SOLDI è VOLGARE PARLARNE [ 23 gennaio 2016, Presadiretta, la storia della mamma surrogata che fa figli per i gay, In piena polemica sull’utero in affitto le telecamere di Presadiretta con Danilo Procaccianti, sono andate fino in California, a Palm Springs, una delle 10 città degli Stati Uniti con la più alta concentrazione di coppie omosessuali. Presadiretta ha raccolto la storia di Kirin Manson, già mamma di tre bambini che ha deciso di portare avanti anche due gravidanze surrogate per due diverse coppie di omosessuali italiani. Kirin è sorpresa dalle polemiche italiane e non vuole parlare di soldi: “Non si può mettere un prezzo su quello che faccio, è il dono della vita, perché parlare di un prezzo?”
===========
in problema islamici ASSASSINI NAZISTI SHARIA? deve essere affrontato nel suo insieme, OPPURE, LA ALLEANZA CON USA DEVE SALTARE IMMEDIATAMENTE! UE DEVE ROMPERE CON USA: DEVE ESSERE DISTRUTTA LA NATO, LE BASI USA DEVONO USCIRE DALLA ITALIA, E SI DEVE FARE ALLEANZA MILITARE CON RUSSIA E ISRAELE! In Iran, dall'avvento al potere del presidente "moderato" o "riformatore" Hassan Rohani nel giugno 2013, "il tasso di esecuzioni è nettamente aumentato" e da allora sono già state eseguite 2.277 impiccagioni, 980 delle quali solo nel 2015. Di queste ultime 610 "segrete", segnalate da fonti non ufficiali. A denunciarlo è l'associazione contro la pena di morte Nessuno tocchi Caino, che a Roma ha presentato un rapporto sulla situazione dei diritti umani nella Repubblica islamica dal titolo "Il volto sorridente dei Mullah", solo tre giorni prima della visita ufficiale di Rohani. Con un appello alle principali cariche dello Stato italiano perché "pongano la questione dei diritti umani al centro di ogni incontro e intesa" con Teheran. Il rapporto denuncia anche la pena di morte per minorenni, la persecuzione delle minoranze religiose, etniche o sessuali, la discriminazione delle donne, la tortura, il ricorso a forme crudeli di esecuzione, come la lapidazione o l'impiccagione "lenta", la negazione della Shoah.
===================
LA MALEDIZIONE ISLAMICA LEGA ARABA DEVE ESSERE AFFRONTATA NEL SUO INSIEME SHARIA, CON SCOPO IMMEDIATO E PRIORITARIO! QUESTE BESTIE MANDANO A MORIRE I BAMBINI! Cisgiordania, ragazzina palestinese uccisa [Avvenire. Secondo quanto riferisce il portavoce della Polizia israeliana, Luba Samri, la ragazzina avrebbe avuto una lite in famiglia prima di uscire di casa con in mano un coltello. ] Negli ultimi 4 mesi gli accoltellamenti da parte di palestinesi sono stati con cadenza quasi giornaliera e hanno provocato finora 25 vittime israeliane e uno studente americano, mentre 147 sono i palestinesi uccisi dal fuoco israeliano, 102 dei quali identificati come aggressori.

ITALIA ISRAELE RUSSIA ] un organismo può avere diverse malattie, ma, un medico agirà prima e drasticamente su una malattia che può essere mortale nel suo immediato: LETALE.. USA non possono scatenare una guerra mondiale contro di voi senza la LEGA ARABA e non esiste al mondo, un nazismo immediatamante così, sharia letale per voi! ] SU QUESTA IMPOSTAZIONE è SOMMAMENTE NECESSARIO CHE LA NATO E LA STESSA UNIONE EUROPEA SI DISINTEGRINO SE NECESSARIO!
ERDOGAN tu sei tutto scemo! io sto facendo di tutto per salvare la vita dei sacerdoti di satana, che hanno fatto centinaia di omicidi aberranti, come io posso un uccidere qualcuno in qualsiasi parte del mondo? io non vedo le persone attraverso la loro religione! TUTTAVIA, TU PUOI SEMPRE FARTI AVANTI PER CONQUISTARE LA SICILIA, COME TU MI DICESTI CHE AVRESTI FATTO ALCUNI ANNI FA!


e ARABIA SAUDITA ONU SHARIA AL-QAEDA, QUANDO LI PUNITE?
Siria: Ue allunga lista delle sanzioni. Colpite altre tre persone e nove società del regime di Damasco

Canada's FM Demands Probe into Rockets at UNRWA Schools. Canadian Foreign Minister John Baird says he is "appalled" to hear of rockets being found in UN run schools in Gaza. First Publish: 7/23/2014, Canadian Foreign Affairs Minister John Baird
Canada's Foreign Minister on Tuesday called for a United Nations (UN) investigation of the discoveries of weapons caches at schools it operates in Gaza.
"I was appalled to hear reports, one as recent as today, of stockpiles of rockets in a school run by the United Nations Relief and Works Agency (UNRWA) in Gaza," Canadian Foreign Affairs Minister John Baird said, according to the AFP news agency.
"Even more alarming were reports that in the first case, officials with the United Nations returned these weapons to Hamas (which Canada lists as a terrorist organization), once Israeli officials discovered their location," he said. Baird did not specify the source of these allegations. "Canada unequivocally calls on the United Nations to launch an immediate independent investigation to determine the facts surrounding these reports. Canada also calls on the United Nations to ensure that in the second case, no rockets are returned to Hamas," said the Canadian Foreign Minister. "Anything less than an independent investigation would be absolutely unacceptable," he declared. UN officials had earlier announced the discovery of weapons in a vacant school in the Gaza Strip, the second time in a week. The UN agency for Palestinian Arab refugees UNRWA last Thursday said it had launched an investigation after finding 20 rockets hidden in another of its vacant schools in the Gaza Strip. It condemned the incident -- the first of its kind -- as a "flagrant violation" of international law, and said the rockets had been removed and the "relative parties" informed. However, it was later reported that rather than destroying the rockets, UNRWA workers called Hamas to come remove them. While UNRWA confirmed the existence of rockets in one of its schools last week, the organization refused an Israeli request to provide a picture of the weapons. A picture could have helped Israel show that Hamas uses civilian institutions to store weapons and launch attacks. Hamas has openly used human shields in its latest conflict with Israel. The terrorist group has also issued a statement urging Gaza residents to ignore IDF warnings to evacuate their homes. Canada FM Richieste sonda in Rockets a UNRWA scuole. Il ministro degli Esteri canadese John Baird si dice "costernato" per sentire di razzi essere trovati in scuole gestite delle Nazioni Unite a Gaza. Prima pubblicazione: 2014/07/23, ministro canadese degli affari esteri John Baird. Il ministro degli Esteri del Canada il Martedì chiesto Nazioni Unite (ONU) indagine delle scoperte di depositi di armi nelle scuole opera a Gaza. "Sono rimasto allibito per ascoltare le relazioni, una recente come oggi, delle scorte di razzi in una scuola gestita dalla soccorso e lavori delle Nazioni Unite (UNRWA) a Gaza", ha detto il ministro degli Esteri canadese John Baird, secondo le notizie AFP agenzia. "Ancora più allarmante sono state segnalazioni che nel primo caso, i funzionari con le Nazioni Unite restituiti queste armi per Hamas (che il Canada elenca come un'organizzazione terroristica), una volta che i funzionari israeliani hanno scoperto la loro posizione", ha detto. Baird non ha specificato la fonte di tali affermazioni. "Il Canada chiede in modo inequivocabile alle Nazioni Unite di avviare un'inchiesta indipendente immediata per determinare i fatti che circondano queste relazioni. Canada invita anche le Nazioni Unite al fine di garantire che nel secondo caso, razzi vengono restituiti a Hamas", ha detto il ministro degli Esteri canadese. "Qualsiasi cosa meno di un'indagine indipendente sarebbe assolutamente inaccettabile", ha dichiarato. funzionari delle Nazioni Unite in precedenza aveva annunciato la scoperta di armi in una scuola vacante nella Striscia di Gaza, la seconda volta in una settimana. l'agenzia Onu per i profughi arabi palestinesi UNRWA Giovedi scorso ha detto di aver avviato un'indagine dopo aver trovato 20 razzi nascosti in un'altra delle sue scuole vacanti nella Striscia di Gaza ha condannato l'incidente -. il primo del suo genere - come una "flagrante violazione" del diritto internazionale, e ha detto che il razzi erano stati rimossi e le "parti relativi" informati. Tuttavia, fu poi riferito che invece di distruggere i razzi, i lavoratori dell'UNRWA chiamato Hamas a venire rimuoverli. Mentre UNRWA ha confermato l'esistenza di razzi in una delle sue scuole la settimana scorsa, l'organizzazione ha rifiutato una richiesta di Israele di fornire un quadro delle armi. Un quadro potrebbe aver aiutato Israele mostra che Hamas usa le istituzioni civili per immagazzinare armi e attacchi di lancio. Hamas ha apertamente utilizzato scudi umani nel suo ultimo conflitto con Israele. Il gruppo terroristico ha inoltre rilasciato una dichiarazione invitando i residenti di Gaza di ignorare gli avvertimenti dell'esercito israeliano di evacuare le loro case.

United Nations Secretary General Ban Ki-moon è un traditore, dei diritti umani fondamentali del 1948, lui è un islamico per la sharia del califfato mondiale! Watch: Netanyahu Presents UN Chief with Hamas Rockets. During Ban Ki-moon's visit to Israel, PM Netanyahu presented him with the rockets and operating methods of Hamas terrorists: 7/23/2014, During United Nations Secretary General Ban Ki-moon's visit to Israel on Tuesday, Prime Minister Binyamin Netanyahu presented him with the rockets and operating methods of Hamas terrorists. Netanyahu showed Ban, among other things, some of the long-range rockets that Hamas has used to target central Israel. Netanyahu also showed the UN chief some proof that Hamas has been using civilians as human shields. The two later made statements to the press. During the press conference, Ban condemned Hamas's rocket attacks against Israel, but also urged Israel to exercise "maximum restraint."
un cecchino può uccidere a più di due km di distanza, la vostra strategia militare è sbagliata! Two IDF Officers Killed in Gaza will Be Buried Today. Funeral arrangements are announced for Lieutenant Natan Cohen hy"d, 23, of Modiin, and Dmitri Levitas hy"d, 26, from Jerusalem. Two IDF officers were killed in Gaza on Tuesday evening, according to a statement released by the IDF Spokesperson's Unit on Wednesday morning. One of them has been identified as Captain Natan Cohen, 23, of Modiin, a company commander in the Armored Corps. The second is Captain Dmitri Levitas, 26, from Jerusalem. Both officers appear to have been killed by snipers. Captain Natan Cohen will be buried Wednesday at 6:00 p.m. at the military cemetery in Modiin. Captain Dmitri Levitas will be buried at Har Herzl, in Jerusalem, at 3:00 p.m. The IDF Spokesman conveyed the request of the Levitas family, that media refrain from covering the funeral. 29 officers and soldiers have been killed since the beginning of Operation Protective Edge. In addition, said the IDF statement, a total of 20 IDF soldiers were wounded on Tuesday in Gaza, among them three seriously, nine moderately and eight soldiers were lightly wounded. A soldier killed in Gaza on Tuesday morning was identified later that evening as Staff Sergeant Evyatar Turgeman, 20, of Beit Shean. Turgeman, a soldier in the Paratroopers unit, was killed in a shootout with terrorists, and was the 28th soldier killed in Operation Protective Edge. Earlier Tuesday it was revealed that Sergeant Oron Shaul, 21, is missing and presumed dead. Due ufficiali dell'esercito uccisi a Gaza sarà sepolto oggi. Funerali sono annunciati per il tenente Natan Cohen HY "d, 23, di Modiin, e Dmitri Levitas HY" d, 26, da Gerusalemme. Due ufficiali dell'esercito sono stati uccisi a Gaza il Martedì sera, secondo una dichiarazione rilasciata dall'Unità del Portavoce dell'IDF Mercoledì mattina. Uno di loro è stato identificato come il capitano Natan Cohen, 23, di Modiin, un comandante di compagnia nel Armored Corps. Il secondo è il capitano Dmitri Levitas, 26, da Gerusalemme. Entrambi gli ufficiali sembrano essere stati uccisi da cecchini. Il capitano Natan Cohen sarà sepolto Mercoledì alle 06:00 presso il cimitero militare di Modiin. Il capitano Dmitri Levitas sarà sepolto a Har Herzl, a Gerusalemme, alle 15:00 Il portavoce dell'IDF trasmesso la richiesta della famiglia Levitas, che i media si astengano dal coprire il funerale. 29 ufficiali e soldati sono stati uccisi dall'inizio dell'operazione di protezione Edge. Inoltre, ha detto che la dichiarazione IDF, per un totale di 20 soldati israeliani sono rimasti feriti il Martedì a Gaza, tra i quali tre in modo grave, nove moderatamente e otto soldati sono stati leggermente feriti. Un soldato ucciso a Gaza Martedì mattina è stato identificato più tardi quella sera, come sergente Evyatar Turgeman, 20, di Beit Shean.
Turgeman, un soldato dell'unità Paracadutisti, è stato ucciso in una sparatoria con i terroristi, e fu il soldato ucciso in 28 Operazione protettiva Edge.
In precedenza Martedì è stato rivelato che il sergente Oron Shaul, 21, è mancante e creduto morto.

U.S. Lawmakers Broaden the Sanctions on Hezbollah. House of Representatives votes to broaden financial sector sanctions on the Hezbollah terrorist group. First Publish: 7/23/2014, Hezbollah terrorists. U.S. lawmakers voted Tuesday to thwart efforts to fund Hezbollah by punishing banks and other financial organizations that help the funneling of money to the Lebanese terrorist group. According to AFP, the House of Representatives voted unanimously to broaden financial sector sanctions on Hezbollah and allow the Treasury more power to "relentlessly" pursue foreign banks, including central banks, that do business with the group that Washington designated a foreign terrorist organization in 1995. The Senate would need to pass the legislation before President Barack Obama signs it into law. The bill has yet to be placed on the Senate calendar. "This bill builds on the existing sanctions regime by placing Hezbollah's sources of financing under additional scrutiny, particularly those resources outside of Lebanon," House Foreign Affairs Committee chairman Ed Royce was quoted as having said shortly before the vote. The U.S. sanctions would help reduce Hezbollah's global reach, he added. "We must be focused on some 5,000 Hezbollah fighters in Syria, massive international drug and money laundering operations, and the terrorist organization's acquisition of advanced missile systems," Royce added, according to AFP. The bill would target what it says are Hezbollah's criminal activities by calling on Obama to label the group a narcotics trafficking organization, with lawmakers warning of the groups systematic use of narcotics trafficking networks as a fundraising tool.
The measure would also label Hezbollah a transnational criminal organization, compelling the administration to take action to counter the group's engagement in money laundering and trafficking in counterfeit goods. On July 10, the U.S. Treasury blacklisted the Stars Group Holding, a Beirut-based network of companies accused of helping Hezbollah procure military equipment. In 2011 Treasury sanctioned the Lebanese Canadian Bank, accusing it of laundering hundreds of millions of dollars from a narcotics network. The bank, which has since been dissolved, paid a fine of $102 million to U.S. authorities in 2013 to avoid prosecution. Exactly one year ago, on July 22 of 2013, when the European Union listed Hezbollah's military wing as a terrorist organization. At the time the EU stressed it will continue to dialogue with all the parties in Lebanon and as such, chose not to blacklist Hezbollah's political arm, which is a key party in the Lebanese government. Unlike the EU, Bahrain has gone all the way with Hezbollah and in April of 2013 became the first Arab country to blacklist the group as a terrorist organization. I legislatori statunitensi Ampliare le sanzioni su Hezbollah. Camera dei Rappresentanti vota per ampliare le sanzioni del settore finanziario sul gruppo terrorista Hezbollah. Prima pubblicazione: 2014/07/23, terroristi Hezbollah. Legislatori degli Stati Uniti hanno votato Martedì per contrastare gli sforzi per finanziare Hezbollah da parte delle banche punisce e altre organizzazioni finanziarie che aiutano l'imbuto di denaro al gruppo terrorista libanese. Secondo l'AFP, la Camera dei Rappresentanti ha votato all'unanimità di ampliare le sanzioni del settore finanziario su Hezbollah e consentire al Tesoro più potere di "tregua" perseguire banche estere, comprese le banche centrali, che fanno affari con il gruppo che Washington designata una organizzazione terroristica straniera nel 1995. il Senato dovrebbe approvare la legislazione prima che il presidente Barack Obama firma in legge. Il disegno di legge deve ancora essere immessi sul calendario del Senato. "Questo disegno di legge si basa sul regime di sanzioni esistente collocando fonti di finanziamento di Hezbollah sotto esame complementare, in particolare quelle risorse al di fuori del Libano," Commissione Affari Esteri della Camera il presidente Ed Royce è stato citato per aver detto poco prima del voto. Le sanzioni degli Stati Uniti avrebbe aiutato a ridurre la portata globale di Hezbollah, ha aggiunto. "Dobbiamo essere concentrati su circa 5.000 combattenti di Hezbollah in Siria, massicce operazioni di droga e riciclaggio di denaro internazionali, e l'acquisizione dell'organizzazione terroristica di sistemi missilistici avanzati," Royce ha aggiunto, secondo AFP. Il disegno di legge mira quello che dice sono attività criminali di Hezbollah invitando Obama per etichettare il gruppo un'organizzazione di traffico di stupefacenti, con i legislatori avvertimento dei gruppi uso sistematico di sostanze stupefacenti traffico di rete come strumento di raccolta fondi.
La misura avrebbe inoltre etichettare Hezbollah un'organizzazione criminale transnazionale, costringendo l'amministrazione a prendere provvedimenti per contrastare l'impegno del gruppo nel riciclaggio di denaro e il traffico di merci contraffatte. Il 10 luglio, il Tesoro degli Stati Uniti nella lista nera the Stars Group Holding, una rete basata su Beirut di società accusate di aiutare Hezbollah procurarsi attrezzature militari. Nel 2011 Tesoro ha sancito la libanese Canadian Bank, accusandolo di riciclaggio di centinaia di milioni di dollari da una rete di stupefacenti. La banca, che da allora è stato sciolto, ha pagato una multa di 102.000 mila dollari alle autorità statunitensi nel 2013 per evitare il processo. Esattamente un anno fa, il 22 luglio del 2013, quando l'Unione europea, elencati ala militare di Hezbollah come un'organizzazione terroristica. Al momento l'UE ha sottolineato che continuerà a dialogare con tutte le parti in Libano e, come tale, ha scelto di non mettere in blacklist braccio politico di Hezbollah, che è una parte fondamentale nel governo libanese. A differenza della UE, Bahrain è andato fino in fondo con Hezbollah e nel mese di aprile del 2013 è diventato il primo paese arabo nella lista nera del gruppo come organizzazione terroristica.
23 luglio, 09:26 Italia. Yaser, 25 ore in mare speronati da libici
Siriano racconta drammatico viaggio su un barcone salvato da Marina http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2014/07/23/yaser-25-ore-in-mare-speronati-da-libici_c4532732-4314-4dae-bf3a-d2af6f6fff1b.html
i satanisti della CIA controllano internet, tutto è perduto! io faccio spam su 100 siti contemporaneamente, ma, a me? soltanto, i servizi segreti mi possono leggere!
IL COMMENTO "vogliono fare uccidere Israele dalla lega araba, durante la guerra mondiale" è stato spostato ARBITRARIAMENTE, in mezzo, ad altri commenti, PRECEDENTI, MA, era il mio ultimo commento, che, avrebbe dovuto essere sopra gli altri commenti e questo abuso lo hanno fatto ugualmente, sul sito di ANSA! http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/183232#.U89jXrHalxB
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/07/22/usa-ribelli-colpito-aereo-per-sbaglio_6281ec55-ab5b-43a0-a542-ccb1f22f46c9.html

VOI SIETE TUTTI TESTIMONI UE E USA, VOGLIONO LA TERZA GUERRA MONDIALE, PER FARE UCCIDERE ISRAELE DALLA LEGA ARABA! L'Ucraina mette sotto inchiesta il ministro della Difesa russo. Sergej Shoygu. Il ministero degli Affari Interni dell'Ucraina ha aperto un procedimento nei confronti del ministro della Difesa russo Sergej Shoygu e dell'uomo d'affari Konstantin Malofeev, ha scritto il ministro ucraino Arsen Avakov sulla sua pagina Facebook. Secondo lui, Shoygu è sospettato, con il sostegno del ministero della Difesa russo, di aver formato e addestrato gruppi armati illegali che operano nelle regioni di Donetsk e Lugansk.
Malofeev è accusato di finanziare I gruppi armati illegali. Entrambi rischiano 15 anni di carcere. Nel mese di giugno il Comitato Investigativo russo aveva aperto un procedimento penale contro Avakov e il governatore della regione ucraina di Dnepropetrovsk Igor Kolomoisky. Sono accusati di organizzare e dirigere l'operazione militare per uccidere civili. Entrambi sono stati inseriti nella lista dei ricercati internazionali. Http://italian.ruvr.ru/ news/2014_07_23/LUcraina-mette-sotto-inchiesta-il-ministro-della-Difesa-russo-Shoygu-3915/

DOVE ERA LA MOGHERINI A ODESSA? DOVE ERA Catherine Ashton? VOI SIETE I COMPLICI DI CRIMINI ABERRANTI, PERCHé, VOI NON POTETE DIRE DI NON SAPERE, QUELLO CHE IO SO! SISTEMA MASSONICO, EU, USA, NATO, BILDENBERG, ROTHSCHILD, IMPERIALISMO, PER SOFFOCARE IL MONDO DEGLI UOMINI, STANNO IMPOSTANDO, SOLTANTO, UN BULLISMO GIURIDICO, DOVE LA VERITà DEI FATTI è STRUMENTALIZZATA, ED ASSERVITA AD UN PROGETTO IMPERIALISTICO DELLA NATO, è IN QUESTO MODO, CHE SONO STATI COMMESSI CRIMINI ABERRANTO CONTRO LA DEMOCRAZIA E CONTRO TUTTE LE CONVENZIONI INTERNAZIONALI! IN REALTà LA AGGRESSIONE CONTRO LA RUSSIA è PRETESTUOSA, NON POTETE ACCUSARE, LA RUSSIA PERCHé HA POSTO IN ESSERE, DELLE MISURE DIFENSIVE MINIME! NON SI PUò PUNIRE QUALCUNO, CHE, VOI AVETE COSTRETTO A DIFENDERSI! VOI STATE MASSACRANDO CON LA POTENZA DI UN ESERCITO UN POPOLO SOVRANO, E NESSUNO PUò NEGARE CHE KIEV NON ABBIA UN ODIO DI TIPO RAZZIALE! VOI STATE NEGANDO IL DIRITTO ALLA LEGITTIMA DIFESA, E LE VOSTRE PRETESE SONO ASSURDE! http://www.pandoratv.it/?p=635 i nazi BILDENBERG, è POGROM che a Odessa si ripresentano ciclicamente! qui si sono uccise delle persone con un massacro razziale di ucraini europei fascisti nazisti, contro ucraini di origine russa, russofona.. le scene sono di una brutalità che è difficile da concepire! DOVE ERA LA MOGHERINI? DOVE ERA Catherine Ashton? VOI SIETE I COMPLICI DI CRIMINI ABERRANTI, PERCHé VOI NON POTETE DIRE DI NON SAPERE QUELLO CHE IO SO!
Added by adolfo marino on 10/05/2014 Pandora TV raccomanda la visione di questo servizio ad un pubblico di soli adulti. Giulietto Chiesa commenta le immagini della strage di Odessa dimostrando che le vittime sono state assassinate brutalmente e non sono perite a causa dell'incendio al palazzo dei sindacati come è stato dichiarato dalla stampa internazionale. (14701) Category: Fuori da Matrix Crimea, Diritti Umani, Estrema Destra, Europa, Geopolitica, Giulietto Chiesa, Guerra civile, Odessa, RussiaToday, Scontri Ucraina, Settore Destro
Pubblicato il 10/mag/2014 Pandora TV raccomanda la visione di questo servizio ad un pubblico di soli adulti.
Giulietto Chiesa commenta le immagini della strage di Odessa dimostrando che le vittime sono state assassinate brutalmente e CON UN PROGETTO PREMEDITATO.
Added by admin@pandoratv on 06/06/2014
2 marzo 2007 - DemocracyNow tramite la giornalista Amy Goodman intervista il generale Wesley Clark.
In questa parte dell'intervista l'ex comandante in capo delle forze alleate Nato durante la guerra in Kosovo del 2004, svela i piani di guerra aggressivi degli Stati Uniti.
Fonte: http://www.democracynow.org/2007/3/2/gen_wesley_clark_weighs_presidential_bid (7818)
Irina Tofani • 2 mesi fa
Una sola cosa devo precisare. [[... ]]. Ho visto il video fatto dal basso, dove si sentono le sue urla. Ho sentito il dialogo:
– Grida una donna...
– Le donne stanno a casa coi figli. Questa non è una donna, è una separatista.
Dopo pochissecondi la voce della donna non c'era più e subito dopo dalla
finestra si sono affacciati due giovani con la bandiera ucraina. Tutta
la folla ha urlato "Hurra!" "Gloria all'Ucraina!".
Как убивали женщину в Доме профсоюзов. Фашисты были внутри здания! Одесса.
Как убивали женщину в Доме профсоюзов. Фашисты были внутри здания! Одесса.
/watch?v=975PUOkQ-O0 Irina Tofani Ira • 2 mesi fa Questo è un frammento dove si sente la voce della donna che grida. Qualcuno sotto addirittura ha urlato: "Chiedetele la bocca!"
Ma ho visto anche altri video, più completi, fatti da altre angolature.
/watch?v=0Z3MQOC1HgI Одесса. Дом Профсоюзов. Сожженные
Одесса. Дом Профсоюзов. Сожженные
Сожжёные заживо в доме профсоюзов Одесса Украина 03-05-2014
Pubblicato il 02/mag/2014
Редактору "Антифашиста" удалось пообщаться по телефону с одним из "куликовцев", чудом выжившим в страшном пожаре, устроенном хунтовскими убийцами в здании Дома Профсоюзов Одессы. 49-летний прапорщик запаса Юрий спустя несколько часов находится в шоковом состоянии и благодарит Бога за то, что ему удалось вернуться из ада.
По словам Юрия, их, активистов Куликова поля, на момент стычки с радикалами "ПСами" было не более 250-ти человек. В это общее количество входили около трёх десятков парней-охранников, остальные - обычные одесситы среднего и пожилого возраста, среди которых много женщин.
"После боев на ул. Греческой и Соборной площади фашисты начали наступление на Куликово поле. Их было несколько тысяч. Наши силы были не равными, к тому же, у нас не было вообще никакого оружия! Мы были вынуждены отступить и решили забаррикадироваться в здании Дома Профсоюзов, находящемся рядом. Что потом произошло - у меня до сих пор не укладывается в голове", - голос собеседника дрожит.
По словам Юрия, по отношению к ним сразу же применили травматическое и огнестрельное оружие. "Парня, находившегося возле меня, сразу же "уложили". Нас загнали внутрь здания и отрезали все пути отхода. Я очутился в правом крыле 3-го этажа, нас человек десять было в какой-то комнате. Правосеки начали забрасывать здание "коктейлями молотова" и стрелять по окнам. Первый этаж горел, потом - выше, дым распространился по коридорам, выйти было нельзя... Мы открывали и выбивали окна, но это не спасало: дым с улицы затягивало в помещение. Кто-то выпрыгивал, их внизу добивали. Снизу кричали "Слава Украине" и "Смерть врагам"... Это был ад! Приехали пожарники, начали тушить 1-й этаж..." - рассказывает очевидец.
Дальше, со слов чудом уцелевшего, он смутно помнит свои действия. Вокруг все задыхались, в здании истошно кричали и молили о пощаде...
"Я помню, как снял камуфляж, а товарищ, который находился рядом "в гражданке", дал мне какую-то спортивную мастерку. И мы напролом бросились в коридор, спотыкаясь о трупы. Их там была масса, не могу сказать точное количество, но много... Света не было, вокруг что-то трещало, мы, как зомби, добрались до пожарной лестницы на 1 этаж. Сам не знаю, как это получилось. На 1 этаже пожар уже был потушен, у запасного выхода мы увидели несколько правосеков. "Включили" дурака, и на их оклик "Стоять!" ответили "хлопцы, мы свои!". Они почему-то не стали выяснять, очевидно, перед ними стояли какие-то другие задачи... Так мы выбрались на воздух и без опознавательных знаков смешались с толпой..." - поведал Юрий.
СЛАБОНЕРВНЫМ ПРОСЬБА НЕ СМОТРЕТЬ СТРАШНЫЕ ФОТО
Сожжёные заживо в доме профсоюзов Одесса Украина 03-05-2014 Pubblicato il 04/mag/2014
Сожжёные заживо в доме профсоюзов Одесса Украина 03-05-2014
/watch?v=SFoLasQqQcY
luigi • 2 mesi fa
http://www.pandoratv.it/?p=635
Per quale motivo, niente di tutto questo, viene mostrato nei vari ed innumerevoli telegiornali condotti prevalentemente da "giornaliste" finemente pitturate. Forse perché risulterebbero stonate con le loro "belle" faccine. Si ricordi che esistono due
modi di essere partecipi di tali atrocità; una è quella della partecipazione diretta, l'altra, è di aver taciuto girandosi dall'altra parte. Non potranno dire di non aver saputo, visto il mestiere che fanno, sarebbe un offesa al ben dell'intelletto.
Cristian Stanimirovic unikkatill 2 mesi fa
Con i sloveni ? disinformato si e staccata senza scontri. Kosovo Albanese ?! disinformato , su quella terra sorgono chiese ortodosse , la terra dove si sono scritte le gesta di re Lazar e dei cavalieri, censimenti lo dimostrano.Durante la grande guerra turca ci siamo rifugiati poiche perseguitati a nord della odierna regione di voivodina e li siete entrati in massa voi , susseguita poi da pulizie etniche di serbi ortodossi da parte dei turchi , che contano un esodo di 200.000 - 400.000 persone. Poi la abbiamo ripresa 1913 , poi ripersa 1941 grazie ad himmler (nazista ) poi ripresa 1944 e li Tito ha impedito ai serbi di tornare alle PROPRIE case in kosovo e per cio che siede diventati la maggioranza , ma quella terra non e vostra. Voi cosa avete in Kosovo di vostro ? Te lo dico io , NIENTE.
Voi non conquistate ? il kosovo ? non e una conquista vuoi dire ? Prima si chiamava Serbia adesso Kosovo.
Vuoi la Macedonia ed il Montenegro , non si chiama conquista questa ?
Fatelo oggi cosa ? Ringrazia che avete implorato quel falco di america, che vi ha aiutati per convenienza , venduti !!! Come avete venduto la vostra fede all ' impero ottomano. Avete dato a quella santa terra di kosovo una reputazione orribile , Traffico di organi , maggior esportatore in europa di droga , traffico di armi , mangiate con quei soldi mangiate.
E poi con cosa li conquisti gli altri stati , c ' avete 4 carri armati , io so come , vai spari in piazza ti uccidono a te e a tutti gli altri complottisti e poi chiamate piangendo l america.
Io ti consiglio di guardare il mondo con altri occhi e di accontentarti con cio che hai.
=====================
Kiev ostacola le indagini dei tragici eventi di Odessa e di altre violazioni dei diritti umani in Ucraina, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri russo Alexander Lukashevich in una conferenza stampa a Mosca.
Secondo il diplomatico, non è ancora aperta alcuna inchiesta pubblica sui fatti di maggio avvenuti ad Odessa e Mariupol. "Inoltre non si sente nulla sulle indagini del catastrofico nelle sue conseguenze attacco aereo sul palazzo dell'amministrazione regionale di Lugansk," - ha fatto notare Lukashevich.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_10/Mosca-accusa-Kiev-rallenta-le-indagini-sulla-tragedia-di-Odessa-0952/
La missione di osservazione dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani ha confermato che nei tragici eventi del 2 maggio di Odessa hanno partecipato i militanti del movimento neonazista ucraino Pravy Sektor, hanno dichiarato al ministero degli Esteri russo.
Al dicastero della diplomazia russa hanno tuttavia osservato che gli autori del rapporto ONU cercano di proteggere le autorità di Kiev, i loro sostenitori e le forze dell'ordine, in realtà responsabili della morte di tutti civili innocenti.
Al ministero hanno sottolineato che il documento non contiene alcun riferimento all'uso di sostanze tossiche.
Allo stesso modo sono convinti che le intimidazioni e le vessazioni nei confronti dei sostenitori della federalizzazione da parte degli estremisti ultranazionalisti ucraini abbiano goduto della connivenza delle autorità locali che non le ha perseguite.
Ad Odessa, a seguito degli scontri e del rogo nella Casa dei Sindacati rimasero uccise 49 persone: http://italian.ruvr.ru/news/2014_06_18/LONU-ammette-la-partecipazione-di-Pravy-Sektor-alla-strage-di-Odessa-8780/
Nella città italiana di Terracina si è aperta una mostra fotografica dedicata alla tragedia che ha avuto luogo a Odessa il 2 maggio nella Casa dei Sindacati, che ha portato via quarantotto vite e più di duecento persone sono rimaste ferite.
All'apertura hanno partecipato i testimoni sopravvissuti all'orrore di Odessa e i sostenitori della federalizzazione dell'Ucraina. Diverse decine di fotografie esposte non avevano pietà per l'impressionabile pubblico italiano e hanno mostrato apertamente gli eventi reali avvenuti ad Odessa ai primi di maggio. Cadaveri bruciati e corpi insanguinati dei civili, maltrattamento sofisticato dei feriti e vittime dei seguaci delle idee di Bandera, tutto questo ha causato uno stato di stupore e panico nei visitatori italiani della mostra.
Secondo i testimoni, che hanno preso parte all'evento, le foto possono solo parzialmente mostrare quella che è stata la tragedia di Odessa. In realtà, secondo le loro parole, tutto sembrava molto più drammatico: i lamenti e le richieste di misericordia da parte dei moribondi e le urla dai sostenitori di euromaidan che insieme ai tifosi di calcio in camicie ricamate, gridavano: "Evviva l'Ucraina, evviva l'Europa!"
Purtroppo non c'erano tutti i media italiani che seguono dettagliatamente gli avvenimenti in Ucraina. Le foto che raccontano la verità sulla tragedia di Odessa in realtà sono migliaia e si spera che in futuro tutti coloro che vogliono conoscere i dettagli di quello che è successo, avranno tale opportunità.
http://italian.ruvr.ru/2014_06_11/273429155/
scott12ify Therefore, since we have been justified through faith, we have peace with God through our Lord Jesus Christ, through whom we have gained access by faith into this grace in which we now stand! Pertanto, dal momento che siamo stati giustificati per la fede, abbiamo pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo del quale abbiamo guadagnato l'accesso per la fede in questa grazia nella quale ci troviamo ora!

i paesi petroliferi del golfo, loro possono iniziare a finaziare questa opera, in favore dei palestinesi! Could Artificial Island Solve Gaza Problem? Minister proposes giving Gaza a port, airport – without compromising on Israel's security.
Che cosa sta accadendo oggi in Ucraina? Perché continuano ad essere uccisi i giornalisti in questo conflitto? E in Europa che cosa sanno di questa guerra fratricida che continua a togliere la vita ai civili nella parte orientale del Paese per mano dell'esercito ucraino e di forze irregolari? Perché per esempio in Italia non si è più detto nulla dei funerali del giornalista italiano ucciso Andrea Rocchelli e non si tratta più di Ucraina?

Che cosa sanno di questa guerra in Europa, e in particolare in Italia? Ha risposto a questa domanda Giulietto Chiesa, fondatore dell'associazione "Alternativa" e di PandoraTv. alla videoconferenza tra Roma e Mosca, organizzata da "Rossiya Segodnya" il 16 luglio.
- In realtà gli italiani non sanno quasi nulla. La stampa e la comunicazione italiana non hanno mai avuto nella mia storia di giornalista una tale attitudine alla menzogna e all'oscuramento dei fatti. Mai visto un atteggiamento simile, nemmeno ai tempi della guerra fredda! In realtà negli ultimi 25 giorni l'Ucraina è praticamente sparita dalle pagine dei giornali e dalle televisioni. Perché questo silenzio? Semplicemente è il silenzio di chi ha la coscienza sporca. Tutta la storia dell'Euromaidan è stata raccontata in un modo scandaloso, attraverso una serie di trucchi, secondo cui le persone in piazza erano il popolo ucraino, invece sappiamo che si trattava di una sua parte. Si è detto che si trattava di dimostranti pacifici, mentre si vedeva l'opposto. Tutti i telegiornali italiani non hanno mostrato le immagini di euromaidan, che ha visto il pubblico russo. L'episodio più scandaloso a mio avviso di collettiva censura è la tragedia di Odessa. Al pubblico italiano questo caso non è stato né spiegato né mostrato. Noi abbiamo una gigantesca quantità di dati e fotografie di fonte russa, le quali dimostrano che si è trattato di un vero e proprio assassinio di massa, le persone venivano uccise una ad una. Sono state sparate in faccia, bruciate in modo selettivo, perché non si muore in un incendio bruciando testa e mani di una persona e lasciando intatti i pantaloni e le scarpe. Dentro l'edificio della casa dei sindacati c'è stata una mattanza organizzata da un gruppo di assassini, inviati là dentro per uccidere. Nelle immagini si vedono simboli del "settore destro"che spara dall'esterno. Ma nessun italiano ha potuto vedere nei media queste immagini.
Ebbene, la situazione in Ucraina Orientale si aggrava di giorno in giorno. Il numero dei profughi che cercano riparo dalla guerra in Russia cresce continuamente, secondo i dati del servizio ufficiale migratorio gli ucraini a chiedere la cittadinanza russa sarebbero più di 130 mila.
Le armi, come vediamo nel conflitto ucraino, sono solo un lato di una guerra più grande, quella informatica. Tra gli ospiti in studio a Roma ha partecipato anche il giornalista Maurizio Torrealta, fondatore del programma "L'Inchiesta" sul canale Rainews24, al quale abbiamo chiesto se ha fatto o ha intenzione di fare un'inchiesta sulla guerra in Ucraina. Inoltre abbiamo proposto i contatti di testimoni diretti italiani sul posto.
http://italian.ruvr.ru/2014_07_18/Che-cosa-non-sanno-della-guerra-ucraina-in-Italia-9925/ Perché allora in Italia non si riportano i fatti della guerra in Ucraina? Giulietto Chiesa ha fatto il punto della situazione sui mass media italiani.
Da noi la stampa non è più libera, bisogna essere molto franchi. Nella sua grande maggioranza la stampa è connessa con il potere, e quindi scrive quello che il potere vuole. In questo caso è più difficile, perché lo stesso potere non sa che cosa vuole! Il modo più semplice è quello di tacere. Io so, perché li conosco, che decine di parlamentari e senatori del nostro Paese sono informati allo stesso modo come l'uomo della strada. Nella loro grande maggioranza non sanno che cosa sta accadendo in Ucraina, perché leggono gli stessi giornali. Le televisioni sono falsificate e quindi coloro che prendono le decisioni politiche in occidente, sono vittime della cattiva informazione. Siamo in una situazione molto seria e molto grave, perché in queste condizioni la possibilità di commettere errori è quotidiana.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_07_18/Che-cosa-non-sanno-della-guerra-ucraina-in-Italia-9925/ I Giornali a diffusione nazionale sono tutti finanziati dallo Stato per buona parte delle loro entrate, e dunque non ci sono giornalisti che vogliono compromettersi con linee di condotta non adeguate a chi finanzia il loro giornale.
IO SONO IL RE DI ISRAELE, QUINDI, IO SONO IL RE DI TUTTO IL PIANETA! IO NON HO: EGOISMI, IDEOLOGIE O SOVRASTRUTTURE MENTALI, IO NON DEVO RICORDARE, COSE, CHE, DEVONO ESSERE DETTE, O COSE CHE, NON POSSONO ESSERE DIMENTICATE, IO NON HO UNA MIA AGENDA, IO SONO UN POLITICO UNIVERSALE, COME, MINISTRO DI DIO ALLO STATO PURO! LA MIA SEMPLICITà è LA MIA PUREZZA! IO POSSO AMARE CHIUNQUE, E POSSO ODIRE CHIUNQUE, CON EFFETTO IMMEDIATO, PERCHé, IO NON POSSO PORTARE UNA CONFLITTUALITà NELLA MIA COSCIENZA! LA MIA PRIMA DIFESA, E PER I MARTIRI CRISTIANI, POI, IO DIFENDERò, OGNI ALTRA PERSONA INNOCENTE, CHE, VIVE IN QUESTO PIANETA! POICHé, IO SONO UN UOMO PURO NELLE INTENZIONI, E TOTALMENTE DEDICATO AL BENESSERE ALTRUI, TUTTO QUELLO, CHE, IO VOGLIO, IO LO PRETENDO, SE, NON C'è QUALCUNO, CHE, MI PUò DIMOSTRARE: PUBBLICAMENTE, CHE, IO MI STO SBAGLIANDO! TUTTO QUELLO CHE è MIO è PUBBLICO E CONDIVISO, IO NON POSSO AVERE SEGRETI DI STATO, PERCHé OGNI STATO è MIO!

Foreign media outlets report that an Israeli airstrike in Gaza on Tuesday targeted the Khan Yunis home of arch-terrorist Mohammed Deif, commander of the Izz ad-Din al-Qassam Brigades, Hamas's so-called "military wing". According to the reports, two people were killed in the airstrike. Deif is considered the official who determines the agenda of the Izz ad-Din al-Qassam Brigades and is regarded as the "brain" behind Hamas. He is likely hiding underground somewhere inside Gaza, fearing the IDF will try to eliminate him. Deif started out as a student of Yahya Ayyash, who was nicknamed "the Engineer" and who was the chief bombmaker of Hamas in the late 1990s, when the organization started carrying out suicide bombing attacks within Israel. Ayyash was eliminated by Israel in 1996. Following Ayyash's elimination, Deif carried out numerous murderous terror attacks in Israel, including two suicide bombing attacks on buses in Jerusalem and kidnapping attempts within Israel.
Israel tried to kill Mohammed Deif several times, without success. One time, he lost an eye and likely his hand as well. In another attempt he was seriously wounded, his hands and legs were amputated and he has been confined to a wheelchair ever since.
Meanwhile, the IDF said that a Golani force discovered two tunnel access shafts in northern Gaza on Tuesday. So far, members of the brigade have uncovered three shafts of tunnels within Gaza, eliminated over 25 terrorists and seized weapons and intelligence means belonging to Hamas. Media stranieri riportano che un attacco aereo israeliano a Gaza il Martedì mira la casa di Khan Yunis di arci-terrorista Mohammed Deif, comandante delle Brigate Izz ad-Din al-Qassam, il cosiddetto "braccio armato" di Hamas. Secondo i rapporti, due persone sono state uccise nel bombardamento aereo. Deif è considerato il funzionario che determina l'ordine del giorno delle Izz ad-Din al-Qassam ed è considerato come il "cervello" dietro Hamas. Egli è probabilmente nascosto sottoterra da qualche parte dentro Gaza, temendo l'IDF cercherà di eliminarlo. Deif iniziato come allievo di Yahya Ayyash, che è stato soprannominato "l'ingegnere", e che era il bombmaker capo di Hamas alla fine del 1990, quando l'organizzazione ha iniziato svolgimento attentati suicidi all'interno di Israele. Ayyash è stato eliminato da Israele nel 1996. Dopo l'eliminazione di Ayyash, Deif effettuato numerosi attacchi terroristici omicidi in Israele, tra cui due attentati suicidi sugli autobus a Gerusalemme e tentativi di rapimento in Israele.
Israele ha cercato di uccidere Mohammed Deif più volte, senza successo. Una volta, ha perso un occhio e probabilmente la mano pure. In un altro tentativo è stato gravemente ferito, le sue mani e le gambe sono state amputate e lui è stato costretto su una sedia a rotelle da allora.
Nel frattempo, l'IDF ha detto che una forza Golani ha scoperto due pozzi di accesso tunnel a nord di Gaza il Martedì. Finora, i membri della brigata hanno scoperto tre alberi di gallerie all'interno di Gaza, eliminate oltre 25 terroristi e armi sequestrate e mezzi di informazione appartenenti ad Hamas.
Bennett: The Enemy Hasn't a Chance Against the 'Eternal People'. Israel's Economic Minister spoke at the funeral of Sgt. 1st Class Oded ben Sira in Nir Etzion: 7/23/2014, Min. Bennett at funeral. Israel's Economics Minister Naftali Bennett (Jewish Home) took part in the funeral of Nachal Brigade Sergeant 1st Class Oded ben Sira which took place at the soldier's home town of Nir Etzion, a veteran religious moshav near Haifa.
Bennett eulogized ben Sira, saying, "Anyone who thinks we will give up, should open a Bible, read the Covenant G-d made with Abraham pledging to give him this land, and should look at the faces of our soldiers, at their steadfast spirit." "The enemy hasn't a chance in this battle against the Eternal People [of Israel]", he continued.
Bennett referred to the long road the Jewish People have travelled in the past generation, adding: "The liturgical poet Rabbi Judah ben Shmuel Ibm Abbas, says with regard to the binding of Isaac 'the eyes weep bitterly but the heart is glad' and that is how we feel today as well. At this moment, our eyes weep bitter tears, so many tears. How much sadness accompanies your leaving us. But with all that, our inner hearts are glad. They are glad because we know and understand what Oded's grandfather, a Holocaust survivor, would have said to us all at this time." "My brothers and sisters, in just one day during the Holocaust of our people, more Jews were murdered than in all of Israel's wars put together. And Oded fell as a Jewish soldier protecting his people in the Land of Israel", he said. "Against a cowardly enemy whose commanders hide behind women and children, flee to hiding places under hospitals and schools, deciding that their people can die, you, Oded, decided to volunteer to be on the front line. Against an enemy that glorifies death, you fought so that we will be able to live our lives here. Against an enemy that has no roots, you deepened our roots here, and even when a branch is plucked , no one can uproot the tree it is on. No one. We were here before the Hamas terrorists and we will be here long after they are gone."
"You entered Gaza as a regular soldier and you left a reservist. You entered Gaza as a soldier who had been drafted, but you left as a volunteer. You entered Gaza alive, yet you left there alive in our hearts You went into Gaza to stop the deaths. And you left there willing us our lives. Oded, rest in peace, rest assured that we will complete the mission you began." Bennett: il nemico non ha una possibilità contro il 'popolo eterno. Il Ministro economica di Israele ha parlato al funerale del sergente. 1st Class Oded Ben Sira in Nir Etzion: 2014/07/23, min. Bennett al funerale. Israele ministro dell'Economia Naftali Bennett (ebraico Casa) ha preso parte ai funerali di Nachal Brigata Sergeant 1st Class Oded Ben Sira che ha avuto luogo a casa di città del soldato di Nir Etzion, un moshav religioso veterano nei pressi di Haifa.
Bennett elogiato Ben Sira, dicendo: "Chi pensa che ci arrenderemo, dovrebbe aprire una Bibbia, leggere il Patto Gd fatto con Abramo impegnandosi a dargli questa terra, e deve guardare le facce dei nostri soldati, al loro spirito saldo. ""Il nemico non ha una possibilità in questa battaglia contro il popolo eterno [di Israele]", ha continuato.
Bennett cui la lunga strada il popolo ebraico hanno viaggiato nel passato generazione, aggiungendo: "Il poeta liturgico Rabbi Judah ben Shmuel Ibm Abbas, dice per quanto riguarda il legame di Isaac 'gli occhi piangono amaramente ma il cuore è felice' e ​​che è come ci sentiamo anche oggi. in questo momento, i nostri occhi piangono lacrime amare, tante lacrime. Quanta tristezza accompagna la vostra lasciandoci. Ma con tutto ciò, i nostri cuori interni sono contento. sono contento perché sappiamo e capiamo cosa il nonno di Oded, un sopravvissuto all'Olocausto, avrebbe detto a tutti noi in questo momento. ""I miei fratelli e sorelle, in un solo giorno durante l'Olocausto del nostro popolo, più ebrei furono assassinati che in tutte le guerre di Israele messi insieme. E Oded sceso come un soldato ebreo proteggere il suo popolo nella Terra di Israele", ha detto. "Contro un nemico codardo cui comandanti nascondersi dietro le donne ei bambini, fuggite in nascondigli sotto ospedali e scuole, decidendo che la loro gente può morire, voi, Oded, ha deciso di fare volontariato per essere in prima linea. Contro un nemico che glorifica la morte, avete combattuto in modo che saremo in grado di vivere la nostra vita qui. contro un nemico che non ha radici, è approfondito le nostre radici qui, e anche quando un ramo viene pizzicato, nessuno può sradicare l'albero è acceso. nessuno. siamo eravamo qui prima che i terroristi di Hamas e noi saremo qui a lungo dopo che se ne sono andati ".
«Hai inserito Gaza come un soldato regolare e hai lasciato un riservista. Hai inserito Gaza come un soldato che era stato redatto, ma hai lasciato come volontario. Hai inserito vivo Gaza, eppure hai lasciato lì vivo nei nostri cuori Sei andato a Gaza per fermare le morti. E si lasciò lì desiderando noi la nostra vita. Oded, riposa in pace, certi che porteremo a termine la missione si è iniziato. "

è indispensabile ordinare, un ultimatum, alla popolazione e poi, radere al suolo la citta di GAZA, con l'artiglieria, è un crimine troppo grande, DI PORTARE I SOLDATI ISRAELIANI DENTRO I PALAZZI! ] [ In tutti questi anni HAMAS, nonostante le dichiarazioni di pace, accresceva il suo potenziale militare e perfezionava le vecchie gallerie. Tutta l'area della Striscia di Gaza è piena di vie di collegamento per cui si spostano i combattenti di Hamas. Per chiudere codeste tane ci vogliono forze consistenti, anzi questi lavori sono accompagnati da ingenti perdite. HAMAS non ha cambiato lo scopo della sua esistenza. Esso ritiene che lo Stato israeliano debba essere eliminato (genocidio). HAMAS è in grado di impedire gli attacchi missilistici ad Israele da Gaza, ma ciò non avviene. Perché la scalata dei combattimenti risulta vantaggiosa a HAMAS stesso per mantenere la sua reputazione di irriducibile nemico di Israele. Tutta la complessità della situazione consiste nel fatto che il problema HAMAS non può essere risolto con mezzi militari. Per distruggere l'infrastruttura dei terroristi occorrerà un'occupazione di lunga durata che implica gravi perdite. Una guerra totale contro questa organizzazione equivarrebbe al genocidio di tutto il popolo palestinese,- ritiene Serghey Sereghichev: L'arma più spaventosa in possesso di HAMAS è rappresentata dalla sua ideologia e non dai missili Kassam. In questo senso agli israeliani non mancheranno grossi problemi. Alla tv palestinese anche, i cartoni animati per ragazzi li educano all'odio per Israele. Sin dall'infanzia agli abitanti di Gaza e della Cisgiordania si danno consigli pratici per la lotta contro il nemico. È difficile fare qualcosa con questa ideologia poiché coloro che sono impegnati nel lavaggio dei cervelli dei giovani palestinesi non vogliono rinunciare a questa impresa redditizia. Secondo le parole di Mikhail Marghelov, presidente del Comitato Esteri del Consiglio della Federazione, a Gaza vi sono diversi raggruppamenti alcuni dei quali anche non si contattano tra di loro. Perciò gli israeliani sono costretti a lottare contro la conseguenza e non contro la causa. Attualmente stanno tentando di arrecare ai palestinese il maggiore danno possibile per neutralizzare, se non la volontà, almeno la capacità fisica alla resistenza. Non appena il Governo israeliano avrà deciso che il danno arrecato risulta sufficiente, e i leader di HAMAS avranno deciso che è troppo grave, essi permetteranno alla comunità mondiale e ai mediatori internazionali di farsi convincere di scendere a compromesso.
22 luglio 2014, L'operazione militare di Israele non risolverà i problemi fondamentali di Gaza: http://italian.ruvr.ru/2014_07_22/L-operazione-militare-di-Israele-non-risolvera-i-problemi-fondamentali-di-Gaza-9072/
OPEN LETTER TO ISRAEL -- non puoi tu, risolvere egoisticamente, soltanto, i tuoi problemi, senza, risolvere i problemi di tutti, e scongiurare, la imminente pianificata guerra mondiale, contro, CINA E RUSSIA, per realizzare, il NWO FMI Spa Rothschild 322 Califfato Mondiale! non fare finta di essere stupido, se, io so queste cose, poi, le sai, anche tu! PER FAVORE, TU devi RADere AL SUOLO LA ARABIA SAUDITA, CON ARMI ATOMICHE.. guadagnerai, almeno, la vita di 4milioni di cittadini israeliani! perché non hai compassione della tua gente?

Grande preoccupazione per la persecuzione delle migliaia di cristiani costretti alla fuga da Mosul è stata espressa dal ministro degli esteri, Federica Mogherini, durante l'incontro dei ministri degli affari esteri europei a Bruxelles. La Mogherini ha sollevato il tema, sottolineando la necessità che l'Unione europea si impegni per la protezione dei cristiani in Iraq e per garantire loro di poter restare nella regione. I membri del Consiglio di Sicurezza dell'Onu "condannano nei termini più forti" la persecuzione delle minoranze religiose ed etniche a Mosul e in altre parti dell'Iraq controllate dall'Isis, e sono "profondamente preoccupati per le minacce" rivolte a questi gruppi, incluso il recente ultimatum ai cristiani a lasciare la città o pagare un tributo, convertirsi all'islam, oppure essere uccisi. I Quindici sono ugualmente preoccupati dal fatto che le minoranze sono soggette a rapimenti, uccisioni e alla distruzione delle loro proprietà. I membri del Consiglio si rammaricano inoltre che nelle ultime settimane decine di migliaia di persone siano state costrette a fuggire dalle loro case, mentre molte altre sono stati giustiziate o rapite. I Quindici ricordano inoltre che l'Isis e gli altri gruppi armati devono rispettare il diritto internazionale umanitario e invitano tutti i soggetti politici a superare le divisioni e lavorare insieme per un processo politico inclusivo e che rafforzi l'unità nazionale, la sovranità e l'indipendenza dell'Iraq. È con profonda preoccupazione che il Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec) guarda all'esodo dei cristiani dalla città irachena di Mosul. "È una tragedia sia per i cristiani sia per i musulmani", ha dichiarato il pastore Olav Fykse Tveit, segretario generale del Cec.
"È con grande dolore che assistiamo a quella che sembra la fine della presenza cristiana a Mosul, in un luogo che è stato sede di una comunità cristiana fin dai primissimi secoli del cristianesimo", ha aggiunto Tveit. La minaccia dell'autoproclamato Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis) di passare per le armi i cristiani, a meno che non si convertano all'islam, paghino la jizya (la tassa di compensazione per i non musulmani) o lascino la città, riguarda anche altre minoranze religiose. Per questo Tveit ha invocato le preghiere di tutte le Chiese membro del Cec "per l'intero popolo iracheno, specialmente per chi, appartenendo a una minoranza religiosa, tanto cristiana quanto musulmana, è costretto a lasciare la propria casa".
Tveit ha infine ricordato una recente dichiarazione del Comitato centrale del Cec, riunitosi a inizio luglio a Ginevra, che esprimeva il sostegno dell'intero movimento ecumenico alle Chiese cristiane irachene, auspicando per l'intera regione "l'inizio di un processo politico inclusivo per rafforzare i diritti umani fondamentali, con particolare riferimento alla libertà religiosa".

È appena rientrato da Erbil, dove ha visitato le comunità locali. Trema un po' la voce di Jshlemon Warduni, abituato dagli anni dell'embargo e dalla guerra contro Saddam Hussein a lanciare vigorosi appelli. «Ora è difficile: temiamo ritorsioni per chi adesso è ancora là», spiega con un filo di voce. È stato lui, vescovo caldeo ausiliare di Baghdad, a denunciare per primo mercoledì la «N» di Nasara (cristiani) disegnata dai miliziani dello stato islamico dell'Iraq (Isis) sulle abitazioni dei cristiani. Allora monsignor Jshlemon Warduni, conferma queste «N» scritte sui muri? È così. Hanno cominciato due o tre giorni fa. Lo scrivono, come mi hanno detto, su tutte le case cristiane. Anche quelle ancora abitate. A chi chiedeva delle spiegazioni è stato risposto che si tratta semplicemente di una pratica amministrativa, per mettere quelle proprietà sotto la protezione della nazione musulmana. In realtà, da quando il 9 giugno è iniziata l'avanzata islamista, è un chiaro invito ad andarsene per i pochi cristiani rimasti a Mosul? Ad alcuni è stato detto: o ve ne andate, o diventate come noi, o pagate la «jizya», la tassa di sottomissione. Ad alcuni cristiani è stato detto così. Io non ho parlato con nessuno dell'Isis, non ho visto nessuno di loro ma ci parlano i cristiani e gli altri abitanti di Mosul rimasti là. Capite quanto è pericoloso dire queste cose...
Le case poi vengono espropriate, sono date ai fiancheggiatori dei fondamentalisti o vanno direttamente al patrimonio dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante?
Non so. Sinora hanno scritto queste lettere sui muri delle abitazioni dei cristiani. Poi Hanno detto che con lo spray scriveranno: questa è proprietà della nazione musulmana.
Conferma anche che sul vescovado ora sventola la bandiera dell'Isis?
Sì, c'è. Me lo hanno riferito: o da una finestra o sulla porta della casa del vescovo.
E i pochissimi cristiani rimasti dopo la battaglia del 9 giugno, cosa fanno di fronte a questa nuova violenza psicologica?
Non sanno cosa fare, nemmeno noi sappiamo che fare. Non è facile, credetemi. Non sappiamo con chi parlare, non sappiamo chi ci darà la risposta. Ci sono tanti gruppi e non c'è il governo. I guerriglieri hanno conquistato la città con la forza. Non è facile, non si può parlare normalmente con loro.
Ci sono altri segni di islamizzazione a Mosul e dintorni. I fondamentalisti hanno imposto la sharia nella città e nella cintura dei villaggi cristiani?
Questi gesti che si rifanno agli insegnamenti della sharia, sono certamente un grande segno che le cose vanno in questa direzione. Ma non lo posso affermare con certezza: come dicevo sono tanti gruppi diversi e alcuni sono molto fanatici, altri lo sono un po' meno. Ci sono alcuni che parlano con tanta dolcezza: «Voi siete nostri amici, dovete sapere che noi vi amiamo», ci dicono. Però i fatti sono ben altra cosa: ad esempio hanno tolto l'acqua ai villaggi cristiani che sono sotto la protezione curda.
Questo vale anche per Qaraqosh, vicino a Mosul, bombardata a fine giugno?
Da quella parte dell'Iraq non ho notizie precise. Penso che questa sia una situazione generale per tutti i cristiani.
Le famiglie cristiane, scappate in Kurdistan, sono ancora in alloggi di fortuna a Erbil?
Quelli fuggite nei giorni del bombardamento a Qaraqosh per il 70-80% sono tornati. Gli altri non so che fine abbiamo fatto, ma penso siano ora ad Ankawa, Telkaif e dintorni.
Siete riusciti ad organizzare una prima assistenza?
La Chiesa ha fatto tutto ciò che poteva: abbiamo aperto le scuole, le chiese, i posti di carità per ospitare gli sfollati. La Caritas non ha potuto dare posti letto ma ha distribuito viveri, materassi, sapone...Domani tornerò ad Ankawa e Erbil per discutere con le organizzazioni umanitarie cosa poter fare di più: la mancanza della luce e dell'acqua sono un danno gravissimo. Mettiamo tutte le nostre forze per scavare dei pozzi e avere così l'acqua dolce. Un lavoro in collaborazione con i sacerdoti locali, i diversi operatori locali e sostenuti dal patriarca Louis Sako che sta facendo tutto il possibile per avere aiuti e poi distribuirli alla gente.
Intanto a Baghdad non c'è ancora un governo. Il Kurdistan sembra essere l'unica forza di protezione per i cristiani?
Lo è per tutte le persone che sono vicine ai curdi: hanno una forte organizzazione. Intanto noi aspettiamo un nuovo governo, aspettiamo le cose che aspettano tutti i cittadini iracheni...
E con i fondamentalisti cercate il dialogo?
Per il momento è molto difficile. Si può parlare qua e là, avere o dare qualche notizia, ma sedersi a un tavolo è un sogno. Siamo tutti in ansia e cerchiamo di attaccarci alla speranza. Ogni giorno fronteggiamo qualcosa di impensabile il giorno prima, ma questo è il momento presente. Non sappiamo se sarà mai possibile sedersi a un tavolo e se avremo una risposta e se saranno soddisfatti di questo perché questi estremisti hanno le loro convinzioni. Ma il Signore ci aiuta: noi urliamo sempre: «Dio nostro, Dio nostro non ci abbandonare».

​"Siamo tutti Noon". Che tradotto, vale a dire "siamo tutti cristiani". Così la società civile irachena, le associazioni che da anni si impegnano per favorire il dialogo, discutere dei problemi di un Paese funestato da dittatura, guerre, occupazione, divisioni settarie, terrorismo, corruzione, sta facendo sentire la sua voce contro IS, il nuovo autoproclamato Stato Islamico, dopo che i miliziani di IS hanno "marchiato" con la N di nazareno le case di Mosul abitate dai cristiani o appena abbandonate dai membri della stessa comunità. Tutto e' iniziato a Mosul, dove un iracheno di nome Ali ha lanciato la campagna, scrivendo sul muro della sua casa "Siamo tutti cristiani" e invitando via Social tutti gli iracheni a fare lo stesso "per preservare la dignità delle nostre azioni, per tutti i cristiani fuggiti da Mosul e come esempio per i nostri bambini". Nell'arco di un paio di giorni, il social ha fatto la sua parte e a oggi, la campagna su Twitter con ashtag #I_am_Iraqi_I_am_Christian e' condivisa da centinaia di iracheni, cristiani e musulmani, sciiti e sunniti, assiri e caldei, soprattutto giovani, anche sulle bacheche dei profili Facebook. Domenica nel cortile della chiesa caldea di San Giorgio a Baghdad, decine di persone, cristiani e musulmani insieme, si sono fatte ritrarre con cartelli e ashtag in bella vista, avvolte dalla bandiera nazionale irachena e con il chiaro obiettivo di affermare la coesistenza delle religioni e delle etnie in Terra di Abramo. Ghaith Gaffney, ventenne di Baghdad, ha fatto di più: lui, musulmano, ha aggiunto sul suo profilo un selfie con la croce al collo, dicendo: "Ho imparato la lingua assira e ho passato molti momenti felici della mia esistenza con i miei amici cristiani. Ho imparato ad apprezzarli. Oggi siamo tutti cristiani, sono cristiano anch'io". A chi gli chiede se non ha paura per una esposizione così chiara sui social, risponde: "Adesso e' il momento di restare uniti".
Un gruppo di musulmani di Baghdad, uomini e donne, si è riunito ieri sera dopo la messa domenicale davanti alla chiesa caldea di San Giorgio per condannare gli attacchi alla comunità cristiana di Mosul portati avanti dallo Stato Islamico del Levante e dell'Iraq (Isis) e per portare la propria solidarietà e vicinanza alla comunità minacciata. Secondo l'agenzia Asianews, alcuni di loro si sono presentati davanti alla chiesa con un cartello dove c'era scritto: "Sono un cristiano iracheno". I fedeli caldei che li hanno raggiunti dopo la messa hanno cantato insieme a loro l'inno nazionale; diversi hanno dichiarato: "La mia casa è aperta per il mio fratello cristiano".
Sua Beatitudine Louis Mar Sako, Patriarca di Baghdad, li ha voluti ringraziare: "Questo raduno porta speranza per un nuovo Iraq. Penso soprattutto ai giovani, che hanno il compito e il dovere di cambiare la situazione". Secondo il leader caldeo "è una vergogna e un crimine cacciare persone innocenti dalle proprie case e confiscare le loro proprietà perché sono 'diversi', perché sono cristiani. Il mondo intero deve ribellarsi contro queste azioni abominevoli". Noi cristiani, ha concluso, "amiamo i musulmani e li consideriamo fratelli; essi devono fare lo stesso. Siamo tutti uguali in dignità, tutti cittadini dello stesso Paese. Dobbiamo unirci per creare un nuovo Iraq. Grazie a tutti voi, c'è ancora una speranza". Prima di andare via, i cristiani hanno recitato il Padre Nostro e i musulmani la sura al Fatiha (la prima del Corano, che rappresenta il "sunto" del credo musulmano ndt).
Nel pomeriggio di domenica i miliziani jihadisti dell'auto-proclamato Califfato Islamico si sono impossessati dell'antico monastero di Mar Behnam, a dieci minuti dalla città di Qaraqosh, in Iraq, fino a pochi giorni fa officiato da monaci siro-cattolici. L'arcivescovo siro-cattolico di Mosul, Yohanna Petros Moshe, conferma all'agenzia Fides che gli emissari del Califfato "hanno imposto ai tre monaci e a alcune famiglie residenti nel monastero di andar via e lasciare le chiavi". Non ci sono per ora altre notizie confermate su quello che sta succedendo nel monastero, anche se molti temono il ripetersi di atti vandalici e profanazioni già registrati in altri luoghi di culto cristiani finiti nelle mani degli jihadisti. Intanto, nella città di Qaraqosh, distante solo pochi chilometri da Mar Behnam, la resa del monastero da parte dei miliziani islamisti ha già accresciuto lo stato di allarme della popolazione, in maggioranza cristiana. Il monastero dedicato al principe martire assiro Behnam e a sua sorella Sarah, risalente al IV secolo, è uno dei luoghi di culto più antichi e venerati del cristianesimo siro.
"La comunità internazionale", sottolinea a Fides il sacerdote siro-cattolico Nizar Semaan, collaboratore dell'arcivescovo Moshe, "fa registrare un'inquietante passività davanti a quello che sta succedendo in quell'area. Occorre uscire dalle dichiarazioni vaghe, e porre in atto misure concrete sul piano umanitario e politico. Ad esempio, è venuto il tempo di inserire questi gruppi nella lista delle organizzazioni terroristiche condannate dagli organismi internazionali, e soprattutto occorre rendere pubblici i nomi dei Paesi e delle forze che li finanziano. I servizi segreti e i governi dei vari Paesi certo sanno certo da dove arrivano le armi e il denaro che tengono in piedi questi gruppi. Basterebbe interrompere il flusso per un mese, e questi gruppi non avrebbero più nessuna forza". Inoltre, a giudizio di padre Semaan occorre coinvolgere leader e seguaci dell'islam sunnita nello sforzo di isolare i gruppi jihadisti: "Un pronunciamento di condanna nei confronti di questi gruppi da parte delle autorità islamiche, diffuso attraverso la rete delle moschee, avrebbe di certo un effetto rilevante", fa notare il sacerdote. IL CARDINALE SANDRI: DOLORE PER MOSUL E ALEPPO
Le comunità cattoliche di rito orientale esprimono forte adesione all'appello a favore dei cristiani perseguitati, in particolare in Iraq, pronunciato da papa Francesco all'Angelus. Ne è stato partecipe anche il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, che ieri ha presieduto la messa nella cattedrale maronita di Los Angeles, nella festa di san Charbel e di sant'Elia, celebrata dai libanesi maroniti in tutto il mondo nella terza domenica di luglio. Nell'omelia - riferisce un comunicato della Congregazione -, rivolgendosi a circa 400 fedeli orientali, il cardinale Sandri "si è fatto interprete dell'immenso dolore per la sorte disperata di tante persone innocenti". I cristiani di Mosul in Iraq e di Aleppo in Siria sono i più colpiti, "ma tutta l'area è nell'insicurezza, purtroppo favorita dalla indifferenza di molti", mentre "anche dalla Palestina continuano a giungere preoccupanti notizie sull'aggravarsi delle violenze". Dopo aver dato lettura delle parole del Papa, il cardinale ha invitato alla preghiera silenziosa ed ha rinnovato tutta la vicinanza della Congregazione per le Chiese Orientali a quanti "sono gravemente colpiti dall'odio e dalla violenza, in particolare ai patriarchi siro-cattolico e caldeo, che sono accanto ai loro fedeli con gli altri vescovi per condividere la sofferenza e la perseveranza nella difesa dei diritti umani e della libertà religiosa 'anche' per i cristiani, che non sono stranieri in Oriente": "Là è nato il cristianesimo; là hanno mantenuto la fede per due millenni, edificando come cittadini generosi il bene delle rispettive nazioni; là devono poter continuare a dare il proprio contributo alla comunità umana".
Heavy Rocket Fire on Central Israel. Gaza terrorists target central Israel and Modiin area in evening onslaught: 7/22/2014, Rockets from Gaza seen over central Israel. Gaza terrorists fired a sudden barrage of rockets at Israeli cities at around 9 p.m. Tuesday.
Rocket sirens were heard in the coastal cities of Holon, Bat Yam, and in Modiin, located inland between Jerusalem and Tel Aviv. Sirens sounded in Samaria, as well.
Terrorists also targeted Israeli towns near Gaza, as they had done on several previous occasions throughout the day. No injuries or damage were reported in the attack. The Iron Dome defense system shot down two incoming rockets. Earlier in the day Gaza terrorists fired on the Tel Aviv region. Shrapnel from one rocket hit a courtyard in the town of Yahud near Ben Gurion International Airport, causing damage. The Yahud attack prompted several international airlines to suspend their flights to and from Israel. A short time later, terrorists fired on the southern cities of Ashdod and Ashkelon. The frequency of rocket attacks has dropped since the beginning of Operation Protective Edge in Gaza. IDF commanders say troops have successfully destroyed over 1,700 terror targets, including rockets, launchers, and launch sites. Pesante lancio di razzi su Israele Central. Terroristi di Gaza bersaglio zona centrale di Israele e Modiin in assalto sera: 2014/07/22, razzi da Gaza visto nel corso centrale di Israele. Terroristi di Gaza hanno sparato un improvviso fuoco di fila di razzi contro le città israeliane intorno alle 09:00 Martedì. Sirene razzo sono stati ascoltati nelle città costiere di Holon, Bat Yam, e in Modiin, situato nell'entroterra tra Gerusalemme e Tel Aviv. Sirene suonarono in Samaria, pure. I terroristi di mira anche le città israeliane vicine a Gaza, come avevano fatto in diverse occasioni durante il giorno. Nessun ferito o danni sono stati segnalati in attacco. Il sistema di difesa Iron Dome abbattuto due razzi in arrivo. All'inizio della giornata i terroristi di Gaza hanno sparato sulla regione di Tel Aviv. Shrapnel da un razzo ha colpito un cortile nella città di Yahud vicino a Ben Gurion International Airport, causando danni. L'attacco Yahud spinto diverse compagnie aeree internazionali a sospendere i loro voli da e per Israele. Poco tempo dopo, i terroristi hanno sparato contro le città meridionali di Ashdod e Ashkelon. La frequenza degli attacchi con razzi è caduto dall'inizio dell'Operazione protezione bordo a Gaza. Comandanti dell'IDF dicono truppe hanno distrutto con successo oltre 1.700 obiettivi terroristici, tra cui razzi, lanciarazzi e siti di lancio.
TUTTO QUELLO CHE ISRAELE FA è PER LA PROTEZIONE DEI CIVILI, TUTTO QUELLO CHE LA LEGA ARABA FA E PER ROVINARE I CIVILI! SE, LORO VINCESSERO? 6 MILIONI DI ISRAELIANI SAREBBERO TRUCIDATI SENZA PIETà! Please Share: While Israel uses its resources to invest in the protection of its civilians. Hamas uses its resources to invest in its terrorist infrastructure, using civilians in Gaza as human shields for its missiles.

Human Shields in Gaza. A Children's playground, a hospital, a mosque, a cemetery - all of those are used by Hamas for terror. Hamas uses civilian structures as rocket launching sites.
This is the essence of the "Human Shields" strategy - put the people of Gaza in the line of fire.

Un marchio per individuare i cristiani. Una "N". Un marchio della vergogna. Che ci riporta indietro alle persecuzioni nazifasciste contro gli ebrei. Accade in Iraq. [ Baghdad, Iraq, marchio della vergogna ] I miliziani jihadisti dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (Isis), che dallo scorso 9 giugno controllano Mosul e hanno proclamato il Califfato islamico, hanno ordinato ai funzionari pubblici di sospendere ogni fornitura di aiuti in cibo e bombole del gas agli sciiti, ai curdi e ai pochi cristiani rimasti nella seconda città dell'Iraq. Lo confermano all'Agenzia Fides fonti cristiane di Mosul, dopo che la notizia era stata rilanciata dal sito arabo www.ankawa.com Secondo quanto riferito dal funzionario locale Fadel Younis, i rappresentanti del Califfato islamico hanno annunciato che ogni infrazione del divieto verrà punita sulla base di regole attribuite alla sharia. Nella città dell'Iraq settentrionale – confermano a Fides fonti del Patriarcato caldeo – anche le case abbandonate dai battezzati vengono "segnalate" con la lettera iniziale della parola araba nasara (cristiano) e in esse si insediano occupanti sunniti fiancheggiatori del Califfato. Una lettera N, quindi, indica le case dei cristiani di Mosul. Quelle vuote sono tutte requisite. Per quelle ancora abitate, ai loro occupanti viene intimato di abbandonarle, oppure di diventare musulmani o di pagare la tassa di protezione, la jizia, molto esosa e insostenibile ai più, prevista dal dhimma (patto di protezione). Anche il vescovado caldeo di Mosul è stato occupato e sopra ora sventola la loro bandiera. La stessa cosa accade oltre che a Mosul anche in altre zone irachene controllate dai miliziani jihadisti dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (Isis), nell'area del neo costituito Califfato Islamico. Il terribile giro di vite contro i cristiani e gli sciiti della zona è stato confermato all'agenzia Sir pure da monsignor Shlemon Warduni, vicario patriarcale caldeo di Baghdad.
"Sono notizie che arrivano da Mosul e purtroppo - dice amareggiato - non sono le uniche. Ci risulta che i rappresentanti del Califfato islamico hanno ordinato ai funzionari pubblici di sospendere ogni aiuto in cibo e gas ai pochi cristiani rimasti in città, agli sciiti e ai curdi. Ogni infrazione al divieto sarà punito in base alla Sharia".
Notizia quest'ultima rilanciata dal sito ankawa.com. "Stiamo tornando indietro, la situazione peggiora giorno dopo giorno. Nei villaggi cristiani che hanno accolto gli sfollati in fuga da Mosul e dall'Isis è in atto una emergenza umanitaria - ricorda monsignor Warduni al sito Baghdadhope - come Caritas Iraq stiamo cercando di fare il possibile ma siamo a corto di mezzi. Anche i pozzi che abbiamo costruito, in collaborazione con l'Unicef, si stanno rivelando insufficienti. Servono aiuti urgentemente, la stagione è calda e serve acqua e cibo ed ogni aiuto che possa alleviare le sofferenze di tutta la popolazione". Intanto a Baghdad, dopo un mese di stallo, i parlamentari hanno eletto come presidente del Parlamento il sunnita Salim al-Juburi. Così la classe politica irachena cerca di rinserrare le file e avviare il processo per la formazione di un nuovo governo, mentre un terzo del Paese rimane sotto il controllo delle milizie islamiste dell'Isis. Nelle ultime ore l'esercito governativo ha lanciato un'offensiva per riprendere il controllo della città di Tikrit, città natale di Sadddam Hussein, in gran parte occupata dall'Isis nelle scorse settimane.
NON si può ricattare la sopravvivenza di Israele, con i piccoli bambini figli di jihdisti terroristi hamas, CERTO AL POSTO DI Benjamin Netanyahu IO AVREI UCCISO PIù BAMBINI ED AVREI PERSO MENO SOLDATI! SOPRATTUTTO, IO DISTRUGGENDO LA ARABIA SAUDITA IO AVREI FERMATO TUTTO QUESTO DELIRIO ISLAMICO GENOCIDIO SHARIA IN TUTTO IL MONDO! PER QUESTO PER ME Benjamin Netanyahu è PIù CHE, UN CODARDO LUI è IL VERO NEMICO DI ISRAELE E DEL GENERE UMANO.. SONO TUTTI ANGELI INNOCENTI, CHE, L'IMPERIALISTA SAUDITA BILDENBERG OTTOMANO FARISEO HA SACRIFICATO SULL'ALTARE DEL NWO CALIFFATO MONDIALE!
Iraq Mosul, la gente a fianco dei cristiani. Camille Eid. 22 luglio 2014
Mogherini: la Ue protegga i cristiani in Iraq 22 luglio 2014
L'Onu condanna le persecuzioni dei cristiani iracheni
22 luglio 2014 Il Cec: la fuga dei cristiani è una tragedia per tutti
22 luglio 2014 Mosul, il Papa telefona al patriarca
22 luglio 2014 Il cuore spezzato
Luigi Geninazzi 22 luglio 2014
Iraq, campagna web: siamo tutti cristiani
Laura Silvia Battaglia 21 luglio 2014
Mosul, le mani del califfato sul monastero
21 luglio 2014
A Mosul bruciato il palazzo episcopale
Luca Geronico 19 luglio 2014
«A Mosul minacciati da nemici senza volto»
Luca Geronico 18 luglio 2014
Sulle case di tutti
Marco Tarquinio 17 luglio 2014
Iraq, marchio della vergogna
16 luglio 2014
Un marchio per individuare i cristiani. Una "N". Un marchio della vergogna.​ «Che ne dicono i musulmani moderati? Non si sentono voci di denuncia». Lo ha chiesto il patriarca maronita Béchara Rai nella sua omelia domenicale a proposito dell'ultimatum lanciato dallo Stato islamico di al-Bahghdadi ai cristiani di Mosul. La denuncia del porporato è condivisa da molti giornalisti arabi, come l'editorialista Basim Tweissi che ieri esprimeva il suo rammarico per l'imbarazzante silenzio dei dignitari arabi e musulmani di fronte al dramma di Mosul. Poche dichiarazioni – scrive sul quotidiano giordano al-Ghad – che non sono all'altezza dell'accaduto, quando «salvare la cristianità araba deve essere, invece, la battaglia degli stessi arabi e musulmani contro l'oscurantismo» dell'Isis.
Non si è ancora udita la voce del grande imam al-Azhar né quelle degli ulema delle "capitali" dell'islam, dalla Mecca a Islamabad e da Casablanca a Giacarta, ma forse qualcosa comincia a muoversi. In Iraq, gli ulema sunniti hanno definito l'ultimatum intimato «un'ingiustizia contro una popolazione innocente e un comportamento che va contro le raccomandazioni del Profeta». Gli ulema hanno, inoltre, ritenuto che la spogliazione delle case, dei soldi e dei beni è considerata dalla sharia islamica alla stregua della rapina, chiedendo agli autori del «grave errore» di rimediare subito con l'autorizzazione al rientro dei cristiani.
Più dure ovviamente le reazioni dalla controparte sciita, anch'essa finita nel mirino dei jihadisti. Lo sceicco Alì al-Khatib, vice presidente dei Beni religiosi in Iraq, ha parlato di «barbarie» e ha definitio le azioni contro i cristiani «comportamenti disumani che non hanno alcun legame con l'islam».
Una condanna senza mezzi termini è stata espressa domenica dal segretario generale della Lega araba. Svuotare Mosul della sua popolazione cristiana , ha dichiarato Nabil al-Arabi in un comunicato, «è una intollerabile infamia. Ciò costituisce un crimine contro l'Iraq e la sua storia, contro i Paesi arabi e anche contro l'islam e l'insieme dei musulmani».
Pure l'Isesco (Organizzazione islamica per l'educazione, le scienze e la cultura, l'equivalente islamico dell'Unesco) ha deplorato ieri le azioni dell'Isis contro i cristiani di Mosul. «Il trattamento incivile del cosiddetto Isis è una prova di corruzione e deviazione dai dettami dell'islam di questa organizzazione». L'Isesco ha chiesto agli Stati membri e agli ulema musulmani di «condannare questo crimine atroce» e di adoperarsi per il rientro dei cristiani sfollati e la «protezione delle loro vite, chiese, beni e dignità».
Ad Amman, cento personalità musulmane e cristiane, tra cui diversi parlamentari, hanno sollecitato le autorità giordane a condannare espliticamente «la pulizia religiosa» in atto contro i cristiani di Mosul e Ninive. In un comunicato comune i firmatari chiedono al governo di esercitare tutta l'influenza di cui gode nelle zone settentrionali e occidentali dell'Iraq per mettere fine «all'azione criminale che influirà sul futuro di tutti i cristiani arabi nel Levante, inclusi i cristiani giordani».
L'esodo forzato dei cristiani di Mosul ha toccato un (pentito) Walid Jumblatt, lui stesso responsabile nel periodo 1983-1985, durante la guerra in Libano, di un simile sfollamento ai danni dei civili cristiani dello Chouf. «Condanno e biasimo con forza quanto è avvenuto ai cristiani di Mosul», scrive il leader druso sul giornale del Partito socialista. «Ciò rappresenta un duro colpo ai concetti di diversità, pluralismo e convivenza che richiama la presenza cristiana in Oriente, una presenza che salvaguardata a qualsiasi prezzo».
Ma forse la condanna più sincera, quella espressa non solo a parole, arriva come sempre dalla gente comune. Come da quei musulmani di Mosul che sono cresciuti, hanno studiato o lavorato con cristiani e che hanno aiutato i loro ex compagni o colleghi a salvare i loro risparmi dal saccheggio sistematico operato dall'Isis. Alcuni rifugiati scappati da Mosul raccontano di essersi sentiti proporre dai loro vicini di casa o da amici musulmani di affidare loro i propri soldi o altri beni preziosi prima di lasciare la città. «Questi amici, raccontano, hanno attraversato indisturbati i check point dei terroristi con i nostri averi e ci hanno aspettato per la riconsegna in una zona sicura dicendoci che sperano di rivederci presto a Mosul».
A Baghdad oltre duecento musulmani hanno partecipato domenica, in segno di solidarietà, alla Messa celebrata dal patriarca della Chiesa caldea, monsignor Louis Sako. Molti innalzavano cartelli con la scritta: «Sono un iracheno, sono un cristiano». Altri portavano cartelli con la frase «kulluna masihiyyun», siamo tutti cristiani, con una "N" finale che riproduce la lettera tracciata dai terroristi del califfato sulle abitazioni di cristiani. La stessa lettera, con cui l'Isis intendeva umiliare il nome cristiano, era stampata su alcune magliette.

MA, C'ERANO 1,2MILIONI DI CRISTIANI CON SADDAM HUSSEIN, LUI ERA INFINITAMENTE MIGLIORE DEI SATANISTI AMERICANI! ROMA, 18 LUGLIO - "Gli ultimi cristiani di Mosul vengono costretti ad abbandonare la città" dai jihadisti dell'Isis e del neo costituito Califfato islamico. Lo ha riferito venerdì il vicario patriarcale caldeo di Baghdad, monsignor Shlemon Warduni. I combattenti dell'Isis fermano i cristiani ai check-point in uscita "sequestrando loro tutto, soldi, averi e persino le auto e dicendo loro: andate, camminate". Monsignor Warduni non sa quanti cristiani stiano lasciando Mosul, "forse 50 o 100 famiglie".

SONO TUTTI ANGELI INNOCENTI, CHE, L'IMPERIALISTA SAUDITA BILDENBERG OTTOMANO FARISEO HA SACRIFICATO SULL'ALTARE DEL NWO CALIFFATO MONDIALE! Gaza: decine piccole bare a Ramallah. Allineate davanti a comune per protestare contro attacco Israele
SI POTREBBE ANCHE FARE, SE, I GIUDICI NON FOSSERO POLITICIZZATI! MA, IL COSTITUZIONALISTA CHE, AVEVA PREVISTO LA IMMUNITà PARLAMENTARE, NON ERA UNO SCEMO! VOI AVETE VIOLATO LA INDIPENDENZA DEI TRE POTERI DELLO STATO. è STATO MOLTO GRAVE VOTARE A SCRUTINIO SEGRETO, QUESTO è IL LAVORO DEGLI INFAMI!
Mose: Galan arrestato, andrà in carcere Milano ad Opera. Lui: 'Sono incazzato'
Votazione a scrutinio segreto: voti a favore sono stati 395, 138 i contrari

NON SI POSSONO VIOLARE I VALORI IDENTITARI DELLA SCUOLA CATTOLICA, ECCO PERHé, LA IDEOLOGIA GENDER INTOLLERANTE NAZI MASSIMALISMO, è LA MORTE DELLA DEMOCRAZIA! ] Prof di Trento, preside: non è discriminazione
Francesco Dal Mas 22 luglio 2014 Nessuna discriminazione nei confronti della professoressa. Al momento la direzione dell'Istituto Sacro Cuore di Trento, mille tra bambini e ragazzi, 137 insegnanti, ha deciso di non rinnovarle il contratto scaduto a fine giugno. Ma nessun rinnovo anche per altri 30 insegnanti con contratto a termine. Decisioni in merito avverranno solo ai primi di settembre, a seconda del monte ore da assegnare e del numero di classi. La scuola, d'altra parte, è impegnata a garantire le assunzioni anzitutto al personale abilitato. E la professoressa al centro della vicenda non lo è. Il Sacro Cuore, però, mantiene i rapporti con tutti i docenti, che ricontatta in base alle esigenze. È vero che la docente in questione avrebbe scelto di non condividere il progetto educativo dell'istituto. «Un progetto – spiega madre Eugenia Libratore, la superiora – che si àncora ad alcuni valori fondamentali, come quello della famiglia e ad una determinata concezione della vita. Quando, in un colloquio riservato, ho chiesto all'insegnante di condividerlo, non ho ricevuto risposta».
La professoressa ha dato tutta un'altra versione, attribuendo a madre Eugenia un'indagine ritenuta inammissibile sui suoi orientamenti sessuali. «Mi dispiace, ma l'insegnante non mi ha capito – puntualizza la responsabile del Sacro Cuore – volevo semplicemente aiutarla in un chiarimento doveroso rispetto alle preoccupazioni di tanti genitori, che anche in queste ore mi hanno manifestato vicinanza e solidarietà». Il colloquio, avvenuto a metà luglio, era «solo interlocutorio, di carattere privato, e in vista di eventuali futuri contatti, qualora si fossero aperte nuove opportunità di lavoro, al momento assenti», precisa l'Istituto. Per nessuno, quindi, ci sono le porte chiuse. «Abbiamo diritto di avere un nostro programma educativo e il dovere di farlo rispettare. I genitori ci scelgono per questo. Nel colloquio con l'insegnante era mia intenzione capire qualcosa di più riguardo a talune lamentele espresse da alcuni genitori, da alunni e colleghi, riguardo a specifiche affermazioni che lei avrebbe fatto in classe, ad esempio in tema di sessualità. Affermazioni considerate inopportune, fuori luogo e non compatibili con il nostro ambiente scolastico, che aveva dimostrato turbamento».
Su questo punto, da parte della docente, nessuna chiarificazione, a quanto pare. Ma non per questo il rapporto contrattuale non è stato rinnovato. Nessun ricatto, nè alcuna discriminazione sessuale. Il Sacro Cuore ha una precisa impostazione – fa notare la superiora – ed è significativo che anche dei genitori omosessuali abbiano chiesto di poter iscrivere a questa scuola i loro figli. È bastato, tuttavia, che la docente portasse in piazza il colloquio privato perché esplodesse la polemica. Trento, in questo periodo, è un ambiente caldo, a motivo della dibattuta proposta di legge provinciale sull'omofobia. Apriti cielo. Arcilesbica, Agedo, Equality Italia e Famiglie Arcobaleno non hanno trovato di meglio che chiedere al ministro Stefania Giannini di «restituire all'insegnante offesa la sua dignità di persona». I Comitati trentini per Tsipras hanno sollecitato, dal canto loro, un intervento del presidente della Provincia, Ugo Rossi, perché verifichi la legittimità dei fondi passati alla scuola paritaria. «Certo, noi riceviamo un contributo, ma perché svolgiamo un servizio pubblico. Sfido chiunque – insiste suor Eugenia – a dimostrare il contrario». Venti deputati del Pd fanno pressing sul ministro Giannini perché faccia rispettare le leggi: «Valuteremo il caso con la massima rapidità e con un confronto chiaro e doveroso con le parti coinvolte», ha risposto il ministro. Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente della Provincia, Rossi, che dice di voler approfondire ma tenendosi lontano da ogni «clamore di piazza» e «nel rispetto del diritto di tutti». Mentre il senatore leghista Sergio Divina parla di «vicenda montata ad arte» e il senatore Ncd Carlo Giovanardi di «distorsione della realtà» e altri cinque senatori Ncd intervengono per difendere la libertà di «un imprenditore di licenziare un lavoratore assunto a tempo determinato». Per Paolo Campisi, presidente dell'Associazione Agesc, non ci sono dubbi: l'unica discriminante, in vicende come questa, è la condivisione del progetto educativo. «Se questa c'è, l'accoglienza non ha confini». La vicenda è seguita con particolare preoccupazione anche dall'arcidiocesi di Trento.

Mosul decristianizzata. l'islam tace. ERDOGAN, saudi arabia TACE! Il cuore spezzato. Luigi Geninazzi 22 luglio 2014. È il cuore di una Chiesa antica che non aveva mai smesso di battere, nonostante i colpi violenti subiti negli ultimi anni. Due giorni fa quel cuore si è fermato, una tragedia tanto più grande quanto più segnata dall'orrore del presente e dall'angoscia per il futuro. A Mosul, culla della Chiesa caldea, la comunità cristiana è morta. Da quando la città del nord dell'Iraq è diventata la capitale del "Califfato" proclamato dall'Isis, il nuovo e aggressivo movimento jihadista, è aspro regolamento di conti con gli sciiti, marchiati con la «R» di rawafed (rinnegati), ma non c'è più posto per i cristiani, marchiati con la «N» di nazara (nazareni, come Gesù ) tracciata sulle loro case e costretti a una fuga precipitosa dopo essere stati insultati, picchiati e depredati. Monasteri bruciati, croci divelte, statue mariane distrutte. In questo modo gli estremisti musulmani intendono sradicare una comunità presente in Iraq «fin dai tempi in cui la religione islamica era di là da venire». Me l'aveva fatto notare monsignor Emil Nona, appena nominato pastore di un piccolo e martoriato gregge, quando lo incontrai nella sede dell'arcivescovado caldeo di Mosul. Alle sue spalle stava il ritratto del predecessore, monsignor Paulos Rahho, assassinato dagli integralisti islamici nel 2008. Mi condusse sul terrazzo dove mi mostrò la grande croce bianca che spiccava in cima alla cupola dell'unica chiesa rimasta aperta ai fedeli, meno di un migliaio di famiglie che avevano deciso di restare malgrado tutto, con la vita quotidiana cadenzata da attentati alle chiese, sequestri di fedeli e uccisioni di sacerdoti. Eppure viviamo e restiamo qui, diceva con un mesto sorriso quel coraggioso vescovo. Oggi non più. Ho ancora davanti agli occhi quella grande croce bianca sulla cupola che l'esercito dell'Isis pochi giorni fa ha ricoperto con un drappo nero, simbolo del califfato. Non era mai successo, neppure nei momenti più terribili vissuti dalla Chiesa irachena in seguito alla sciagurata guerra del 2003. Per la prima volta nella sua storia, Mosul non ha più abitanti cristiani, non ha più traccia di una cultura e di una fede che erano diventate patrimonio di civiltà. Dalla Siria all'Iraq l'odio anti-cristiano dilaga come un fiume in piena. «È una nuova pulizia etnica, un nuovo genocidio», denuncia il patriarca caldeo di Baghdad, monsignor Louis Sako. Non a caso un intellettuale laico francese, Regis Débray, ha definito la persecuzione dei cristiani nel terzo millennio come "il nuovo anti-semitismo". «Siamo tutti cristiani»; è la campagna lanciata da un abitante di Mosul e condivisa sul web da centinaia di iracheni. Un gesto ammirevole che però non sembra coinvolgere la maggioranza del mondo arabo e musulmano. E cos'hanno da dire in proposito i capi religiosi della "umma", l'autorità di Al-Azhar del Cairo e più in generale i leader dei Paesi islamici? Nulla finora, ad eccezione ovviamente del premier iracheno al-Maliki che si trova nell'occhio del ciclone. Eppure, come ha scritto recentemente la rivista Oasis, «il califfato proclamato dallo Stato islamico con sede a Mosul non ha trovato molti sostenitori tra i pensatori musulmani». Intellettuali che ispirano la Fratellanza musulmana ed esponenti del movimento salafita hanno criticato l'idea del califfato. Senza però accennare minimamente a quel che sta succedendo sul campo, come se la persecuzione dei cristiani marchiati come gli ebrei ai tempi del nazismo non li riguardasse direttamente. Come se i fanatici dell'Isis venissero da un altro pianeta e non fossero sostenuti, armati e finanziati da Paesi potenti della penisola arabica cui sono legati dalla comune ideologia wahhabita, la stessa che ha partorito al-Qaeda. Con l'Isis il terrorismo islamico sta diventando un fenomeno di massa e rischia di essere più pericoloso delle cellule di al-Qaeda.
Ma gli intellettuali del mondo musulmano fanno finta di non vedere, mentre l'Occidente si guarda bene dal chiedere conto a un Paese come l'Arabia Saudita, alleato degli Stati Uniti, strategico per le forniture di petrolio. Ancora una volta è la croce il segno di contraddizione piantato nel cuore della storia.

IN QUESTA PAGINA CANCELLANO TUTTI I MIEI COMMENTI, ANCHE SE UNICI CON EFFETTO IMMEDIATO! Missile abbatte un aereo malese in Ucraina, 298 morti
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/22/siria-ue-allunga-lista-delle-sanzioni_8af0c2fb-5173-4b62-a2e6-501a873c5207.html
Kiev,prove contro Mosca. Ira Putin. Ribelli, non siamo stati noi
i politici europei sono completamente impazziti, non esiste uno straccio di prova di colpevolezza, ma, per loro è sempre colpevole la Russia! VOI SIETE TUTTI TESTIMONI, EUROPA ED USA SONO I RESPONSABILI DELLA GUERRA MONDIALE! NON DANNO NESSUNA MOTIVAZIONE, DEL LORO IMPIANTO ACCUSATORIO, ALL'INFUORI DELLA CALUNNIA, CHE, SONO I RUSSOFONI CHE, VIETANO L'ACCESSO AL LUOGO DELLO SCHIANTO! [ AGI) - Bruxelles, 22 lugLIO. Quello che e' cambiato nella crisi ucraina dopo l'abbattimento del volo MH17 e' che "la crisi che conoscevamo", perche' dura ormai da 5 mesi, "e' diventata globale": come ha detto al termine del Consiglio Affari esteri il ministro Federica Mogherini, la decisione di oggi e' stata presa "in modo doloroso, perche' i morti si sono aggiunti ai morti di 5 mesi di conflitto, con un senso di urgenza di recuperare tutti i corpi e i resti" ed e' stata dettata dall'esigenza di "mettere il massimo della pressione congiunta possibile sulla Russia, perche' eserciti tutto il suo potere sui separatisti". Solo "un atto del tutto nuovo e del tutto positivo che finora non c'e' stato da parte della Russia" potrebbe evitare l'aumento della pressione sanzionatoria su Mosca da parte dell'Europa: ha detto la Mogherini, "in assenza di questo messaggio chiaro e' inevitabile procedere sulle sanzioni". Secondo il ministro, puo' "essere relativamente facile per Mosca dare un input chiaro e deciso ai separatisti perche' le condizioni sul terreno migliorino in modo consistente", consentendo l'accesso agli osservatori internazionali per il recupero dei corpi e dei resti dell'aereo. "In assenza di questo chiaro messaggio che consenta di lavorare in modo decisamente diverso rispetto ad ora, penso che sia del tutto inevitabile procedere con le sanzioni che verranno proposte giovedi'".
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
e ARABIA SAUDITA ONU SHARIA AL-QAEDA, QUANDO LI PUNITE?
Filippo Dall'Olio
A quando sanzioni contro Israele?
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
QUESTA SI CHIAMA LA MALEDIZIONE ISLAMICA, DEL FALSO PROFETA MAOMETTO PEDOFILO GENDER BORDELLO POLIGAMO, SENZA DIRITTI UMANI, ASSASSINO STERMINATORE, SOTTO PROTEZIONE ONU! DOVE ERAVATE VOI QUANDO 50 NAZIONI CRISTIANE, SONO DIVENTATE LE 50 NAZIONI NAZISTE DELLA LEGA ARABA? è DOVE SIETE VOI, MENTRE, LA NIGERIA RICEVE UN GENOCIDIO DI ISLAMIZZAZIONE E DI INCORPORAMENTO, ALLA LEGA RABA? CHI DI VOI CONDANNA GLI OMICIDI NAZISTI DELLA SHARIA APOSTASIA BLASFEMIA PENA DI MORTE A TUTTI? VOI PROPRIO MERITATE DI ESSERE UCCISI DAGLI JIHADISTI! SARETE ACCONTENTATI!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
C'è UN CERTO tuo parente GESUITA PADRE Paolo Dall'Oglio, che era amico degli islamici, ma è stato decapitato anche lui

QUESTA SI CHIAMA LA MALEDIZIONE ISLAMICA, DEL FALSO PROFETA MAOMETTO PEDOFILO GENDER BORDELLO POLIGAMO, SENZA DIRITTI UMANI, ASSASSINO STERMINATORE, SOTTO PROTEZIONE ONU! DOVE ERAVATE VOI QUANDO 50 NAZIONI CRISTIANE, SONO DIVENTATE LE 50 NAZIONI NAZISTE DELLA LEGA ARABA? è DOVE SIETE VOI, MENTRE, LA NIGERIA RICEVE UN GENOCIDIO DI ISLAMIZZAZIONE E DI INCORPORAMENTO, ALLA LEGA RABA? CHI DI VOI CONDANNA GLI OMICIDI NAZISTI DELLA SHARIA APOSTASIA BLASFEMIA PENA DI MORTE A TUTTI? VOI PROPRIO MERITATE DI ESSERE UCCISI DAGLI JIHADISTI! SARETE ACCONTENTATI!

e ARABIA SAUDITA ONU SHARIA AL-QAEDA, QUANDO LI PUNITE?
Siria: Ue allunga lista delle sanzioni. Colpite altre tre persone e nove società del regime di Damasco
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/22/siria-ue-allunga-lista-delle-sanzioni_8af0c2fb-5173-4b62-a2e6-501a873c5207.html

Gb opens investigation into Litvinenko murder, to establish responsibility Moscow [[, but a spy who betrays, it can kill a nation! everyone knows this]] really? and why the U.S., have given a life sentence (equivalent to a death sentence) to an Israeli spy, just because he was close, and discover that, between, Satanists cannibals of the CIA and the NSA, there were thousands of workers Saudi Salafis of Al-Qaeda, even on the altar of Satan for human sacrifices, that is, at the highest hierarchical levels of the project aliens abductions, etc.. This spy Israeli, did not betray, do not, did the double play, did not put the danger, the life of anyone! BUT, this is the truth, in the USA, NONE are not permitted to investigate, approximately, ABOUT, crimes against all mankind! ANSA, IF YOU GATES THIS COMMENT. I'll break your ASS! NSA HAVE DELETED THE COMMENT IN ITALIAN, ok emorroidi a tutti!
NoahTheNephilim
Gb apre inchiesta su omicidio Litvinenko, Per stabilire responsabilità Mosca [[ ma, una spia che, tradisce, può uccidere una nazione! questo tutti lo sanno ]] really? e perché gli USA, hanno dato l'ergastolo (equivalente, ad una pena di morte) ad una spia israeliana, solo perché, lui era vicino, a scoprire, che, tra, i satanisti cannibali della CIA e della NSA, c'erano migliaia di operatori sauditi salafiti di Al-Qaeda, anche sull'altare di satana per i sacrifici umani, cioè, ai più alti livelli gerarchici del progetto aliens abductions, ecc..? Questa spia non ha tradito, non ha fatto il doppio gioco, non ha messo il pericolo, la vita di nessuno! MA, questa è la verità, in USA è proibito indagare, circa, crimini contro tutto il genere umano! ANSA, SE MI CANCELLI QUESTO COMMENTO TI ROMPO IL CULO!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/07/22/gb-apre-inchiesta-su-omicidio-litvinenko_15164185-4e6b-4a56-961e-3c8257f88373.html
@ Mike Banti - vous savez ce que signifie le terme sioniste? Derrière ce terme, il ya CONTENU, extrême, qui doit être la sainteté, de la Bible, pour: 12 tribus d'Israël, qu'ils ne pourraient jamais être un projet impérialiste, contre: satanisme DE ROTHSCHILD maîtres pharisiens Talmud, de tout le monde système maçonnique, le Nouvel Ordre Mondial, qui est maintenant un allié, du monde califat! Fils, le bien et le mal, est transversale à toutes les religions et tous les gens! C'est la lutte éternelle entre les fils des ténèbres et les fils de la lumière! Djihadistes salafistes saoudiens et pharisiens satanistes 322 kerry, va détruire la race humaine, dans une guerre mondiale nucléaire imminente, si, si, ils vont gagner! En fait, Israël est tout ce qui nous sépare, entre la vie et la mort de 6miliardi de personnes! et, vous ne devriez être tendre, avec les terroristes du Hamas, ils m'ont coupé la tête devant vous, puis, seraient remercier Dieu de l'avoir fait, et ce, que, ils le font pour les chrétiens en Syrie, en Irak, au Nigeria et , dans chaque partie, où il charia! L'islam est la pire de toutes les nazis, de toute l'histoire de l'humanité, sous, l'égide de l'ONU!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/22/gaza-bilancio-palestinese-e-di-583-morti-3.640-feriti_90c6060f-d72d-4000-bbe9-dd2f9d1b13c4.html
Gb opens investigation into Litvinenko murder, to establish responsibility Moscow [[, but a spy who betrays, it can kill a nation! everyone knows this]] really? and why the U.S., have given a life sentence (equivalent to a death sentence) to an Israeli spy, just because he was close, and discover that, between, Satanists cannibals of the CIA and the NSA, there were thousands of workers Saudi Salafis of Al-Qaeda, even on the altar of Satan for human sacrifices, that is, at the highest hierarchical levels of the project aliens abductions, etc.. This spy Israeli, did not betray, do not, did the double play, did not put the danger, the life of anyone! BUT, this is the truth, in the USA, NONE are not permitted to investigate, approximately, ABOUT, crimes against all mankind! ANSA, IF YOU GATES THIS COMMENT. I'll break your ASS! NSA HAVE DELETED THE COMMENT IN ITALIAN, ok emorroidi a tutti!

DIO JHWH HOLY -- come Israeliani, sono così ciechi, circa, il complotto di tutta la LEGA ARABA, contro, di loro? Islamici SONO UNA SOLA UMMAH SHARIA, APOSTASIA BLASFEMIA SENZA RECIPROCITà, SONO UN SOLO CONSORZIO DI DEMONI! Questo è evidente Israele ha tradito il Genere umano, per vedere sorgere la era di satana LaVey 322 Kerry, ecc.. ] PM aux Arabes de Gaza: le Hamas va vous tuer. Dans une interview avec la BBC dimanche, le Premier ministre Binyamin Netanyahou a déclaré Arabes de Gaza que le Hamas voulait qu'ils meurent 20/07/2014, Binyamin Netanyahu. Dans une interview avec la BBC dimanche, le Premier ministre Binyamin Netanyahou a un message spécial pour les habitants de Gaza: Débarrassez-vous du Hamas avant de vous faire tuer. "Nous tournons seulement sur ​​les sites où les terroristes tirent sur nous", a déclaré M. Netanyahu. "Nous avons demandé à la population civile de quitter, mais le Hamas fait qu'ils restent, de les transformer en boucliers humains." Comme Netanyahu a parlé dans l'interview, le Hamas était en train de violer un autre cessez-le-feu "humanitaire" que le groupe terroriste avait demandé. Via la Croix-Rouge, le Hamas a demandé le cessez-le-feu pour lui permettre de retirer les cadavres du quartier Shejiaya à Gaza, où les combats ont été lourds depuis samedi. Après hésitation, Israël cupidité, et le Hamas ont tiré plusieurs roquettes sur Israël pendant la période de cessez-le-feu. Peu importe, Netanyahu a déclaré, Israël a fait de son mieux pour épargner la vie des civils. Israël a regretté toute mort civile, le premier ministre a déclaré, exhortant les Arabes de Gaza pour se sortir de la manière du mal. "Ne restez pas là," Netanyahu adressée Arabes de Gaza. "Le Hamas veut que tu meures, nous voulons que vous soyez sûr. Hamas est responsable de la tension, et pour le préjudice causé à des civils ".
En d'autres entretiens avec des médias étrangers dimanche, Netanyahu a souligné que l'opération de protection de bord continuera aussi longtemps que nécessaire. "Après nous assurons calme à long terme, nous allons travailler avec la communauté internationale pour assurer l'avenir de la bande de Gaza", a ajouté Netanyahu.

PM to Gaza Arabs: Hamas Will Get You Killed. In an interview with the BBC on Sunday, Prime Minister Binyamin Netanyahu told Gaza Arabs that Hamas wanted them to die 7/20/2014, Binyamin Netanyahu. In an interview with the BBC on Sunday, Prime Minister Binyamin Netanyahu had a special message for Gaza residents: Get rid of Hamas before they get you killed. "We are shooting only at the sites where terrorists are shooting at us," Netanyahu said. "We have asked the civilian population to leave, but Hamas is making them stay, turning them into human shields." As Netanyahu spoke in the interview, Hamas was in the midst of violating yet another "humanitarian" cease-fire that the terror group had requested. Via the Red Cross, Hamas asked for the cease-fire to allow it remove dead bodies from the Shejiaya neighborhood in Gaza, where fighting has been heavy since Saturday. After initial hesitation, Israel greed, and Hamas fired several rockets at Israel during the period of the cease-fire. Regardless, Netanyahu said, Israel was doing its best to spare civilian lives. Israel regretted every civilian death, the Prime Minister said, urging Gaza Arabs to take themselves out of harm's way. "Don't stay there," Netanyahu addressed Gaza Arabs. "Hamas wants you to die, we want you to be safe. Hamas is responsible for the tension, and for the harm to civilians."
In other interviews with foreign media Sunday, Netanyahu stressed that Operation Protective Edge would continue for as long as necessary. "After we ensure long-term quiet we will work with the international community to ensure the future of Gaza," Netanyahu added.
In questo mondo di farisei bildenberg Illuminati Spa FMI Rothschild, di anticristi Merkel, Sudan e in tutta la nazi LEGA ARABA: senza reciprocità, e senza diritti umani, i cristiani MARTIRI, sono cittadini di seconda classe. tutti le vittime di un Islam demonico, proiettato a realizzare il califfato mondiale! Israele se non fa, un attacco nucleare preventivo, potrebbe avere le ore contate! «La situazione giuridica dei cristiani in Sudan è davvero preoccupante». A parlare è il vescovo della diocesi sudsudanese di Tambura-Yambio, monsignor Eduardo Hiiboro Kussala, in questi giorni in visita alla sede centrale di Aiuto alla Chiesa che Soffre. Sebbene la costituzione garantisca pari diritti a tutti i sudanesi, senza alcuna distinzione di credo, i cristiani sono considerati e trattati come cittadini di seconda classe. «I membri del clero non possono ottenere il passaporto e quando lasciano il paese non sanno mai se potranno farvi ritorno – racconta il presule – molti sacerdoti sono stati espulsi ed i vescovi sono costretti al silenzio perché non possono esprimere liberamente le proprie opinioni». Ai cristiani è permesso assistere alle celebrazioni liturgiche, ma Khartoum non tutela affatto la libertà religiosa. Monsignor Hiiboro porta ad esempio il recente caso di Meriam Yahia Ibrayim Ishaq, condannata a morte per apostasia. «La fede di Meriam era ben nota a tutti – riferisce – ma un giorno improvvisamente la ragazza è stata minacciata e poi condannata. Edil governo non ha agito in alcun modo lasciando che fossero i leader islamici a decidere del futuro della donna». Il vescovo fa notare come Meriam non si sia affatto convertita. Il padre era sì musulmano, ma ha lasciato la famiglia quando lei aveva appena cinque anni e la ragazza è quindi cresciuta praticando la fede della madre, cristiana ortodossa, per poi divenire cattolica poco prima di conoscere il suo futuro marito Daniel Wani nel 2011. «Meriam è stata liberata soltanto a causa della forte pressione internazionale, tuttavia nel frattempo è stata costretta a dare alla luce la sua bambina in carcere». Sebbene la discriminazione dei cristiani non costituisca un fenomeno nuovo in Sudan, in seguito alla secessione del sud a maggioranza cristiana, nel luglio 2011, la situazione è nettamente peggiorata. La Chiesa sudanese ha apertamente sostenuto la nascita del Sud Sudan, richiamando più volte le autorità al rispetto della volontà dei cittadini, «ed ora è ritenuta responsabile della separazione dei due stati. Anche se noi ci siamo limitati soltanto ad esortare il governo a garantire la libertà religiosa e di coscienza». Roma, 11 luglio 2014

I filorussi di Lugansk sicuri, caccia ucraino ha abbattuto Boeing malese
"2 caccia ucraini vicino al Boeing malese prima della scomparsa dai radar"
L'Ucraina sposta mezzi militari verso il confine con la Crimea
Putin: pronti a difendere i nostri interessi, ma preferiamo il dialogo
20 luglio, I filorussi di Lugansk sicuri, caccia ucraino ha abbattuto Boeing malese.
"Testimoni che osservavano il volo dell'aereo passeggeri malesiano hanno visto una manovra d'attacco di un caccia delle forze aeree ucraine, dopodichè il Boeing si è spezzato in due in aria ed è caduto sul territorio della Repubblica Popolare di Donetsk," - riporta l'ufficio stampa dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_17/I-filorussi-di-Lugansk-sicuri-caccia-ucraino-ha-abbattuto-Boeing-malese-4368/

Monsignor Nona: la mia diocesi non esiste più. Isis me l'ha portata via. [[ contro, tutti i Governi del Mondo, ie, tutti gli anticristo del NWO Rothschild e do Obama GENDER! lo giuro sul trono di Dio JHWH, voi pagherete con la vostra vita per la loro vita! ] «Ahlan wa sahlan. Benvenuta». L'arcivescovo caldeo di Mosul, monsignor Emil Shimoun Nona accoglie calorosamente una donna visibilmente agitata e la fa accomodare in quello che è ora divenuto il suo ufficio a Tall Kayf, villaggio a tre chilometri a nord di Mosul. Nella notte tra il 9 e il 10 anche il presule ha dovuto abbandonare la seconda città dell'Iraq in seguito all'invasione di alcune aree del paese da parte dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (Isis). «Questa donna è appena arrivata qui a piedi da Mosul – spiega l'arcivescovo ad un rappresentante di Aiuto alla Chiesa che Soffre – è scappata con suo figlio in cerca di salvezza». Il presule racconta ad ACS come la Chiesa abbia accolto tutti coloro che sono fuggiti a causa dell'avanzata di Isis, sia musulmani che cristiani. «È la nostra fede che ci insegna ad aiutare e prenderci cura di ognuno, senza alcuna distinzione di fede». I rifugiati sono stati alloggiati nelle scuole e negli asili appartenenti alla Chiesa e in alcune case abbandonate. A Tall Kayf sono giunte 700 famiglie, mentre ad Alqosh, villaggio cristiano a venti chilometri da Mosul sono state accolte 500 famiglie cristiane e 150 musulmane. ACS ha sostenuto l'opera dell'arcidiocesi di monsignor Nona in favore dei rifugiati con un contributo straordinario di 100mila euro.
Habib, sua moglie ed i suoi cinque figli sono stati alloggiati in una copisteria che stampa testi religiosi. «Abbiamo lasciato tutto a Mosul – racconta il fedele caldeo ad ACS – siamo riusciti a portare soltanto i vestiti che indossavamo e i nostri documenti. E ora non sappiamo se potremo mai tornare a casa». Un'altra donna con quattro bambini spera di trasferirsi in Occidente appena possibile. «So che non sarà facile ricostruirsi una vita lì, ma almeno so che saremo al sicuro. Non voglio che i miei figli crescano nella paura».
Alcuni vogliono partire, altri non intendono abbandonare il proprio paese. Ad accomunare i cristiani iracheni vi è però l'incertezza sul futuro che li attende. Un sentimento condiviso da monsignor Nona. Oggi oltre tre quarti dei suoi 10mila fedeli sono in fuga. «Non so se saranno in grado di tornare – afferma – La mia diocesi non esiste più. Isis me l'ha portata via». Nel recente sinodo della Chiesa caldea, che si è svolto ad Erbil anziché a Bagdad a causa dell'attacco di Isis, i vescovi hanno cercato disperatamente risposte a questa nuova crisi. «I rifugiati non rappresentano l'unica emergenza a cui dobbiamo far fronte – spiega monsignor Nona – l'avanzata di Isis ha acuito le tensioni tra sunniti e sciiti, aumentando il senso di insicurezza dei cristiani che ormai hanno perso fede in un loro futuro in questa terra». Le speranze della Chiesa irachena sono ora riposte nel Kurdistan, la provincia semiautonoma in cui dall'inizio della guerra nel 2003 tanti cristiani hanno trovato rifugio dalla violenza. Ed i vescovi sperano che i propri fedeli fuggiti a causa di Isis possano trovare qui una nuova casa, senza lasciare l'Iraq. Roma, 4 luglio 2014

Hamas chiede a Israele una tregua 18:07 ] CERTO NOI NON POSSIAMO, E NON VOGLIAMO, NEGARE UNA TREGUA! MA, ANCHE, IL LANCIO DEI RAZZI DEVONO CESSARE! Questa è la fine di Hamas, perché, o loro decidono di morire tutti, con le armi in mano, o decidono di essere fucilati, o decidono di essere deportati, in Siria, mai più qualcuno dovrà sentire, che, in tutto il mondo, esiste una una LEGA ARABA, ONU OCI, sharia, ummah, BILDENBERG, di nazi CIA KIEV NAZI MERKEL Hitler Erdogan, di MANIACI RELIGIOSI, SENZA RECIPROCITà! UNA CONGIURA DEI MOSTRI, CONTRO IL MONDO DEGLI UOMINI

Il treno con le vittime del disastro del Boeing va a Donetsk. Cinque vagoni frigoriferi con i morti nell'incidente aereo del Boeing 777 nella parte orientale dell'Ucraina sono stati inviati dalla città di Torez, nei pressi del quale è precipitato l'aereo, a Ilovajsk, poi il treno proseguirà a Donetsk, ha comunicato il responsabile di stazione di turno.
Prima della spedizione i vagono sono stati ispezionati dai rappresentanti della missione dell'OCSE, che si trova sul luogo dello schianto. Secondo loro, nel treno ci sono 198 corpi. L'invio del convoglio è stato eseguito sotto il controllo delle milizie.
In precedenza il capo del Comitato per i rifugiati e lo scambio dei prigionieri di guerra della Repubblica Popolare di Donetsk Leonid Baranov ha detto che i miliziani sono pronti a passare i corpi delle vittime alle autorità di Kiev, che, secondo lui, sono stati lenti con la decisione: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Il-treno-con-le-vittime-del-disastro-del-Boeing-va-a-Donetsk-9810/
Est dell'Ucraina: bombardamenti e nuovi profughi. La situazione a Donetsk rimane estremamente tesa. Nel consiglio comunale è stato detto che domenica in città sono avvenute diverse esplosioni. Al momento non ci sono dati su vittime e feriti.
Nel frattempo, sabato sono ripresi gli scontri a Lugansk, dove a causa dei bombardamenti sono stati uccisi almeno 20 civili. I proiettili sono esplosi sul mercato locale. È stato riferito che la comunicazione mobile funziona con interruzioni, l'elettricità è stata ristabilita solo di recente, ad è mancata tutta la notte.
I civili continuano ad abbandonare la zona pericolosa. Negli ultimi giorni la regione di Rostov ha accolto 489 rifugiati ucraini. Attualmente nella regione ci sono 34 652 rifugiati: http://italian.ruvr.ru/2014_07_20/Est-dellUcraina-bombardamenti-e-nuovi-profughi-3595/
Donetsk: [[ sarà un caso ma, i Farisei Illuminati sono fissati con la numerologia loro la chiamano Kabbalah, che, in realtà è una magia nera camuffata. A bordo del velivolo vi erano 298 persone, tra cui 85 bambini e 15 membri dell'equipaggio. Non ci sono sopravvissuti: le "scatole nere" del Boeing saranno consegnate solo agli esperti dell'ICAO.] [Gli autonomisti hanno scoperto presso il luogo dello schianto dell'aereo di linea malese oggetti, simili alle "scatole nere" e sono stati trasportati a Donetsk, ha dichiarato ad un briefing il Primo Ministro della autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Aleksandr Boroday. Ha aggiunto che non saranno consegnate alla parte ucraina, ma solo agli esperti internazionali dell'ICAO (International Civil Aviation Organization).Giovedì nella parte orientale dell'Ucraina è precipitato il Boeing 777 della Malaysia Airlines, che volava da Amsterdam a Kuala Lumpur. A bordo del velivolo vi erano 298 persone, tra cui 85 bambini e 15 membri dell'equipaggio. Non ci sono sopravvissuti: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Donetsk-le-scatole-nere-del-Boeing-saranno-consegnate-solo-agli-esperti-dellICAO-4383/

Putin IMBECILLE, c'è più cervello, in una scatola di tonno, che, non in tutto il tuo Governo! al prossimo attentato islamico? tu non venire più a piangere da me! DOVE SONO LE TUE DENUNCE CONTRO, LA SHARIA, PER PROTEGGERE LA VITA, DEI MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI, IN TUTTA LA NAZI ONU LEGA ARABA? A TE INTERESSANO SOLTANTO I SOLDI DEL NUCLEARE IRANIANO, E TU VENDI IL GAS ALLA EUROPA, SPUTANDO SUL SANGUE DEI RUSSOFONI! TU SEI SOLTANTO UN VOLGARE COMMERCIANTE! ] Il bombardamento delle periferie di Gaza ha prodotto vittime di massa tra i palestinesi, Le truppe israeliane hanno sottoposto a massicci bombardamenti le periferie densamente popolate della periferia della capitale di Gaza, da dove fuggono migliaia di persone, comunicano i testimoni e i rappresentanti locali del Ministero della Salute. Sullo sfondo delle perdite crescenti nel raggruppamento di attacco, il comando militare israeliano ha annunciato l'estensione della "fase di terra" dell'operazione contro i militanti palestinesi. L'epicentro è diventato il quartiere Shizaya, dove vivono circa 200 mila palestinesi. "Abbiamo contato 17 vittime. Ma ci sono ancora decine se non centinaia di morti e feriti. Noi non possiamo raggiungerli, sparano contro i nostri automezzi", ha detto il rappresentante del Ministero della Salute: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Il-bombardamento-delle-periferie-di-Gaza-ha-prodotto-vittime-di-massa-tra-i-palestinesi-3212/
HANNO FATTO DI TUTTO SUL SITO DI RUV.RU, PER NON ACCETTARE IL MIO COMMENTO, MA, POI, LO HANNO DOVUTO DIGERIRE!

Il personale del posto doganale "Gukovo" al confine russo-ucraino nella regione di Rostov domenica è stato evacuato per un'ora a causa dei bombardamenti in Ucraina, ha riferito un rappresentante dell'amministrazione doganale del sud della Russia. Un'ora dopo il cessate il fuoco sulla parte ucraina, i doganieri russi sono tornati al lavoro.
Ultimamente sono stati verificati alcuni attacchi contro i punti di blocco al confine russo-ucraino. A luglio il fuoco contro il territorio russo è diventato più frequente. Il Ministero degli Esteri russo ha elevato protesta all'Ucraina in relazione ai bombardamenti del territorio russo e ha chiesto di cessarli: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Evacuati-i-doganieri-russi-a-causa-dei-bombardamenti-dallUcraina-7377/
Il Consiglio di Sicurezza dell'ONU sta esaminando un progetto di risoluzione sul disastro del Boeing 777 malese in Ucraina orientale, il voto potrebbe tenersi lunedì, riferiscono i media, citando un rappresentante dell'organizzazione mondiale.
Il documento dovrebbe prevedere l'accesso al luogo dell'incidente e l'organizzazione di un'inchiesta internazionale indipendente.
Nel frattempo, le autorità della Repubblica autoproclamata di Donetsk hanno dichiarato che garantiscono la sicurezza degli esperti internazionali sul luogo della tragedia.
ONU sharia OCI, LEGA ARABA NAZI BLASFEMIA APOSTASIA, GENOCIDIO, Ummah, Saudi Arabia, Califfato, Hamas, scam, alto tradimento, Giordania, Turchia, UE, 322 USA: congiura! ] UNRWA dà Rockets ad Hamas. Rockets trovano nella scuola delle Nazioni Unite sono riferito consegnati al gruppo terroristico. Per Shimon Cohen, Maayana Miskin. 2014/07/20, UNRWA nel campo profughi. L'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi arabi "," UNRWA, ha causato indignazione da parte apparentemente dando razzi di Hamas. Giovedi ', l'UNRWA ha confermato che 20 razzi erano stati trovati in una delle sue scuole vacanti a Gaza. Personale UNRWA ha detto la settimana scorsa che avevano "informato le parti interessate e con successo ha preso tutti i provvedimenti necessari per la rimozione degli oggetti." Tuttavia, Canale 2 relazioni domenica che - invece di distruggere i razzi - lavoratori dell'UNRWA chiamati Hamas a venire rimuoverli. Hamas ha sparato oltre 1.500 razzi contro i centri abitati israeliani nelle ultime due settimane. Eventuali nuovi razzi sarebbero presumibilmente essere utilizzati in attacchi simili. UNRWA si rifiuta di fornire Pictures. Mentre l'UNRWA ha confermato l'esistenza di razzi in una delle sue scuole la settimana scorsa, l'organizzazione ha rifiutato una richiesta di Israele di fornire un quadro delle armi. Un quadro potrebbe aver aiutato Israele mostra che Hamas usa le istituzioni civili per immagazzinare armi e attacchi di lancio. Hamas ha apertamente utilizzato scudi umani nel suo ultimo conflitto con Israele. Il gruppo terroristico ha rilasciato una dichiarazione Giovedi invitando i residenti di Gaza di ignorare gli avvertimenti dell'esercito israeliano di evacuare le loro case. In precedenza, Hamas ha raccolto i civili a stare sul tetto della casa di un terrorista di alto livello al fine di scoraggiare un attacco israeliano. UNRWA da Rockets a Hamas. Según informes, los Rockets se encuentran en la escuela de la ONU se pongan en poder del grupo terrorista. Por Shimon Cohen, Maayana Miskin. 07.20.2014, UNRWA del campo de refugiados. La agencia de la ONU para los palestinos árabes "refugiados", UNRWA, ha causado indignación por aparentemente dando cohetes de Hamas. El jueves, la UNRWA confirmó que se habían encontrado 20 cohetes en una de sus escuelas vacantes en Gaza. Personal del OOPS, dijo la semana pasada que habían "informó a las partes pertinentes y con éxito tomó todas las medidas necesarias para la eliminación de los objetos." Sin embargo, el canal 2 informes Domingo que - en lugar de destruir los cohetes - trabajadores del OOPS llamados Hamas venir eliminarlos. Hamas ha lanzado más de 1.500 cohetes contra centros de población israelí en las últimas dos semanas. Todos los nuevos cohetes presumiblemente serían usados en ataques similares. UNRWA se niega a proporcionar imágenes. Mientras UNRWA confirmó la existencia de cohetes en una de sus escuelas de la semana pasada, la organización se negó una solicitud israelí para ofrecer una imagen de las armas. Una imagen podría haber ayudado a Israel muestran que Hamas utiliza las instituciones civiles para almacenar armas y lanzar ataques. Hamas ha utilizado abiertamente escudos humanos en su más reciente conflicto con Israel. El grupo terrorista emitió un comunicado el jueves instando a los residentes de Gaza a ignorar las advertencias de las FDI a evacuar sus hogares. Más temprano, Hamas se reunieron a civiles a trabajar en el techo de la casa de un terrorista de alto nivel con el fin de disuadir un ataque de las FDI. UNRWA donne Rockets au Hamas. Rockets trouvés à l'école de l'ONU seraient remis à un groupe terroriste. Par Shimon Cohen, Maayana Miskin. 20/07/2014, l'UNRWA dans le camp de réfugiés. L'agence de l'ONU pour les réfugiés palestiniens arabes "," l'UNRWA, a provoqué l'indignation en donnant apparemment roquettes du Hamas. Le jeudi, l'UNRWA a confirmé que 20 roquettes avaient été trouvés dans une de ses écoles vacants dans la bande de Gaza. Personnel de l'UNRWA a déclaré la semaine dernière qu'ils avaient "informé les parties concernées et avec succès a pris toutes les mesures nécessaires pour l'élimination des objets." Toutefois, Canal 2 rapports dimanche que - plutôt que de détruire les roquettes - les travailleurs de l'UNRWA appelle le Hamas à venir les retirer. Le Hamas a tiré plus de 1.500 roquettes sur des centres de population israéliens au cours des deux dernières semaines. Toutes les nouvelles fusées seraient probablement utilisés dans des attaques similaires. UNRWA refuse de fournir les photos. Tandis que l'UNRWA a confirmé l'existence de roquettes dans une de ses écoles la semaine dernière, l'organisation a refusé une demande israélienne de donner une image des armes. Une image aurait aidé Israël montrent que le Hamas utilise les institutions civiles pour stocker des armes et de lancer des attaques. Le Hamas a ouvertement utilisé des boucliers humains dans son dernier conflit avec Israël. Le groupe terroriste a publié une déclaration exhortant les habitants de Gaza jeudi à ignorer les avertissements de Tsahal d'évacuer leurs maisons. Plus tôt, le Hamas a rassemblé les civils à se tenir debout sur le toit de la maison d'un terroriste supérieur afin de dissuader une attaque de Tsahal. UNRWA Gives Rockets to Hamas. Rockets found in UN school are reportedly handed over to terrorist group. By Shimon Cohen, Maayana Miskin. 7/20/2014, UNRWA in Refugee Camp. The UN agency for Palestinian Arab "refugees," UNRWA, has caused outrage by apparently giving rockets to Hamas. On Thursday, UNRWA confirmed that 20 rockets had been found in one of its vacant schools in Gaza. UNRWA staff said last week that they had "informed the relevant parties and successfully took all necessary measures for the removal of the objects." However, Channel 2 reports Sunday that - rather than destroying the rockets - UNRWA workers called Hamas to come remove them. Hamas has fired over 1,500 rockets at Israeli population centers over the past two weeks. Any new rockets would presumably be used in similar attacks. UNRWA Refuses to Provide Pictures. While UNRWA confirmed the existence of rockets in one of its schools last week, the organization refused an Israeli request to provide a picture of the weapons. A picture could have helped Israel show that Hamas uses civilian institutions to store weapons and launch attacks. Hamas has openly used human shields in its latest conflict with Israel. The terrorist group issued a statement Thursday urging Gaza residents to ignore IDF warnings to evacuate their homes. Earlier, Hamas gathered civilians to stand on the roof of a senior terrorist's home in order to deter an IDF strike.

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale. Israele: Netanyahu, [ brutto figlio di puttana! a che titolo, giuridico, morale, istituzionale, tu potresti restituire GAZA ad Hamas, per dire io sono il complice di Hamas? ti farò fare la morte del traditore, se, tutto Hamas non si sarà, auto esiliato in Siria! ] La Chiesa irachena si appella all'Ue: aiutateci ad impedire una guerra civile. [ Hamas nasconde armi nelle scuole ONU. Critiche dall'Egitto per il rifiuto di aderire alla tregua. come la LEGA ARABA STRUMENTALIZZA LE Identità NAZIONALI per realizzare, il suo califfato ummāh demoniaco Islam, di demonio Allah, poligamia e per genocidio pedofilia blasfemia nazi apostasia:pulizia etnica a tutti, ha ucciso ancora, ancora, e ancora, sotto egida ONU SHARIA UE USA: e, per la felicità, di: tutti gli anticristo Catherine Ashton, di questo mondo di tenebre Rothschild Bildenberg! ] I leader cristiani d'Iraq si sono rivolti all'Unione europea affinché li aiuti ad impedire una guerra civile che metterebbe in pericolo il futuro del paese e di una minoranza «fragile» come quella cristiana. È successo a Bruxelles lo scorso 10 luglio nel corso di una riunione organizzata the Aiuto alla Chiesa che Soffre. ©Consiglio Ue. Vista la criticità del momento iracheno, la fondazione pontificia ha invitato alcuni esponenti della Chiesa locale nella capitale belga per incontrare gli anticristi, massonici, farisei, Bildenberg I traditori di Israele, presidente del Consiglio europeo, Herman van Rompuy, ed altri rappresentanti dell'Unione. L'iniziativa rientra nell'ambito della collaborazione tra ACS e l'Ue che ha visto svolgersi altri incontri tra istituzioni europee e testimoni delle Chiese in difficoltà, quali quelle di Pakistan, Egitto, Siria e Repubblica Centrafricana.

1 luglio, Il Comitato investigativo russo intenta causa contro il bombardamento del posto di blocco di Rostov. Gli inquirenti russi hanno intentato causa contro il bombardamento del posto di blocco russo e le abitazioni nella regione di Rostov da parte dell'Ucraina, avvenuto sabato 28 giugno, ha comunicato il portavoce del comitato investigativo Vladimir Markin. "I militari ucraini, membri della guardia nazionale dell'Ucraina e i militari del Settore destro sono riusciti a portare a termine, per ragioni indipendenti dalla loro volontà, le loro azioni dolose finalizzate alla commissione di reato come l'omicidio di persone che si trovavano nelle zone residenziali della regione di Rostov e coloro che si trovavano al punto di dogana"- ha detto Markin: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_01/Il-Comitato-investigativo-russo-intenta-causa-contro-il-bombardamento-del-posto-di-blocco-di-Rostov-5088/
Il presidente russo Vladimir Putin ritiene inammissibile il fatto che, dopo l'ordine di cessare il fuoco sul territorio della Russia cadono ed esplodono le munizioni che mettono in pericolo la vita dei cittadini russi, riferisce l'amministrazione del presidente.
Il servizio delle guardie di frontiere dell'FSB della Federazione russa ha riferito che a causa di un attacco di mortaio contro il posto di blocco "Novoshahtinsk" un doganiere ha subito le ferite da schegge, inoltre sono stati distrutti diversi edifici e strutture tecniche. Sul fatto del bombardamento del territorio russo dall'Ucraina e la ferita del doganiere russo è stato aperto un procedimento penale secondo l'articolo "tentativo di omicidio con circostanze aggravanti".
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_06_21/Putin-il-bombardamento-del-territorio-della-Russia-e-inamissibile-9482/ Mosca richiede a Kiev di indagare sul bombardamento del posto di blocco al confine russo. Mosca richiede a Kiev di indagare sul bombardamento del posto di blocco al confine russo. 21 giugno, Lugansk, La Russia chiede alla NATO di fermare l'operazione militare in Ucraina orientale. 2 giugno, Doganieri ucraini picchiano 2 russi e 1 bielorusso
1 maggio, Nuovamente sotto il fuoco ucraino le guardie di frontiera russe
12 luglio, Tra l'Ucraina e la Crimea posto il confine di Stato
25 aprile, Russia, riaperti 3 valichi di frontiera al confine con l'Ucraina
12 luglio, Putin: il bombardamento del territorio della Russia è inammissibile

Miracle' After Rocket Shrapnel Narrowly Misses Kindergarten. Shrapnel fell just outside kindergarten - narrowly missing children and staff, who had just fled to a safe room. First Publish: 7/20/2014, Rocket fragments fell throughout Rishon LeTzion on Sunday, after the Iron Dome intercepted a large volley fired on the heavily-populated Gush Dan region. But as shrapnel rained on the unsuspecting populace, one kindergarten was narrowly missed by a large fragment - an open miracle, as Channel 2 reports. Some 20 children and staff headed into a protected area just moments before the rockets were intercepted, according to the daily. No staff or children were injured and no damage was reported. Clara Nehmadi, kindergarten director, spoke to the outlet about the near-miss. "Shrapnel fell and security forces evacuated us," she recounted. "The children are fine, I hugged each of them and calmed them." "This is Russian roulette; you never know where a rocket can fall," she explained. "The entire country is within range."
Nehmadi added that she "do[es] drills throughout the year" and that the children are "trained" to enter their protected area. Mayor of Rishon Lezion Dov Tzur visited the kindergarten shortly after the incident and praised the staff and children for following procedure. "We saw a small depression in the earth where the shrapnel fell in the kindergarten courtyard," he said. "The children were in a secured room and followed procedure." "I don't want to think about what would happen if shrapnel fell in the yard while children were playing," he added. Rocket fire on Israel has become so common since the 2005 Disengagement from Gaza that one kindergarten teacher published a song to help children cope with the fear and anxieties of the attacks.
As Operation Protective Edge extends well into its thirteenth day against Hamas rocket fire, at least 1,770 rockets have been estimated to have been fired on Israeli civilians - and close to 10,000 have been fired since the 2005 Disengagement. 

La Chiesa irachena si appella all'Ue: aiutateci ad impedire una guerra civile. [ Hamas nasconde armi nelle scuole Onu. Critiche dall'Egitto per il rifiuto di aderire alla tregua. come la LEGA ARABA STRUMENTALIZZA LE IDENTITà NAZIONALI per realizzare, il suo califfato ummah demoniaco Islam, di demonio Allah, poligamia e per genocidio pedofilia blasfemia nazi apostasia:pulizia etnica a tutti, ha ucciso ancora, ancora, e ancora, sotto egida ONU SHARIA UE USA: e, per la felicità, di: tutti gli anticristo Catherine Ashton, di questo mondo di tenebre Rothschild Bildenberg! ] I leader cristiani d'Iraq si sono rivolti all'Unione europea affinché li aiuti ad impedire una guerra civile che metterebbe in pericolo il futuro del paese e di una minoranza «fragile» come quella cristiana. È successo a Bruxelles lo scorso 10 luglio nel corso di una riunione organizzata da Aiuto alla Chiesa che Soffre. ©Consiglio Ue. Vista la criticità del momento iracheno, la fondazione pontificia ha invitato alcuni esponenti della Chiesa locale nella capitale belga per incontrare gli anticristi, massonici, farisei, Bildenberg i traditori di Israele, presidente del Consiglio europeo, Herman van Rompuy, ed altri rappresentanti dell'Unione. L'iniziativa rientra nell'ambito della collaborazione tra ACS e l'Ue che ha visto svolgersi altri incontri tra istituzioni europee e testimoni delle Chiese in difficoltà, quali quelle di Pakistan, Egitto, Siria e Repubblica Centrafricana. La delegazione della Chiesa irachena era composta dal patriarca caldeo Louis Raphael I Sako, dal vescovo siro-cattolico di Mosul, monsignor Yohanna Petros Mouche, e dall'arcivescovo caldeo di Kirkuk, monsignor Yousif Thomas Mirkis. Il patriarca Sako ha descritto ai rappresentanti dell'Unione l'estrema debolezza e la fragilità della minoranza cristiana. «Se non verrà trovata una soluzione pacifica, non resterà che una simbolica presenza cristiana. E ciò metterà la parola fine alla nostra storia in Iraq». Nonostante i cristiani non rappresentino un chiaro obiettivo dei fondamentalisti, l'alto prelato ha raccontato come, in seguito all'invasione dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (Isis), tanti dei suoi fedeli abbiano abbandonato le zone in mano ai jihadisti. Assieme a loro anche molti musulmani che hanno trovato rifugio in alcune strutture della Chiesa o presso le famiglie cristiane di villaggi vicini. «L'opera pastorale della Chiesa – ha detto il patriarca – non è rivolta soltanto ai cristiani». I membri della delegazione irachena hanno inoltre illustrato il fondamentale ruolo che la loro comunità può ancora giocare nel paese, nonostante anni di violenze e persecuzioni sistematiche. La piccola minoranza può contribuire alla mediazione tra le parti coinvolte nel conflitto settario e agevolare le relazioni con la comunità internazionale. L'aver mantenuto un'assoluta neutralità e aver promosso soluzioni pacifiche, fa dei cristiani degli ottimi mediatori che cercano di costruire ponti di pace attraverso il dialogo. «Tutti sanno che il mostro unico interesse è il bene del paese. Ed è per questo che gli esponenti delle diverse fazioni accolgono sempre con favore il nostro invito ad incontrarsi e discutere nelle nostre chiese». L'onorevole Tunne Kelam del Partito Popolare europeo ha espresso il proprio rammarico, notando come la recente crisi irachena abbia fatto conoscere al mondo il dramma dei cristiani mediorientali. «Non possiamo rimanere impassibili al loro dolore – ha detto il parlamentare europeo – l'Unione deve impegnarsi per favorire quell'uguaglianza e quel rispetto reciproco che costituiscono le condizioni necessarie affinché i cristiani, la più antica presenza del Medio Oriente, possano continuare ad abitare la regione». La questione irachena è tra i temi che saranno discussi domani, 16 luglio, durante il Consiglio europeo dei capi di governo degli Stati membri. L'ultimo censimento iracheno del 1987 stimava il numero dei cristiani nel paese in circa un milione e 400mila. Da allora il massiccio esodo, intensificatosi dopo l'inizio della guerra nel 2003, ha decimato la comunità che oggi conta approssimativamente 300mila fedeli. La maggioranza vive a Bagdad, sebbene le migrazioni interne verso il più sicuro Kurdistan iracheno non accennino a diminuire. I tre leader religiosi temono che le continue violenze possano mettere fine a 2mila anni di cristianità in Iraq. «Sotto Saddam avevamo sicurezza, ma non libertà religiosa. Oggi abbiamo libertà religiosa ma non sicurezza», ha affermato il patriarca Sako. «La paura è tale – ha aggiunto monsignor Mirkis – che pochissimi fedeli riescono ad intravedere un proprio futuro nel paese». Roma, 15 luglio 2014
Hamas nasconde armi nelle scuole Onu. Critiche dall'Egitto per il rifiuto di aderire alla tregua. come la LEGA ARABA STRUMENTALIZZA LE IDENTITà NAZIONALI per realizzare, il suo califfato ummah demoniaco Islam, di demonio Allah, poligamia e per genocidio pedofilia blasfemia nazi apostasia:pulizia etnica a tutti, ha ucciso ancora, ancora, e ancora, sotto egida ONU SHARIA UE USA: e, per la felicità, di: tutti gli anticristo Catherine Ashton, di questo mondo di tenebre Rothschild Bildenberg! ]
Luglio 18, 2014. Il ministro degli esteri egiziano contro Hamas: «Se avesse accettato la proposta di tregua egiziana, avrebbe potuto salvare almeno 40 vite umane»
hamas-gazaIl portavoce di Hamas, Sami Abu Zuhri, ha spiegato ieri che l'organizzazione palestinese non accetterà alcun accordo di pace con Israele se non verranno rispettate le proprie condizioni. Il rifiuto di Hamas di fermare il lancio di missili ha suscitato critiche dei media e dei governi arabi, facendo luce sulla posizione sempre più isolata del movimento palestinese.
HAMAS POTEVA SALVARE DELLE VITE. «Se Hamas avesse accettato la proposta di tregua egiziana, avrebbe potuto salvare almeno 40 vite umane», ha detto ieri il ministro degli esteri egiziano Sameh Shoukri. L'Egitto si era proposto come mediatore per una tregua fra Israele e Hamas. Nonostante il governo israeliano avesse accettato l'idea di un accordo, i leader di Hamas non hanno voluto fermare i lanci di missili, causando l'intervento via terra dell'esercito israeliano. ARMI NELLE SCUOLE DELL'ONU. Hamas è stata accusata – da Israele, ma anche da altre nazioni arabe – di usare i civili come scudi umani e di nascondere le armi in scuole, ospedali e infrastrutture umanitarie. Si è dovuto ieri perché, per la prima volta, l'Onu confermasse la veridicità delle accuse, scoprendo, in un proprio edificio scolastico a Gaza, 20 missili dell'arsenale palestinese. L'agenzia delle nazioni unite che gestisce la scuola, l'Unrwa, ha dichiarato che questo episodio sarebbe «il primo del suo genere a Gaza» e ha avviato un'indagine.
Il portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Yigal Palmor, commentando la notizia, ha sottolineato al The Times of Israel, che «ancora una volta, i terroristi di Gaza abusano delle strutture delle Nazioni Unite per svolgere le loro attività violente. Hamas e altri gruppi terroristici sono determinati a mettere i civili in pericolo e non rispetteranno nulla nella loro frenesia violenta». «Ci aspettiamo – ha proseguito Palmor – che le Nazioni Unite e la comunità internazionale condannino e agiscano con determinazione contro questa violazione sfacciata del diritto umanitario internazionale, che mette in pericolo i bambini e le attività umanitarie delle Nazioni Unite». HAMAS ISOLATA. Per rispondere alle critiche, in un comunicato diffuso ieri, Hamas ha denunciato l'assenza di una «attività araba ufficiale per salvare Gaza». Chiaro è il riferimento alle posizioni di Arabia Saudita ed Egitto sulla strategia di Hamas e alle critiche dell'opinione pubblica araba, che accusa il gruppo palestinese di tenere in ostaggio gli abitanti della striscia e di usare le loro vite come merce di scambio con Israele. Il nervosismo dell'organizzazione non si deve soltanto all'isolamento internazionale. Sebbene non sia diminuito il suo controllo sulla striscia e soprattutto sui tunnel sotterranei che la collegano all'Egitto e a Israele, per quanto riguarda i consensi all'interno della Palestina, il gruppo ha sempre meno credito: in Cisgiordania, Hamas non ha convinto i palestinesi ad accogliere la chiamata alle armi lanciata dal gruppo contro Israele; a Gaza, la presenza sempre più numerosa (anche se negata da Hamas) di gruppi jihadisti affiliati all'Isis rischia di erodere ulteriori consensi all'organizzazione. Leggi di Più: Hamas nasconde armi nelle scuole e rifiuta la tregua, Tempi.it 

Baghdad, vescovo: «I cristiani di Mosul cacciati dalle loro case. Le nostre peggiori paure si stanno avverando» Luglio 19, 2014 [ califfato ummah demoniaco Islam, di demonio Allah, poligamia e pedofilia a tutti, blasfemia nazi apostasia,ha ucciso ancora, ancora, e ancora, sotto egida ONU SHARIA UE USA: e, per la felicità, di: tutti gli anticristo Catherine Ashton, di questo mondo di tenebre Rothschild Bildenberg! ] «Siamo senza parole perché quanto successo è davvero scioccante», dice ad Acs monsignor Saad Syroub, vescovo ausiliare caldeo di Baghdad. iraq-mosul-cristiani-fuga-isiltratto da Acs Italia – «Siamo senza parole perché quanto successo è davvero scioccante. I cristiani sono a Mosul da secoli e quelle famiglie sono state improvvisamente strappate via dalla loro città, dalla loro casa, dalla loro vita. Siamo davvero preoccupati per il futuro dei cristiani in questo paese». È la drammatica reazione di monsignor Saad Syroub a quanto accaduto a Mosul. Il vescovo ausiliare caldeo di Bagdad è stato raggiunto telefonicamente questa mattina da Aiuto alla Chiesa che Soffre.
Nelle ultime ore, i jihadisti dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (Isis) hanno costretto i pochi cristiani rimasti nella seconda città irachena a lasciare le loro abitazioni. Disperati, i cristiani sono immediatamente fuggiti ma sono stati fermati ai checkpoint in uscita dai miliziani di Isis, che li hanno depredati delle auto e di tutti i loro averi per poi intimare loro di proseguire a piedi. La maggior parte delle famiglie si è diretta a Nord, nella città di Dahuk.
mons Syroub«Non era mai accaduto che i cristiani fossero cacciati dalle proprie case come se non avessero alcun diritto – commenta il presule – Purtroppo è questa la realtà oggi in Iraq, soprattutto a Mosul». Monsignor Syroub (foto a fianco) riferisce ad ACS che nei giorni scorsi jihadisti hanno iniziato a scrivere su ognuna delle abitazioni cristiane la frase "Immobile di proprietà dell'Isis". Accanto alla scritta, cerchiata in rosso, una lettera nun: l'iniziale in arabo della parola nasara, cristiani.
Da ieri i miliziani hanno poi iniziato a chiedere ai cristiani di convertirsi all'Islam, oppure di lasciare Mosul. «Le nostre peggiori paure si stanno avverando– aggiunge il presule – e non sappiamo come reagire. È ormai troppo tempo che in Iraq non c'è la sicurezza e la gente è terrorizzata, specialmente i nostri fedeli». La piccola minoranza manca di punti di riferimento sia a livello nazionale che internazionale.
In questo tragico momento, monsignor Syroub chiede alla comunità internazionale di esercitare pressione sul governo iracheno affinché trovi soluzioni concrete. «Con una maggiore stabilità interna non ci sarà più posto per questi gruppi di fanatici che pretendono di governare il nostro paese. E poi bisogna aiutare questa povera gente senza più una casa e depredata di ogni avere. È davvero una tragedia»: Iraq: «Tragedia, cristiani di Mosul cacciati dalle case» Tempi.it

il demoniaco Islam, di demonio Allah, ha ucciso ancora, ancora, e ancora, sotto egida ONU SHARIA UE USA: e tutti gli anticristo, di questo mondo di tenebre Rothschild Bildenberg! Siria, ucciso padre Frans van der Lugt: l'ultimo sacerdote di Homs che non voleva «lasciare soli i cristiani» Aprile 7, 2014. Il gesuita olandese si trovava in Siria da 50 anni. A febbraio aveva dichiarato nell'ultima intervista: «Qui su decine di migliaia di cristiani, ne sono rimasti 66. Come potevo lasciarli soli?» siria-homs-prete-van-der-LugtIl gesuita padre Frans van der Lugt è stato ucciso questa mattina nella città vecchia di Homs, in Siria. La notizia è stata confermata da una nota di padre Alex Basili, Provinciale dei Gesuiti per il Medio Oriente e Maghreb: «Siamo stati appena informati dai nostri compagni sul posto che lunedì 7 aprile, intorno alle 8 del mattino, padre Frans van der Lugt è stato rapito da uomini armati che lo hanno picchiato e poi ucciso con due pallottole alla testa, davanti alla residenza dei gesuiti a Homs. Il Signore lo accolga e sostenga i nostri confratelli della Compagnia di Gesù che si dedicano totalmente, al servizio di tutte le vittime della violenza».
«COME POTEVO LASCIARLI SOLI?». Il missionario gesuita olandese viveva in Siria dal 1966, negli ultimi tre anni ha abitato un monastero che sorge nella città vecchia, dove i ribelli insieme a un gruppo di civili resiste ancora all'esercito del governo.
Padre van der Lugt era l'ultimo sacerdote rimasto ad Homs: «Qui su decine di migliaia di cristiani, ne sono rimasti 66. Come potevo lasciarli soli? Il popolo siriano mi ha dato così tanto, tutto quello che aveva. E se ora la gente soffre, io voglio condividere il loro dolore e le loro difficoltà», aveva dichiarato in un'intervista a febbraio.
CRISTIANI E MUSULMANI. Gli uccisori del gesuita olandese non sono ancora stati identificati ma si dice che stesse cercando di mediare tra governo e ribelli per raggiungere una tregua. Il sacerdote era conosciuto da tutti a Homs e aiutava tutti senza distinguere tra cristiani e musulmani: «Io non vedo musulmani e cristiani, io vedo esseri umani prima di tutto e soprattutto. In città non è rimasto più niente da mangiare».
A Homs era stato trovato il primo accordo tra le autorità per permettere ai civili intrappolati nella città vecchia di uscire. A metà febbraio 560 maschi, più donne e bambini, sono stati evacuati ma padre van der Lugt ha voluto restare a soffrire insieme agli ultimi: Siria, Homs. Ucciso padre Frans van der Lugt, Follow us:@Tempi_it

L'esperto ucraino nel settore dei trasporti Aleksandr Kava ha dichiarato che non ci sono prove che l'aereo della Malaysian Airlines, schiantato in Ucraina, sia stato abbattuto, riferiscono i media ucraini.
"Ora ci sono molte accuse e dichiarazioni politiche, ma nessuno mostra prove valide", ha detto l'esperto.
Giovedì nella parte orientale dell'Ucraina si è schiantato il Boeing 777 della Malaysia Airlines, che ha volato da Amsterdam a Kuala Lumpur. A bordo dell'aereo vi erano 298 persone. Nessuno è sopravvissuto. Le autorità di Kiev hanno accusato gli autonomisti di Donetsk del disastro, i quali hanno dichiarato che non sarebbero in grado di abbattere il bersaglio a tale altezza: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Esperto-ucraino-non-vi-e-alcuna-prova-che-il-Boeing-sia-stato-abbattuto-8201/
come a dire che, la CIA ha messo una bomba a bordo, che, I caccia della Ucraina hanno azionato a distanza? ] Esperto ucraino: non vi è alcuna prova che il Boeing sia stato abbattuto 14:15. Kiev ha trovato un'intesa con la milizia sul trasporto dei corpi dal luogo dello schianto del Boeing 13:43.

come a dire che, la CIA ha messo una bomba a bordo, che, i caccia della Ucraina hanno azionato a distanza? ] Esperto ucraino: non vi è alcuna prova che il Boeing sia stato abbattuto 14:15. Kiev ha trovato un'intesa con la milizia sul trasporto dei corpi dal luogo dello schianto del Boeing 13:43

Esiste una via d'uscita dal "vicolo cieco cipriota"? certo, CIPRO è una nazione indipendente, con piena sovranità monetaria! con i diritti umani del 1949, come carta costituzionale! Quindi, Grecia e Turchia devono uscire fuori, e in una fare transitoria, devono entrare i caschi blu dell'ONU, se, Erdogan fa il nazista salafita, deve essere bombardato dalla NATO! ] Sono trascorsi 40 anni dall'invio dell'esercito turco nella parte settentrionale del Cipro dopodiché l'isola è stata divisa in parte greca e turca. I tentativi di risolvere il problema cipriota e superare la spaccatura dell'isola sono stati intrapresi più di una volta in questi anni senza però portare a un particolare successo. Si intravede oggi almeno in una prospettiva lontana l'uscita dal "vicolo cieco cipriota"? La Voce della Russia presenta due opposti punti di vista sul problema. Secondo l'opinione di Nikolaos Stelya, responsabile della sezione del Cipro, Cipro Settentrionale e della Turchia del quotidiano "Kathimerini" molto dipende dalla posizione della stessa Turchia: La leadership della Turchia continua a seguire la tattica del non riconoscimento della Repubblica del Cipro e ad affermare che essa ha cessato di esistere già nel 1974. Ankara riconosce come stato indipendente soltanto la "Repubblica Turca del Cipro Settentrionale", da essa stessa costituita nei territori occupati dell'isola. Nei confronti della Repubblica del Cipro invece, è applicata la formula discriminatoria "l'Amministrazione greca del Cipro Meridionale". Questa posizione di Ankara costituisce una serio ostacolo sulla via dello sviluppo delle sue relazioni con l'Unione Europea, ostacolando notevolmente la soluzione del problema. Grandi speranze sono state deposte nelle trattative tra i leader delle due comunità, riprese nello scorso febbraio. Tuttavia la parte greco-cipriota si è scontrata con la posizione non costruttiva, massimalista, del leader dei turchi-ciprioti Eroglu, totalmente sostenuto da Ankara. E se non cambierà la sua posizione, allora la situazione non si sbloccherà. La parte greco-cipriota fa presente l'aspirazione dei partner nelle trattative di azzerare gli accordi raggiunti in precedenza poiché supponevano qualche concessione dalla parte turco-cipriota. Turchi-ciprioti stanno cercando di presentare il governo della Repubblica del Cipro come invasori e sfruttatori, facendo generare in tal modo le fobie riguardanti l'unificazione tra gli abitanti della parte settentrionale dell'isola. Anche questa tattica è volta a indurre in errore anche la comunità internazionale poiché i turchi-ciprioti cercano di addossare l'intera responsabilità per lo status-quo alla Repubblica del Cipro. Il problema non si potrà certamente risolvere con tali approcci. Ed ecco che cosa ne pensa sulla situazione attuale un altro interlocutore de La Voce della Russia – deputato del partito al governo (Partito repubblicano turco – Forze unite) e presidente del Comitato Costituzionale del Parlamento della non riconosciuta Repubblica Turca del Cipro Settentrionale Asım Akansoy: Giacimenti del gas scoperti vicino alle coste del Cipro hanno di nuovo fatto ricordare alla comunità internazionale la necessità di risolvere il problema cipriota. E nelle condizioni di nuove realtà regionali oggi noi, come mai prima, potremo avere lo stimolo per la soluzione del problema. Nello stesso tempo è estremamente importante che all'amministrazione del futuro Cipro unificato partecipino in modo dovuto tutt'e due le comunità dell'isola: greca e turca. Per ora la questione non è stata risolta. Oggi la parte turca si trova nella situazione vulnerabile. E la chiave sta nella parità di diritti nella presa delle decisioni. La questione dello scambio dei territori sta su un altro piano e può attendere. Poiché non si riuscirà a risolvere velocemente la questione della spartizione dei terreni. Perciò non bisogna concentrarsi soltanto su questo, tanto più che la questione non è di carattere statale, ma piuttosto quello internazionale. Sono molto importanti le posizioni degli stati-garanti. Le recenti dure dichiarazioni del primo ministro turco Erdogan, ad esempio, a mio avviso influenzano soltanto negativamente le prospettive della soluzione del problema cipriota. La storia ha dimostrato che le dure posizioni non portano da nessuna parte. Finora il Cipro è stato il campo di contrapposizione tra la Turchia e la Grecia. Penso che i problemi debbano essere risolti con la partecipazione degli stati-garanti nell'ambito dell'ONU.
Dovranno trascorrere altri 40 anni per la soluzione del problema cipriota? Sia nella parte turca sia in quella greca dell'isola si spera di no. La via per l'avverarsi di questa speranza deve essere ancora trovata: http://italian.ruvr.ru/2014_07_20/Esiste-una-via-duscita-dal-vicolo-cieco-cipriota-5001/

Report: Israel Rejects Hamas 'Humanitarian Ceasefire' Request. Hamas begs for another 'humanitarian ceasefire' after 'dozens' of terrorists, family of Hamas leader killed. 30 IDF soldiers injured. By Tova Dvorin. 7/20/2014, תותחנים בגבול עזה תותחנים בגבול עזהפלאש 90
Over 30 IDF soldiers have reportedly been injured in Sheijaya, Walla! News reports Sunday, after the IDF carried out heavy shelling in the city east of Gaza City.
The strike reportedly involved huge forces in tanks and artillery.
Since starting the ground phase of the operation on Thursday night, the IDF has killed 130 terrorists and wounded 800, a senior official updated Sunday morning.
Palestinian Arab networks claim that "dozens" have been killed in the shelling, which extended from Saturday night to Sunday morning.
Among the dead are the family members of senior Hamas leader Khalil al-Haya, according to multiple sources, after their house was shelled in Gaza City itself.
According to Yediot Aharonot, Hamas has reportedly submitted a request for another "humanitarian ceasefire" after the shelling, handing the request through the International Red Crescent. "The ICRC contacted (us) and offered to broker a three-hour humanitarian truce to enable ambulances to evacuate the dead and wounded and Hamas accepted it," spokesman Sami Abu Zuhri said in a statement.
Contacted by AFP, an ICRC spokesman refused to confirm or deny the report, saying only: "We have been making every effort to ensure ways to evacuate the dead and the wounded." Reports from respectable sources have begun to surface as of roughly 12:15 pm IST that Israel has rejected this request, however - likely after Hamas continued to attack Israel during last week's attempt at such a move.
Exact information on Israel's response remains unconfirmed, however, and separate reports say the IDF is weighing the offer.

NESSUNO AL MONDO PUò GIURIDICAMENTE APRIRE DELLE TRATTATIVE, CON IL TERRORISMO ISLAMICO, QUELLI CHE LO HANNO FATTO, HANNO DICHIARATO DI ESSERNE I MANDANTI! ] Gaza, morti altri due soldati israeliani, Manifestazione anti-israeliana, di Sharia ONU Bildenberg, NEL CaLIFFATO di Parigi, dispersa dalla polizia]@ISRAELE-- FERMATI IDIOTA! GAZA è UNA TRAPPOLA! CON LA ARTIGLIERIA, DEMOLISCI TUTTO! e POI, tu porta le ruspe giganti e spiana tutto! poi, tu CHE FARAI? PERDERAI dei ragazzi, inutilmente? certo, tu non puoi riconsegnare ad Hamas Al-Qaeda, GAZA, quindi, GAZA, te la devi tenere tu, e fare una base, per missili balistici nucleari, per demolire la Giordania! e neanche, tu puoi comprare il petrolio, dallo Stato islamico: califfato Iraq e Levante! ecco perché, tutti quelli, che, hanno trattative con Hamas o con la jihad sono terroristi, anche loro, quindi, come Iran potrebbe avere il nucleare, che, lui è il supporto di Hamas? Chi in qualche parte del mondo, oserà fare trattative con Hamas, per dare al terrorismo un supporto giuridico di riconoscimento? DEVE ESSERE MESSO A MORTE IMMEDIATAMENTE

Gaza, morti altri due soldati israeliani. 12:50, Manifestazione anti-israeliana, di Sharia ONU Bildenberg, NEL Califfato di Parigi, dispersa dalla polizia 10:28 ] ISRAELE -- FERMATI IDIOTA! GAZA è UNA TRAPPOLA! CON LA ARTIGLIERIA, DEMOLISCI TUTTO! e POI, tu porta le ruspe giganti e spiana tutto! poi, tu CHE FARAI? PERDERAI dei ragazzi, inutilmente? certo non puoi riconsegnare ad Hamas Al-Qaeda, GAZA, quindi, GAZA, te la devi tenere tu e fare una base, per missili balistici, per demolire la Giordania! e neanche, tu puoi comprare il petrolio dallo Stato islamico: califfato Iraq e Levante! ecco perché, tutti quelli che, hanno trattative con Hamas o con la jihad sono terroristi, anche loro, quindi, come Iran potrebbe avere il nucleare, che è il supporto di hamas? Chi in qualche parte del mondo oserà fare trattative con Hamas per dare al terrorismo un supporto giuridico di riconoscimento?

OSCE: dal 1° giugno circa 250 morti nella regione di Lugansk. [i morti totali, di questo criminale complotto CIA NATO nazi Merkel, superano i 4000, ma, non è questo che dice la democrazia circa la autodeterminazione dei popoli! ] Il Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko il BOIA, ha detto che, i rappresentanti della milizia non possono partecipare ai colloqui di pace, in quanto, a suo parere, sono stati coinvolti nell'abbattimento del Boeing 777 della compagnia aerea malese, secondo quanto riportato dall'ufficio stampa del presidente ucraino. In precedenza Poroshenko aveva definito atto terroristico l'abbattimento del Boeing 777, che stava volando da Amsterdam a Kuala Lumpur. In un incontro con il Ministro degli Esteri dei Paesi Bassi, Poroshenko ha detto che l'Ucraina sta preparando un ricorso giuridico internazionale per il riconoscimento delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk quali organizzazioni terroristiche.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Poroshenko-ha-rifiutato-di-negoziare-con-i-miliziani-9109/

la parte lesa non è la Malesia, ma, tutte le Nazioni che hanno avuto delle perdite umane, ecco perché la posizione della RUSSIA è la più rispettosa del diritto internazionale! Il Primo Ministro malese : diritto esclusivo sulle scatole nere del Boeing
Il Primo Ministro della Malesia Najib Tun Razak ha dichiarato che il suo paese ha il diritto esclusivo di accesso alle scatole nere del Boeing 777 abbattuto in Ucraina "Secondo le norme di diritto internazionale, tutti i diritti sui registratori di volo sono solo dei proprietari dei velivoli", ha spiegato Razak.
In precedenza, il Ministro dei Trasporti della Malesia Liow Tiong Lai aveva detto che il suo paese intendeva chiedere i registratori di volo del velivolo abbattuto. "Abbiamo intenzione di averli, così un gruppo di esperti si è recato in Ucraina, e per lo stesso scopo, anche io vado a Kiev", Tiong Lai.
ma, Per Putin e Rutte è l'ICAO che dovrebbe indagare sul Boeing
Per Putin e Rutte è l'ICAO che dovrebbe indagare sul Boeing
© Foto: RIA Novosti/Alexei Nikolskiy
Il Presidente russo Vladimir Putin in una conversazione telefonica con il Primo Ministro dei Paesi Bassi Mark Rutte, ha discusso sulla questione di ottenere un'indagine permanente sull'incidente del Boeing 777 della Malaysian Airlines.
A loro parere, quest'indagine dovrebbe essere internazionale e condotta dall'Organizzazione Internazionale dell'Aviazione Civile (ICAO), così come riportato dall'ufficio stampa del Cremlino. Inoltre, nel corso del colloquio è stata sottolineata la necessità di fare tutto il possibile per garantire il lavoro dell'OSCE e l'accesso degli esperti internazionali nella zona del disastro.
Per Putin e Rutte è l'ICAO che dovrebbe indagare sul Boeing
Il Presidente russo Vladimir Putin in una conversazione telefonica con il Primo Ministro dei Paesi Bassi Mark Rutte, ha discusso sulla questione di ottenere un'indagine permanente sull'incidente del Boeing 777 della Malaysian Airlines.
A loro parere, quest'indagine dovrebbe essere internazionale e condotta dall'Organizzazione Internazionale dell'Aviazione Civile (ICAO), così come riportato dall'ufficio stampa del Cremlino. Inoltre, nel corso del colloquio è stata sottolineata la necessità di fare tutto il possibile per garantire il lavoro dell'OSCE e l'accesso degli esperti internazionali nella zona del disastro.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Per-Putin-e-Rutte-e-l-ICAO-che-dovrebbe-indagare-sul-Boeing-5194/

Catherine Ashton -- quando, in Nigeria le persone vanno in Chiesa, prima si abbracciano, tra di loro in famiglia, con tutti i parenti, perché, la possibilità di morire uccisi, in Chiesa, dal tuo ONU nazi SHARIA: senza diritti umani, è molto alta! lol. infatti quando l'amplificatore della Chiesa schioccò, poi, tutti fuggirono, tranne il prete, perché, il prete sapeva che, lo schiocco, scoppio, lo aveva fatto l'amplificatore! poi, dopo 15 minuti, rientrarono di nuovo tutti in Chiesa per celebrare la messa! PERCHé, TU NON HAI MAI DENUNCIATO, TUTTA LA LEGA ARABA, DI ESSERE UNA MINACCIA CONTRO TUTTO IL GENERE UMANO?

Catherine Ashton -- DIMETTITI! -- tu hai accettato l'esercizio del potere, non avendo il controllo, circa, la Sovranità MONETARIA DEI POPOLI, CHE, QUESTO è SATANISMO IDEOLOGICO E PRATICO, PER IL DIO ROTHSCHILD, CHE, CREA IL DENARO DAL NULLA, AD UN COSTO DEL 270% (come ha dimostrato lo scienziato Giacinto Auriti), perché sono UNA PREDAZIONE USUROCRATICA, contro, TUTTI i popoli SCHIAVIZZATI, DA UNA TASSAZIONE IMPOSSIBILE, che per poter sopravvivere MATEMATICAMENTE, è impossibile! QUESTO è ALTO: TRADIMENTO! Questi, Kerry, 322 Albert Pike, LaVey Herman Achille Van Rompuy? hanno già UCCISO LA PUTTANA MASSONICA DI ISRAELE, perché, ANCHE SE è UNA PUTTANA perfetta, tuttavia, HA SEMPRE LA COLPA DI CHIAMARSI ISRAELE! Quindi, Tu sei diventata la più grande minaccia, per la sopravvivenza, di tutto il genere umano! DIMETTITI!

Catherine Ashton -- DIMETTITI! -- tu hai accettato l'esercizio del potere, non avendo il controllo, circa, occulte soprannaturali associazioni segrete, che, la Costituzione non potrebbe mai riconoscere, o accettare, perché sono un esercizio del potere, contro i popoli, di ALTO: TRADIMENTO! Questi 322 Albert Pike, LaVey Herman Achille Van Rompuy? hanno sconfitto anche la Chiesa Cattolica! Quindi, Tu sei diventata la più grande minaccia, per la sopravvivenza, di tutto il genere umano! DIMETTITI!

Quando il satanista Kerry 322 LaVey, dice qualcosa di giusto, poi, tu ti devi chiedere sempre: "dove è la fregatura?", poi, hanno detto le stesse cose, sulla Siria, un anno fa, e poi, hanno deciso di fare il Califfato Islamico, di Al-Qaeda, tra, Siria e Iraq! Contro i satanisti americani? non bisogna mai abbassare la guardia, sono la razza più malefica che esiste nel nostro pianeta! ] [ Lavrov e Kerry concordi: nessuna soluzione militare per conflitto ucraino. Il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il Segretario di Stato americano John Kerry hanno discusso al telefono la situazione in Ucraina. I rappresentanti delle due potenze hanno convenuto che è necessario che ci sia un'inchiesta internazionale assolutamente imparziale, indipendente e trasparente sul disastro aereo del Boeing malese abbattuto in Ucraina il 17 luglio. Le due parti hanno concordato di utilizzare l'influenza della Russia e degli Stati Uniti sulle avversarie parti ucraine per incoraggiarli a muoversi in quella direzione. È stato sottolineato che il conflitto in Ucraina non ha soluzione militare e può essere risolto esclusivamente in modo pacifico attraverso la produzione di un consenso nazionale: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Lavrov-e-Kerry-concordi-nessuna-soluzione-militare-per-conflitto-ucraino-8107/

la LEGA ARABA, fa annessioni territoriali, ogni giorno, e dove arriva il loro nazismo genocidio sharia? poi, sparisce ogni diversità! essere troppo ricco, ed essere troppo povero fanatico e ignorante nella LEGA ARABA, è un fenomeno non economico o sociale è un fenomeno religioso ideologico per la conquista del mondo, infatti, presto Parigi diventerà un califfato, attraverso, la emigrazione ed il tasso di natalità islamico, che, è otto volte superiore, al tasso di natalità occidentale!

nessun innocente, deve morire, inutilmente, cioè, senza che, la storia possa essere spostata! Se GAZA adesso, non diventa Israele? poi, passerà il concetto che terroristi islamici, hanno il diritto di uccidere in tutto il mondo impunemente! E QUESTO NON è UN PROBLEMA DAL MOMENTO CHE, IO HO DECISO DI DISTRUGGERE LO STATO MASSONICO DI ISRAELE, PER FARE IL REGNO DI PALESTINA! se, poi, le strutture del mondo, che i farisei Illuminati, hanno creato non possono essere cambiate, poi, tutti moriranno in una guerra mondiale nucleare!

gli uomini hanno un atteggiamento fatalistico di fronte ad eventi naturali disastrosi, eppure, ogni fenomeno ha sempre una componente soprannaturale, quando, con il mio parroco, dopo 5 mesi, senza pioggia, a luglio, su richiesta dei contadini disperati, noi facemmo una processione, con il crocifisso miracoloso del mio paese, poi, incominciò a piovere durante la processione, e la nostra preoccupazione divenne quella che, lol. il nostro crocifisso miracoloso era di cartapesta! Sale in Cina il numero delle vittime del tifone Rammasun.. come Rammasun? perché, voi non dite: "NATO, Rasmussen?
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_20/Lavrov-e-Kerry-concordi-nessuna-soluzione-militare-per-conflitto-ucraino-8107/

http://www.israelnationalnews.com/static/Resizer.ashx/news/468/282/518842.jpg
il vero problema è dato dalla Sharia, che è una ideologica violazione dei diritti umani fondamentali! ] [ Two More IDF Soldiers Killed in Gaza. Cadet Bar Rahav, 21, of Ramat Yishai, and Sergeant Benaya Ruval, 20, of Holon, killed in Gaza Saturday night: 7/20/2014, Sergeant Benaya Ruval דובר צה"ל. Two more IDF soldiers were killed in Gaza on Saturday night, it was cleared for publication Sunday morning. Cadet Bar Rahav, 21, of Ramat Yishai, was killed when an anti-tank missile hit the military vehicle in which he was riding in Gaza. His funeral will be held Sunday at 5:00 p.m. at the Tivon cemetery.
Sergeant Benaya Ruval, 20, of Holon, was killed in clashes in Gaza. His funeral will be held Sunday at 7:00 p.m. at the Holon cemetery.
An IDF officer was seriously wounded in the same incident, the army said in a statement.
Cadet Bar Rahav. Sergeant Benaya Ruval. From Saturday night until Sunday morning, two soldiers were seriously injured, one soldier was moderately injured, and two other soldiers were lightly injured during IDF operations in Gaza as part of Operation Protective Edge. Earlier Saturday, an IDF reserve officer, Col. Amotz Greenberg, 45, of Hod Hasharon, and Sgt. Adar Bersano, 20, of Nahariya, were killed after a terrorist squad infiltrated from Gaza into Israel through a tunnel.
The terrorists engaged an IDF motorized force that passed near the location where they emerged from the tunnel, firing at a jeep and killing the two soldiers, and wounding two others. On Friday, First Sergeant Eitan Barak was killed in Gaza. He will be brought to rest on Sunday at 5:00 p.m., at the cemetery in his home town of Herzliya.
Il vice capo della frangia "Unione cristiano-democratica, Unione cristiano-sociale" nel Bundestag, Andreas Schockenhoff, in un'intervista ha chiesto che nel territorio dell'Ucraina entrino le forza di pace delle Nazioni Unite con la partecipazione della Bundeswehr (le Forze Armate tedesche).
La missione OSCE, a suo parere, non è sufficiente. Il deputato tedesco ha anche sottolineato la necessità di una tregua sotto la supervisione della comunità internazionale. "Entrambe le parti devono essere d'accordo per una tregua, la cui osservanza deve essere stabilita da un controllo neutrale", ha aggiunto.
Poroshenko ha promesso di evitare interferenze con le indagini sul Boeing
L'Ucraina non tollererà alcuna interferenza nel lavoro dei membri della missione speciale dell'OSCE, e delle altre persone coinvolte nelle indagini sulle cause e circostanze dello schianto del Boeing 777, ha detto il Presidente ucraino Petro Poroshenko.
Venerdì, il Consiglio di Sicurezza dell'ONU aveva richiesto un'approfondita inchiesta internazionale indipendente sull'abbattimento del Boeing malese in Ucraina orientale.
L'esercito ucraino ha portato un attacco d'artiglieria nella quartiere Kuibyshevskij di Donetsk, che si trova sotto il controllo dalle milizie. Il bombardamento ha danneggiato due case e una scuola materna.
Ci sono vittime tra i civili, ma ancora non è noto il loro numero. Secondo il sito web del Consiglio comunale, ora in città c'è una situazione di tensione. Si parla di quattro persone colpite. In precedenza i miliziani avevano parlato di un aumento del complesso di forze dell'esercito ucraino nei pressi di Donetsk: http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_19/Le-truppe-ucraine-hanno-sparato-a-Donetsk-1162/

Catherine Ashton -- tu sai cosa dice un proverbio: "non tutti i mali vengono per nuocere!" se, invece di colpirti io, poi, se ti avesse colpito uno dei miei ministri angeli? poi, la tua vita sarebbe andata in frantumi! in realtà, io mi muovo in punta di piedi, come camminando, tra le uova, perché Dio non vuole, che un salvatore: Unius REI, poi, sia proprio lui a rovinare i peccatori.. e tutto per quella storia che il grano deve crescere insieme alla zizzania, fino al giorno del giudizio Universale! ma, questa è la verità, io sono un politico universale, ed il mio dovere è quello di abbattere il NWO, quindi, se, possibile di fare slittare, fra, 100 anni la imminente terza guerra mondiale nucleare! soltanto che King Saudi Arabia, lui dovrebbe essere qualcosa di meglio di quella testa di cazzo di Erdogan, il salafita ottomano, che dice, se non mi uccidi subito? io ti ucciderò poi, dopo certamente, e quanto, può essere tragico, che, una Turchia sharia culto ONU OCI nazi, possa stare stare nella NATO? anche una Catherine Ashton potrebbe capirlo!

Catherine Ashton -- il fatto, che, io sono un intuitivo, questo non vuol dire, che, io sono un impulsivo! il mio insulto, contro, di te, per essere tu l'amplificatore passivo dei satanisti americani, di tue affermazioni, che, io sono sicuro, non possono mai essere parte della convinzione della tua coscienza (quindi, anche tu sei una vittima da salvare! ) ha sollevato la soglia di attenzione, circa, il contenuto del mio messaggio: certamente, in tutti i Governi del mondo! ed io non credo, che, tu avresti preferito vedere morire rapidamente 40milioni di inglesi, piuttosto che, ricevere un insulto da me in internet, che, poi, noi sappiamo tutti, che, tu sei sempre stata una brava ragazza! 

Catherine Ashton -- veramente, io sono troppo mortificato, per essere stato volgare, contro di te: PERDONAMI! 1. io sono un uomo mite, che, soffre troppo, per ogni atto di violenza, che, io sono costretto a fare, e se, è una donna, che, deve subire una violenza? questo è ancora più lacerante per me! 2. il mio Presidente Giorgio Napolitano, mi disse: "non lo fare!", 3. ma, non si possono uccidere esseri umani, figli di Dio, vite preziose, per un becero imperialismo Rothschild, cioè, la geopolitica di farisei ILLUMINATI, che, hanno pianificato la distruzione di Israele, ed una guerra mondiale, contro, la Russia, così, semplicemente, per diventare i padroni del mondo, e di tutto questo, voi massoni europei siete uno strumento, più o meno consapevole! Così io spero che, la nostra reciproca sofferenza possa salvare il genere umano! 
Catherine Ashton -- circa, la gerarchia dei valori? ma, chi ha spergiurato, contro, la costituzione per regalare a Rothschild la sovranità monetaria dei popoli, poi, lui non può più comprendere, circa, una GERARCHIA DEI VALORI! E POI, COME UN NAZISTA si VA A STERMINARE UN POPOLO RUSSOFONO, CHE, HA SCELTO LA SUA AUTODERMINAZIONE, cioè, sterminare un popolo, Costituzionalmente eletto, in modo formale dalle urne, IN FUNZIONE DI UN tuo VALORE SURROGATIZIO, INFERIORE, COME, LA INTEGRITà TERRITORIALE Di UNA NAZIONE PRESUNTA, CHE, stuprata da un Golpe non esiste più, inoltre, ESSENDO FORMATA DA POPOLI DIVERSI, tutta questa sacra unità nazionale, in queste circostanze, poi, LASCIA IL TEMPO CHE TROVA! Ecco perché tu sei diventata una minaccia per la sopravvivenza del Genere umano, tu non sai più cosa significa, neanche, la parola democrazia: "DIMETTITI! "

NEW SAUDI ARABIA

Turkey's Prime Minister Recep Tayyip Erdogan. Compares Israel, Hitler. Turkish Prime Minister's latest slur claims Israel 'has surpassed Hitler in barbarism' - hours after ADL demands crackdown on anti-Semitism. 7/20/2014, Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan on Saturday launched a fresh virulent attack against Israel over its actions in Gaza, comparing the mentality of some in the Jewish state to Adolf Hitler.
Erdogan, who portrays himself as the global Muslim leader who speaks up for Palestinian rights, has intensified his rhetoric against Israel over its actions in Gaza, ahead of an August 10 presidential election in Turkey. "(Israelis) have no conscience, no honor, no pride. They curse Hitler day and night, but they have surpassed Hitler in barbarism," Erdogan told supporters at a campaign rally in the Black Sea city of Ordu. The statements follow Israel's decision to pull diplomatic staff from its embassies in Ankara and Istanbul, after violent riots there Thursday night resulted in injuries and damage. Israel has linked the violence to a number of inflammatory and anti-Semitic hate slurs from Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan, who has become increasingly vocal against Israel after the IDF moved to protect millions of Israelis from Hamas rocket fire. Erdogan has threatened to end the normalization process with Israel over "state terrorism" before, and also accused Israel of "lies" because "not enough" Israeli Jews have died in the conflict. "They say (Hamas) is firing rockets. But is there anybody who died?" he asked. "The number of Palestinians that you (Israel) killed is now 100. Their (Israel's) life is based on lies." "You will first stop this oppression. If not, it is not possible to realize normalization between Turkey and Israel," Erdogan said, on a separate occasion. On Thursday night, he claimed Israel had a long history of "genocide" against Muslims, in a series of confused and violent slurs relating to the Ramadan fast.
"This is not the first time we have been confronted by such situations," Erdogan told a meeting of Islamic scholars gathered in Istanbul for Ramadan, a holy month of fasting for Muslims. "Since (the creation of the state of Israel) in 1948 we have been witnessing this attempt at systematic genocide every day and every month. But above all we are witnessing this attempt at systematic genocide every Ramadan."
Earlier Saturday, the Anti-Defamation League called out Erdogan on the string of anti-Semitic comments, demanding that he stop his anti-Israel tirade and crack down on anti-Semitism in the Turkish media. 

Report: Mashaal, Abbas to Discuss Truce in Gaza. PA, Hamas leaders to meet over possible truce. But will the meeting change Hamas's commitment to escalation?
Share on facebookShare on twitterShare on emailShare on printMore Sharing Services
7/19/2014, Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas and Hamas "political leader" Khaled Mashaal will meet in Qatar Sunday to discuss a truce in Gaza, day 13 of Israel's self-defense operation, an official said. The official close to Abbas, speaking to AFP on condition of anonymity, said: "The president will meet Mashaal to discuss ways of reaching a ceasefire in the Gaza Strip." Hamas categorically rejected attempts for a cease-fire in multiple statements, insisting that the terms of the agreement 'did not apply' to them. Later, Hamas officials reportedly set a series of unprecedented demands on Israel to accompany a ten-year truce - before threatening Israelis if the government refused to accept. Mashaal, as well as Hamas, have openly encouraged escalation this week, declaring that Israel is "doomed to fail." And on Thursday, a Hamas spokesman in Gaza stated that "Israel will pay a high price" for launching the ground operation and that Hamas "is ready for the confrontation." "With this action the Israeli government seeks to restore the morale of its soldiers and the morale of its army leadership - a leadership that is collapsing because of the qualitative blows of the resistance," the spokesman, Fawzi Barhoum, claimed. Abbas, on the other hand, has encouraged Hamas to accept internationally-brokered ceasefire efforts on multiple occasions over the weekend, traveling to Turkey specifically for this task - if not in the name of Palestinian Arab unity, then at least specifically to hurt Israel. "Israel accepted the ceasefire proposal. We (the Palestinians) must also accept it so that we can put the Israeli side at unease," Abbas told a news conference with Turkish President Abdullah Gul in Istanbul in comments translated from Arabic into Turkish.

Catherine Ashton -- CORAGGIO FIGLIA! io ho visto Hillarry Clinton piangere tante volte in questi anni, a motivo dei miei articoli, contro di lei,.. e dopo tutto, oggi, forse siamo diventati amici! Coraggio! piangere per voi donne? VI RENDE PIù BELLE! Il fatto è che, io odio la geopolitica, ideologie, razzismi, ecc.. eppure, c'è chi usa la politica con lo stesso becero campanilismo, di chi fa il tifo, per una squadra di calcio! Eppure, chi fa politica si rende responsabile, per il destino del genere umano! SE, IO DOVESSI AVERE RISPETTO PER LE PERSONE, O PER GLI INTERESSI PARTICOLARI? POI, IO PERDEREI IL RISPETTO di DIO JHWH.. QUINDI, IO SONO IMPARZIALE, il mio amore non è emotivo, ed è per questo che, io non accetto regali da nessuno! io realizzerò la agenda che Dio mi ha chiesto di fare, in primo luogo, io devo riunire tutte le 12 Tribù di Israele nel deserto saudita! 

come, un popolo o una provincia, può essere ritenuta un terrorismo? non usano il terrorismo (gli idioti) neanche come strategia militare! ] E TRISTE NASCERE MASSONI BILDENBERG NAZISTI, FARISEI ROTHSCHILD, E. POI, DIMENTICARE I SIGNIFICATI DEL TERMINE DEMOCRAZIA, POI, SI FA LA BRUTTA FINE: DI Catherine Ashton ] L'Ucraina vuole presentare azioni legali ai Tribunali Internazionali per chiedere che le Repubbliche Popolari di Donetsk (RPD) e Lugansk (RPL) vengano riconosciute quali organizzazioni terroristiche.
Come ha comunicato l'ufficio stampa del Presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko ne avrebbe parlato durante l'incontro con il Ministro degli Esteri dei Paesi Bassi, Frans Timmermans, giunto a Kiev per il disastro aereo del Boeing. http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_19/L-Ucraina-chiede-RPD-e-RPL-siano-considerate-organizzazioni-terroristiche-7396/

cosa, Erdogan vuole insinuare, adesso? che, il dollaro è fallito, e che senza guerra mondiale, certamente crollerà? Questo Erdogan non ha un minimo sentimento, di gratitudine per avere avuto l'onore di appartenere ai nazisti sterminatori della NATO! il suo chiodo fisso, è soltanto il califfato ottomano! ] [ La Turchia offre alla Russia di utilizzare le valute nazionali nelle transazioni reciproche nel commercio estero, ha dichiarato l'ufficio stampa del Ministero dello Sviluppo Economico russo. Nel 2013, il volume degli scambi tra i due paesi è stato pari a 32,7 miliardi di dollari. La Russia è seconda solo all'Unione Europea tra i partner commerciali della Turchia, e la Turchia è all'ottavo posto tra i partner della Russia nel commercio estero. Le autorità russe stanno pensando di riaprire la discussione sul passaggio alle monete nazionali nel commercio estero, per ridurre la dipendenza dal dollaro dopo il raffreddamento dei rapporti con l'Occidente sullo sfondo della crisi in Ucraina.

/watch?v=879-sRQDkZ0 kayzon7. Must be nearing end the getting bolder and bolder. Deve essere avvicinando fine di ottenere sempre più evidente. World LEADERS ILLUMINATI PYRAMID Symbolis is talmud Baal Owl cult Talmud Illuminati Rothschild IMF FED ECB 666 cannibal corporations Gmos micro-chip

ovviamente, le mie offese, contro Catherine Ashton, hanno soltanto un valore politico, infatti, youtube non mi ha mai visto così volgare, e così arrabbiato, come oggi, in sei anni, e poi, io non offendo prostitute vere, perché, io penso che sono le vittime del sistema massonico che è un sistema corruttore! 
Israel -- lol. no, figurati, Abd Allah dell'Arabia Saudita? lui non ha nessuna speranza di andare in Paradiso senza di me! 

Noi non stiamo a discutere, su chi è: più anticristo: dell'altro, tra, questi criminali internazionali: tutti i complici del sistema massonico, di poteri occulti esoterici, per truffare la sovranità monetaria, tutti crimini costituzionalmente: inammissibili! tutti i trilaterale, Spa FMI Spa Gmos, Micro-chip, Bildenberg, tutti i figli del demonio, come, Mohammad Javad Zarif sharia nazi nuclear nazi Ummah: apostasia blasfemia, Herman Van Rompuy: la lucertola, Victoria Nuland, il pipistrello, José Manuel Durão Barroso, la serpe, 322 John Kerry, il sacerdote di satana laVey, ecc.. tutti satanisti e massoni della sinagoga di satana Rothschild il dio gufo, al Bohemian Grove: Baal il dio, Marduck, di questo mondo di tenebre,.. ecc.. ma il cesso, che, mi fa più schifo di tutti, in assoluto, è Catherine Ashton, perché con ogni parola lei fa 1000 morti innocenti. Infatti, quando i fascisti di Maidan, tiravano le molotov, con le catapulte, vandalizzavano pullman, e occupavano i palazzi del Governo, lei minacciava il Governo legittimo e diceva: "guai guai, non fare nessuna violenza!", cazzo, poi, quando, con i cecchini della CIA NATO, hanno messo per terra 100 cadaveri, hanno fatto un golpe, e stanno facendo il genocidio dei russofoni, ecc.. con un elenco criminale da armi chimiche a bombe incendiarie a frammentazione contro i civili, ecc.. e che cosa fa la puttana ora? ora, la troia tace! ma, mai una democrazia potrebbe prevedere la repressione di un popolo sovrano che si è organizzato democraticamente

La Russia intende sollevare la questione delle sanzioni americane all'OMC. La Russia intende sollevare la questione delle sanzioni americane imposte all'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), ha detto il Ministro dello Sviluppo Economico Alexei Ulyukayev, partecipando alla riunione del "commercio dei venti" a Sydney. Ulyukayev ha detto che non è pronto a discutere la questione, in quanto ci saranno gravi conseguenze delle sanzioni degli Stati Uniti sull'economia russa. "Forse l'effetto negativo non sarà così grande, ma è importante che i nostri partner americani passano attraverso un certo limite e questo non può passare inosservato. In queste condizioni, è importante creare un ambiente di qualità per gli investitori, affinché, gli investitori possano lavorare anche durante le sanzioni, per l'economia russa".
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_19/La-Russia-intende-sollevare-la-questione-delle-sanzioni-americane-all-OMC-1191/
i diritti umani universali del 1949, SONO NON NEGOZIABILI! ONU Ban Ki-moon, tu sei la bagascia della sharia! tu hai riportato il genere umano al Medio-Evo, tu hai reso inutili 50 milioni di morti della seconda guerra mondiale! suicidati coglione, io non voglio più vederti!

CNN Pulls Correspondent Over 'Scum' Tweet. [[ in nessun modo si potrebbe prendere una qualche giustificazione, del nazismo sharia, di blasfemia apostasia, per difendere un porco pieno di demoni e di peccati, per fare un popolo di pedofili poligami che stanno riempiendo di merda e di cadaveri innocenti il pianeta! ]] certo se, poi, qualcuno reagisce? poi, la colpa, è sempre di chi ha acceso il fuoco per primo! BASTA CON QUESTO NAZISMO MAOMETTANO SOTTO EGIDA ONU LA PUTTANA di Kerry 322, CHE, HA TRADITO I SUOI STESSI DIRITTI UMANI UNIVERSALI FONDAMENTALI E INDEROGABILI, per innalzare ancora più in alto l'altare di satana dei farisei del talmud!
Diana Magnay tweeted that Israelis who were cheering the bombing of Gaza were 'scum.'
CNN has removed correspondent Diana Magnay from covering the Israeli-Palestinian conflict after she tweeted that Israelis who were cheering the bombing of Gaza, and who had allegedly threatened her, were "scum."
"After being threatened and harassed before and during a liveshot, Diana reacted angrily on Twitter," a CNN spokeswoman said in a statement to The Huffington Post.

"She deeply regrets the language used, which was aimed directly at those who had been targeting our crew," the spokeswoman continued. "She certainly meant no offense to anyone beyond that group, and she and CNN apologize for any offense that may have been taken." the spokeswoman said Magnay has been assigned to Moscow.
Magnay appeared on CNN Thursday from a hill overlooking the Israel-Gaza border. While she reported, Israelis could be heard near her cheering as missiles were fired at Gaza.
After the liveshot, Magnay tweeted: "Israelis on hill above Sderot cheer as bombs land on #gaza; threaten to 'destroy our car if I say a word wrong'. Scum." The tweet was quickly removed, but not before it had been retweeted more than 200 times.
Sderot has been tortured by over 10,000 rockets from Gaza fired over the last 14 years. CNN tira Corrispondente Over 'Scum' Tweet. Diana Magnay Twitter che israeliani che stavano acclamando il bombardamento di Gaza erano 'feccia'. CNN ha rimosso corrispondente Diana Magnay dalla copertura del conflitto israelo-palestinese dopo aver scritto su Twitter che gli israeliani che stavano acclamando il bombardamento di Gaza, e che aveva presumibilmente lei minacciata, erano "feccia".
"Dopo essere stato minacciato e molestato prima e durante una liveshot, Diana ha reagito con rabbia su Twitter," un CNN ha detto la portavoce in una dichiarazione a The Huffington Post. "Lei si rammarica profondamente il linguaggio utilizzato, che si è rivolto direttamente a coloro che avevano preso di mira il nostro equipaggio ", ha continuato il portavoce." Lei ha significato senza offesa per nessuno là di quel gruppo, e lei e la CNN scusa per qualsiasi reato che potrebbe essere stato preso. "
Il portavoce ha detto Magnay è stato assegnato a Mosca.
Magnay apparso su CNN Giovedi da una collina che domina il confine Israele-Gaza. Mentre lei riferito, gli israeliani si sentiva vicino alla sua tifo come missili sono stati sparati contro Gaza. Dopo la liveshot, Magnay twittato: "gli israeliani sulla collina sopra Sderot tifo come bombe terreno su #Gaza; minacciano di 'distruggere la nostra macchina se dico una parola sbagliata '. Scum. "Il tweet è stato subito rimosso, ma non prima era stato retweeted più di 200 volte. Sderot è stato torturato con oltre 10.000 razzi sparati da Gaza nel corso degli ultimi 14 anni.

HONG KONG - CHINA - VATICANO. ardenal Zen: La libertad religiosa y las libertades civiles están unidos, para China y Hong Kong
de Bernardo CervelleraConversación a a todo campo con el obispo emérito de Hong Kong: el coraje de Monseñor Ma Daqin, quien envió un mensaje al Papa Francisco; los católicos clandestinos también están dispuestos a ser arrestados; sospechas sobre la sinceridad de Beijing en posible diálogo con la Santa Sede. Y en el frente de Hong Kong, la marcha de un referéndum sobre la democracia; apoyando a "Occupy central"; el temor del gobierno y los arrestos. Para el cardenal Zen la libertad religiosa y las libertades civiles van de la mano.
ISLAM. El sueño imposible del Califato Islámico. de Samir Khalil SamirLa retórica de Abu Bakr al-Baghdadi es un fracaso. Ningún musulmán quiere vivir en un califato. El mismo "califa" es rechazado por todos. Pero tiene razón en señalar la decadencia del mundo islámico, de los cuales los primeros responsables son los propios musulmanes. Israel y la teoría de la "conspiración". Restaurar el Islam en la sociedad a través de un diálogo abierto, basado en los valores universales y comunes. De lo contrario probabilidades de terminar también con el Islam.
El Papa Francisco en la Tierra Santa. La crisis de Ucraina. ASIA - ONU
Más de la mitad de la población mundial vive en ciudades
VATICANO. Papa: "Acongojado pedido" por la paz en Tierra Santa. La oración "no es en vano"
ISRAEL - PALESTINA
Israel, el rugido de los cañones ha silenciado la piedad. Incluso para un chico quemado vivo. CHINA
Xinjiang: los estudiantes musulmanes obligados a comer durante el Ramadán
IRAK
Patriarca de Bagdad: en Mosul, no hay más interlocutores, los amenazados cristianos huyen
HONG KONG - CHINA - VATICANO
Obispos elegidos de Hong Kong: Sí a la desobediencia civil, cautela en el diálogo entre China y Vaticano. ISRAEL - PALESTINA
Gaza bajo las bombas por séptimo día, que el mundo intenta detener
de Joshua Lapide
INDIA
Chhattisgarh, los cristianos aún en la mira de los radicales hindúes. Fuera antes de agosto o las pagarán cara
de Nirmala Carvalho
IRAQ
Milicias kurdas incautan dos instalaciones petroleras. Al-Sistani ha lanzado llamamientos a la paz y la unidad
MALASIA
Sepang, parlamentario musulmana: sobre controversia Allah, se violó los derechos de los católicos

19/07/2014 INDIA. Uttar Pradesh, atacada la iglesia del Nazareno: golpeados el pastor y sus fieles. Un grupo de fundamentalistas hindú, guiados por el coordinador local de Bajrang, interrumpió una sesión de estudios bíblicos en Shekari Nagar: la agresión no ahorró ni siquiera a la joven hija del religioso. Los asaltantes han derribado la cruz del techo de la iglesia e izado la bandera naranja, símbolo del hindutva. Activista cristiano: "Que el estado haga algo".
Mumbai (AsiaNews)- Algunos fanáticos hindúes han atacado a la iglesia pentecostal del Nazareno también a los fieles que estaban reunidos allí. Los asaltantes, armados con mazas de hockey y mazas de albañil, interrumpiendo una...
19/07/2014 UCRANIA - RUSIA
Ucrania, cuestan iniciar las investigaciones sobre el vuelo abatido
No obstante las aperturas de ayer, los separatistas filo-rusos limitan las zonas de acceso a los observadores del Osce. Misterio sobre la responsabilidad real, para la Casa Blanca: "Putin tiene el poder de reducir la violencias, pero no quiere hacerlo". El Papa reza por las víctimas y pide a las partes que están en conflicto: "por la paz y por el compromiso para encontrar soluciones de diálogo". 19/07/2014 CHINA
China azotada por Rammasun, el tifón más fuerte de los últimos 40 años
Al menos una víctima y centenares de miles de personas obligadas a dejar su propias casas en la parte meridional del país. Las autoridades ponen alarma roja y piden ayuda al ejército. En su paso por Filipinas, la tempestad provocó más de 40 víctimas
19/07/2014 ITALIA - ASIA
En el año 2013 las ejecuciones: el verdugo trabaja más en China, Irán e Irak
Es cuanto surge del Expediente 2014: "La pena de muerte en el mundo" de Ninguno toque a caín. En el mundo al menos 4.106 ejecuciones, en crecimiento respecto a la 3.967 del 2012. De muchas naciones no se tienen datos oficiales. En China más de 3.000 personas mueren en manos del verdugo, en Irán 687 e Irak 172. 19/07/2014 SRI LANKA
Jaffna: El gobierno está destruyendo la libertad y la dignidad de los tamil
de Melani Manel Perera
Unas mil personas de todas las etnias y religiones han participado a un encuentro para denunciar las condiciones en las cuales viven los tamil del norte. La policía ha intentado en todos los modos impedir el encuentro, también amenazando a algunos prófugos.
ISRAEL-PALESTINA
Tanques israelíes en Gaza, para Netanyahu "es posible ampliar significativamente las operaciones"
De 24 palestinos y un soldado israelí es el primer balance de las víctimas. Hamas, Israel "pagará un precio muy alto" por la invasión. Pero, según fuentes diplomáticas, las partes continúan encontrándose, aunque lo nieguen. Las "preocupaciones muy serias" del Papa Francisco. VATICANO - ISLAM
Los cristianos y los musulmanes deben trabajar fraternalmente "por la justicia, la paz y el respeto de los derechos y la dignidad de cada persona"
Mensaje del Consejo Pontificio para el Diálogo Interreligioso a los musulmanes del mundo para celebrar el fin del Ramadán. "A pesar de ser conscientes de nuestras diferencias", "percibimos la importancia de promover un diálogo fructífero basado en el respeto mutuo y la amistad. Inspirados por nuestros valores compartidos y fortalecidos por nuestros sentimientos de auténtica fraternidad, estamos llamados a trabajar juntos por la justicia, la paz y el respeto por los derechos y la dignidad de cada persona".
LIBANO
El Líbano necesita un nuevo presidente, están en juego su independencia y su misma existencia.
Michel Aoun y Samir Geagea se tienen que poner de acuerdo sobre una división del poder de modo que el Líbano esté seguro del conflicto regional que arrecia y de los efectos del cual en este momento se hacen sentir en modo particular en Irak y Siria IRAK
Patriarca de Bagdad: en Mosul, no hay más interlocutores, los amenazados cristianos huyen
Desde ayer el anuncio de Isis a la minoría para convertirse, pagar el impuesto o salir de la ciudad. A las familias que huían se les requisaron vehículos, documentos, dinero. Imposible cualquier forma de contacto o el diálogo. Mar Sako testigo impotente del "drama" de los refugiados: "Tenemos las manos atadas".
COREA DEL NORTE - CHINA
Pyongyang enojado por un video viral en China: Kim Jong-un que baila, canta y lucha el kung fu
El gobierno de Corea del Norte ha pedido a Beijing quitar la película, en el que su líder va caminando de la mano con Osama bin Laden, está siendo golpeado por Obama y termina en la piscina con una cesta en la cabeza. El gobierno chino responde lacónicamente: "No podemos". INDIA
Médico católico: La violencia contra las mujeres puede destruir a India
Un miembro de la Pontificia academia por la vida comenta a AsiaNews el estupro de grupo sufrido por una novicia de Bangalore. "Para combatir esta cultura de la violencia es necesario partir por el respeto a la vida, en particular por la de las niñas, para las cuales la violencia inicia ya dentro de útero con lo feticidios e infanticidios femeninos"
BANGLADESH
Dacca: cristianos, musulmanes e hindúes juntos contra el ataque a la iglesia Boldipukur.
Alrededor de 60 personas asistieron al evento organizado por dos asociaciones por los derechos humanos. Había también algunas Misioneras de la Inmaculada, que han sufrido un intento de violación en el asalto. El Superior Provincial: "Queremos una solución y la justicia de paz." CHINA - VATICANO
Beijing, los seminaristas desertan de la entrega de diplomas: no celebraran misa con los obispos ilegales
El rector del seminario es el obispo ilegítimo Joseph Ma Yinglin: Los estudiantes se niegan a concelebrar con él y rechazan a Monseñor Colmillo Xingyao, que ha participado en varias ordenaciones ilícitas episcopales. La dirección terminó el año sin dar diplomas y enviando todos a casa: los rumores dicen que en septiembre unos cursos "no se compartirán". El precedente del 2000, cuando 130 jóvenes prefirieron la fidelidad al Papa en lugar del compromiso con el gobierno.
TAILANDIA - CHINA - HONG KONG
Centenares de parejas chinas en Bangkok, para elegir el sexo del que va a nacer: un negocio millonario
Tailandia es la única nación en Asia en la cual es posible acceder a una procreación asistida con elección del género. Y a un costo mucho más inferior que en los EEUU y Sudáfrica. Un volumen de negocio de más de 150 millones de dólares y una demanda en aumento del 20% anualmente. Fuentes católicas de AsiaNews esperan una toma de posición neta y clara de parte de la Iglesia en lo que a esto se refiere. INDIA
Bangalore, estupro de grupo a una novicia de 17 años
La denuncia hecha a AsiaNews por la Iglesia local. El arzobispo, mons. Bernard Moras, expresa "un profundo dolor por el cato inhumano sufrido por esta joven muchacha". "Este acto es una mancha vergonzosa para la dignidad de nuestras mujeres, la sociedad y la nación". Tres hombres se introdujeron en el convento y han violado a la joven, que ahora está internada.

2014/07/19 印度
北方邦一基督教堂受攻击:牧师和信众遭殴打
一批印度教原教旨主义者暴徒,捣乱一个圣经研读班:暴徒不放过任何人,包括牧师的小女儿。凶徒拆毁教堂屋顶上的十字架,插上他们的橙色旗帜,象征印度教民族主义。基督徒人权领袖:政府必须起来行动,惩治犯罪的人。
孟买(亚洲新闻) -...
2014/07/18 梵蒂冈 - 伊斯兰
基督徒和穆斯林共同友好致力于"正义、和平、尊重每一个人的人权和人性尊严"的努力
宗座促进宗教对话委员会在穆斯林开斋节之际发表文告指出,"尽管深知我们的不同",但"我们充分意识到了推动成效显著对话的重要性,这对话奠定在彼此尊重与友谊的基础上。汲取我们共同分担的价值观、巩固我们纯洁的手足之情,我们蒙召共同致力于正义、和平、尊重每一个人的人权和人性尊严"的努力 2014/07/18 北朝鲜 - 中国
平壤对中国大陆恶搞金正恩视频恼羞成怒:金正恩又唱又跳、上演功夫
北朝鲜政府要求北京从网络上删除这份视频。其间,金正恩与本拉登手拉手跳舞、被奥巴马殴打、最后掉进篮球网跌入游泳池。中国政府干脆利落地回答,"我们无法做到"
2014/07/18 中国 - 梵蒂冈
北京全国大修道院修生拒绝毕业典礼:我们不与非法主教共祭
修道院院长是非法主教马英林:学生们拒绝和他一起共祭、抵制曾多次参加非法祝圣的房兴耀。校方没有颁发毕业证书、全体修生放假回家:传言称九月不会开设部分课程。此前的二OOO年,一百三十名修生选择了忠实于教宗而不是向政府妥协 2014/07/18 泰国 - 中国 - 香港
百余对中国夫妇到曼谷选择性人工受孕:暴利高达上亿美元的火爆生意
泰国是唯一一个允许进行选择胎儿性别人工受孕的亚洲国家。其价格低于美国和南非,生意及其火爆,年需求量以百分之二十的速度激增、暴利总额高达一亿五千多万美元。本社的天主教通讯员希望教会就此采取鲜明立场
2014/07/18 印度
班加罗尔一名十七岁初学生惨遭轮奸

地方教会向本社揭露这一暴行。班加罗尔总主教区总主教贝纳德·莫拉斯蒙席"对这名女青年遭遇的如此非人暴行深感痛心。这是严重摧残我们女同胞、社会和国家的耻辱行径"。三名歹徒潜入修院内对这名年仅十七岁的初学生施暴。现在,这名少女正在医院接受治疗 2014/07/18 马来西亚 - 俄罗斯 - 乌克兰
马航客机被击落二百九十八人丧生,莫斯科和基辅相互指责
这起空难在尚未从MH370失联中回味过来的马来西亚国内引起"强烈震惊"。纳吉布总理要求认真调查,查明事件经过。监听似乎显示俄罗斯分离势力对此承担责任;普京严正驳斥所有指责,将矛头直指在地区恢复战争行动的乌克兰政府。联合国召开紧急会议
2014/07/17 以色列 - 巴勒斯坦
以色列哈马斯"全面"停火传言被否认

尽管以色列称停火两个小时后,听到向其境内发出三声枪响,今天的"人道主义"停火使紧急医药和救援物资得以运抵加沙地带。埃及人表示,困难之一是哈马斯领导人内部对停火意见不一 2014/07/17 中国
中国首次宣判腐败大案
五十三岁的内蒙古自治区党委原常委、统战部原部长王素毅受贿罪成立被判处无期徒刑、剥夺政治权利终身、处没收个人全部财产。传言指其在职期间收受至少千万欧元贿赂。这一判决结果为打击中共腐败高官开辟道路
2014/07/17 韩国 - 梵蒂冈
金枢机生平纪录片旨在继承其遗志、更好地认识了解这位韩国轿子
八月七日,即教宗方济各即将抵达韩国进行牧灵访问前几天,介绍韩国首尔总主教区前总主教、人权以及教会传教事业先锋金寿宦枢机的纪录片《枢机》将在全国各地影院上演。制片人表示,旨在"满足人们渴望认识了解金枢机的愿望。让人们了解他的一生、他的见证对今天的我们具有哪些意义" 2014/07/17 中国
采购经理人指数、奴役民工、迫切需要奠定在人性尊严基础上的中国经济
by Maurizio d'Orlando
中国的经济发展给中小型企业带来了自由,但仍然是国企的寄生虫。农村的廉价劳动力继续受到剥削、在意大利当奴隶比在中国做奴隶"要好"。战胜等级制度的儒家思想进入人的社会,基督信仰带给中国的礼物
2014/07/17 印度
恰蒂斯加尔邦基督徒继续遭到印度教激进分子迫害:要么八月前要么付出沉重代价

这是亲执政党人民党的印度教激进势力组织"世界印度教议会"成员对基督徒发出的威胁。也是再次对巴斯塔县基督信仰团体的攻击 2014/07/17 菲律宾
强台风"威马逊"袭击菲律宾、三十八人丧生、五十多万人无家可归
首都马尼拉和吕宋岛其它地区数百万人口断水断电。至少八人失踪;初步统计损失已达一千五百万美元、七千多所住房被毁、一万九千多所房屋不同程度受损。奎松城准备宣布自然灾害状态
2014/07/16 韩国 - 美国
美韩开始"战争游戏"军演
美国和韩国海军陆战队将在未来五天里在韩国水域进行防御性军演。平壤抗议,要求立即取消、继续发射短程导弹。同时,双方讨论筹备仁川亚运会 2014/07/16 伊拉克
巴格达宗主教感谢议会选出总统,现在是到了组建新政府的时候了
萨科枢机敦促议会尽快选出议长后,对议会任命温和派逊尼派穆斯林萨利姆·埃尔-贾伯里为议长表示满意。希望再接再厉完成共和国总统和总理的任命、为组建新政府开辟道路。摩苏尔的伊斯兰势力在基督徒住房上做出"标记"

07/19/2014 INDIA. Uttar Pradesh, Church of the Nazarene attacked: Pastor and faithful beaten. A group of Hindu fundamentalists, led by the local coordinator of the Bajrang Dal, interrupted a Bible studies session in Sehkari Nagar: they did not spare even the pastor's young daughter. The attackers destroyed the cross on the church roof and hoisted the orange flag, symbol of Hindutva. Christian activist: "The state must do something."
Mumbai (AsiaNews) - A mob of Hindu fanatics attacked the Pentecostal Church of the Nazarene and the faithful gathered inside. The assailants, armed with hockey sticks and mason's hammers, interrupted a bible studies session, beating up the pastor RC Paul and some Christians who were trying to protect...
07/19/2014 UKRAINE - RUSSIA. Ukraine, inquiry into downed flight hindered
Despite yesterday's statements, pro-Russian separatists restrict OSCE observers access to area. Mystery on the actual responsibility. The White House claims "Putin has the power to defuse violence but does not want to". The Pope prays for victims and calls on all parties to the conflict "for peace and for a commitment to find negotiated solutions." 07/19/2014 CHINA
China hit by Rammasun, the strongest typhoon in 40 years
At least one victim and hundreds of thousands of people forced to leave their homes in the southern part of the country. The authorities issue red alert and call for the help of the army. In the Philippines, the storm caused more than 40 victims. 07/19/2014 ITALY - ASIA
2013 sees jump in death penalty, with China, Iran and Iraq in the lead
This is what emerges from the 2014 Report "The death penalty in the world" Hands Off Cain. At least 4,106 executions in the world, up from the 3,967 in 2012. Official data lacking from many countries. In China, more than 3 thousand people died at the Executioner's hands, Iran 687 and Iraq 172. 07/19/2014 SRI LANKA
Jaffna: government erodes freedom and dignity of Tamil people. A thousand people of all ethnicities and religions participate in a meeting to denounce the conditions in which the North's Tamils are forced to live. Police desperately try to prevent the rally, even threatening some refugees.
07/18/2014 ISRAEL - PALESTINE. As Israeli tanks enter Gaza, Netanyahu says he is prepared to "significantly widen" the operations
Initial death toll includes 24 Palestinians and an Israeli. Hamas says Israel will "pay a high price" for the invasion. However, diplomatic sources note that the parties continue to meet, even if they deny it. Pope Francis expressed "serious concerns" over what is happening. 07/18/2014 VATICAN - ISLAM
Christians and Muslims should work fraternally for "justice, peace and respect for the rights and dignity of every person"
The Pontifical Council for Interreligious Dialogue issues a message for the Muslims of the world to mark the end of Ramadan. "Despite being aware of our differences, [...] We perceive the importance of promoting a fruitful dialogue built upon mutual respect and friendship. Inspired by our shared values and strengthened by our sentiments of genuine fraternity, we are called to work together for justice, peace and respect for the rights and dignity of every person."
07/18/2014 LEBANON
With its independence and very existence at stake, Lebanon needs a new president. Michel Aoun and Samir Geagea should agree on sharing power so that Lebanon can be protected from the raging regional conflict whose effects are particularly felt at this time in Iraq and Syria. 07/18/2014 IRAQ
Baghdad patriarch: as the time for dialogue is no more, Christians flee Mosul
Yesterday ISIL issued an order for Christians to convert, pay the poll tax or leave the city. As they flee, Christian families are stripped of all their worldly possessions: cars, papers, money. Dialogue or words are no longer possible. Helpless witness to an unfolding tragedy, Mar Sako acknowledges, "Our hands are tied."
07/18/2014 NORTH KOREA - CHINA. Pyongyang furious over viral Chinese video of Kim Jong-un dancing, singing and kung fu fighting. The North Korean government has asked Beijing to remove the video, in which their leader walks hand in hand with Osama bin Laden, is beaten by Obama and ends up in a pool with a basket on his head. The Chinese government responds laconically: "We cannot." 07/18/2014 INDIA
For Catholic doctor, violence against women can destroy India
A member of the Pontifical Academy for Life talks to AsiaNews about the gang rape of a novice in Bangalore. "The fight against this culture of violence must start with respect for life, especially for the girls for whom violence begins in the womb with female feticide and infanticide," he said.
07/18/2014 BANGLADESH
Dhaka: Christians, Muslims and Hindus together against the attack on Boldipukur church. About 60 people attend event organized by two human rights associations. There were also some Missionaries of the Immaculate, who suffered an attempted rape in the assault. The Provincial Superior: "We want a peaceful solution and justice." 07/18/2014 CHINA - VATICAN
Beijing, seminarians desert graduation ceremony: We will not celebrate Mass with illegitimate bishops
The rector of the seminary is the illegitimate bishop Joseph Ma Yinglin: Students refuse to concelebrate with him and reject Msgr. Fang Xingyao, who has participated in several illegal episcopal ordinations. The directors close the year without awarding diplomas and send students home: rumors of some courses being "suspended" in September. The precedent of 2000, when 130 young students chose fidelity to the Pope over compromise with the government.
07/18/2014 THAILAND - CHINA - HONG KONG
Chinese couples flock to Bangkok to choose unborn child's sex: a multi-million dollar business
Thailand is the only country in Asia where IVF treatment offers this possibility. And at a much lower cost than in the United States and South Africa. A turnover of over 150 million dollars and a 20% increase in demand per year. Catholic sources tell AsiaNews they hope the Church will speak out clearly on this matter. 07/18/2014 INDIA. Bangalore, 17 year old novice gang raped. Local Church reports attack to AsiaNews. The Archbishop, Msgr. Bernard Moras, expresses "deep sorrow for the inhumane act suffered by this young girl. This act is a shameful blot on the dignity of our women, society and the nation." Three men broke into the convent and raped the girl, who has been hospitalized.
Unius kingREI
19/07/2014 INDIA
Uttar Pradesh, attaccata la chiesa del Nazareno: picchiati il pastore e i suoi fedeli
di Nirmala Carvalho
Un gruppo di fondamentalisti indù, guidati dal coordinatore locale del Bajrang Dal, ha interrotto una sessione di studi biblici a Sehkari Nagar: l'aggressione non ha risparmiato neanche la giovane figlia del religioso. Gli assalitori hanno demolito la croce sul tetto della chiesa e issato la bandiera arancione, simbolo dell'hindutva. Attivista cristiano: "Lo Stato faccia qualcosa".
Mumbai (AsiaNews) - Alcuni fanatici indù hanno attaccato la chiesa pentecostale del Nazareno e i fedeli riuniti all'interno. Gli assalitori, armati di mazze da hockey e mazzette da muratore, hanno interrotto la sessione di studi biblici, picchiato il pastore R C Paul e alcuni cristiani che...
19/07/2014 UCRAINA - RUSSIA
Ucraina, stentano a partire le indagini sul volo abbattuto
Nonostante le aperture di ieri, i separatisti filo-russi limitano le aree di accesso agli osservatori dell'Osce. Mistero sulla responsabilità reale, per la Casa Bianca "Putin ha il potere per ridurre le violenze ma non vuole farlo". Il Papa prega per le vittime e si appella alle parti in conflitto "per la pace e per un impegno a trovare soluzioni di dialogo". 19/07/2014 CINA
La Cina colpita da Rammasun, il tifone più forte degli ultimi 40 anni
Almeno una vittima accertata e centinaia di migliaia di persone costrette a lasciare le proprie case nella parte meridionale del Paese. Le autorità emettono l'allarme rosso e chiedono l'aiuto dell'esercito. Nel passaggio sulle Filippine, la tempesta ha provocato più di 40 vittime.
19/07/2014 ITALIA - ASIA
Nel 2013 aumentano le esecuzioni: il boia colpisce di più in Cina, Iran e Iraq
È quanto emerge dal Rapporto 2014 "La pena di morte nel mondo" di Nessuno tocchi Caino. Nel mondo almeno 4.106 esecuzioni, in crescita rispetto alle 3.967 del 2012. Di molte nazioni non si hanno dati ufficiali. In Cina oltre 3mila persone morte per mano del boia, in Iran 687 e Iraq 172. 19/07/2014 SRI LANKA
Jaffna: il governo sta distruggendo la libertà e la dignità dei tamil
di Melani Manel Perera
Un migliaio di persone di tutte le etnie e religioni ha partecipato a un incontro per denunciare le condizioni in cui vivono i tamil del nord. La polizia ha tentato in ogni modo di impedire il raduno, anche minacciando alcuni profughi.
18/07/2014 ISRAELE-PALESTINA
Tank israeliani a Gaza, per Netanyahu "possibile ampliare in modo significativo le operazioni"
E' di 24 palestinesi e un soldato israeliano il primo bilancio delle vittime. Hamas, Israele "pagherà un alto prezzo" per l'invasione. Ma, secondo fonti diplomatiche, le parti continuano a incontrarsi, anche se lo negano. Le "gravissime preoccupazioni" di papa Francesco. 18/07/2014 VATICANO - ISLAM
Cristiani e musulmani lavorino fraternamente "per la giustizia, la pace e il rispetto dei diritti e della dignità di ogni persona"
Messaggio del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso ai musulmani del mondo in occasione della fine del Ramadan. "Pur essendo consapevoli delle nostre differenze", "percepiamo l'importanza della promozione di un dialogo fruttuoso basato sul reciproco rispetto ed amicizia. Ispirati dai nostri valori condivisi e rafforzati dai nostri sentimenti di genuina fraternità, siamo chiamati a lavorare insieme per la giustizia, la pace e il rispetto dei diritti e della dignità di ogni persona".
18/07/2014 LIBANO
Il Libano ha bisogno di un nuovo presidente, sono in gioco la sua indipendenza e la sua stessa esistenza
di Fady Noun
Michel Aoun e Samir Geagea si accordino su una divisione del potere in modo che il Libano sia messo al sicuro dal conflitto regionale che infuria e gli effetti del quale in questo momento si fanno sentire in modo particolare in Iraq e Siria. 18/07/2014 IRAQ
Patriarca di Baghdad: a Mosul non ci sono più interlocutori, i cristiani minacciati fuggono
Da ieri l'Isis intima alla minoranza di convertirsi, pagare la tassa oppure abbandonare la città. Alle famiglie in fuga vengono requisite auto, documenti, soldi. Impossibile ogni forma di contatto o dialogo. Mar Sako testimone impotente del "dramma" dei profughi: "Abbiamo le mani legate".
18/07/2014 COREA DEL NORD - CINA
Pyongyang furiosa per un video virale in Cina: Kim Jong-un che balla, canta e lotta il kung fu
Il governo della Corea del Nord ha chiesto a Pechino di far rimuovere il filmato, in cui il proprio leader cammina mano nella mano con Osama bin Laden, viene picchiato da Obama e finisce in piscina con un canestro in testa. Il governo cinese risponde laconico: "Non possiamo". 18/07/2014 INDIA
Medico cattolico: La violenza contro le donne può distruggere l'India
Un membro della Pontificia accademia per la vita commenta ad AsiaNews lo stupro di gruppo subito da una novizia di Bangalore. "Per combattere questa cultura della violenza bisogna partire dal rispetto per la vita, in particolare quella delle bambine, per le quali la violenza inizia già dentro all'utero con i feticidi e gli infanticidi femminili".
18/07/2014 BANGLADESH
Dhaka: cristiani, musulmani e indù insieme contro l'attacco alla chiesa di Boldipukur. Circa 60 persone hanno partecipato alla manifestazione organizzata da due associazioni per i diritti umani. Presenti anche alcune Missionarie dell'Immacolata, che nell'assalto hanno subito un tentato stupro. La superiora provinciale: "Vogliamo una soluzione pacifica e giustizia". 18/07/2014 CINA - VATICANO
Pechino, i seminaristi disertano la consegna dei diplomi: Non celebriamo messa con i vescovi illeciti
Il rettore del seminario è il vescovo illecito Giuseppe Ma Yinglin: gli studenti rifiutano di concelebrare con lui e respingono anche mons. Fang Xingyao, che ha partecipato a diverse ordinazioni episcopali illecite. La direzione chiude l'anno senza dare diplomi e rimanda tutti a casa: voci dicono che a settembre alcuni corsi "non ripartiranno". Il precedente del 2000, quando 130 giovani preferirono la fedeltà al Papa piuttosto che il compromesso con il governo.
18/07/2014 THAILANDIA - CINA - HONG KONG
Centinaia di coppie cinesi a Bangkok, per scegliere il sesso del nascituro: un affare milionario
La Thailandia è la sola nazione in Asia in cui è possibile accedere a una procreazione assistita con scelta del genere. E a un costo di molto inferiore a Stati Uniti e Sud Africa. Un volume di affari di oltre 150 milioni di dollari e una domanda in aumento del 20% su base annuale. Fonti cattoliche di AsiaNews auspicano una presa di posizione netta della Chiesa in materia. 18/07/2014 INDIA
Bangalore, stupro di gruppo su una novizia di 17 anni. La denuncia fatta ad AsiaNews dalla Chiesa locale. L'arcivescovo, mons. Bernard Moras, esprime "dolore profondo per l'atto disumano subito da questa giovane ragazza. Questo atto è una macchia vergognosa per la dignità delle nostre donne, della società e della nazione". Tre uomini si sono introdotti nel convento e hanno violentato la ragazza, ora ricoverata.